Come Chris Evans è diventato Capitan America (convinto dalla mamma)

Disney/Marvel Studios Chris Evans come Capitan America in Avengers: Age of Ultron

Il ruolo di Capitan America ha rivoluzionato la vita di Chris Evans, ma inizialmente non era sicuro di accettare la parte. La madre però è riuscita a convincerlo.

Nella mente degli appassionati ormai Chris Evans è indissolubilmente legato al ruolo di Capitan America. L'attore dopo un breve scetticismo iniziale è riuscito a fare sua la parte dell'eroe, dando vita a uno dei personaggi più amati di tutto il Marvel Cinematic Universe, in un percorso non troppo differente da quello fatto da Robert Downey Jr. per Iron Man. Eppure, incredibile ma vero, Evans inizialmente non era convinto di voler accettare questo ruolo, al punto da rifiutarlo non una, ma ben due volte. 

I Marvel Studios infatti avevano individuato in lui l'attore ideale per interpretare Steve Rogers non solo per le sue capacità sul set ma proprio per il suo carattere. E così hanno fatto di tutto per spingerlo ad accettare, ma Evans restava dubbioso, sentendo che si trattava di una tentazione troppo grande, a cui avrebbe dovuto dire per forza di no. E così l'ha fatto per ben due volte e secondo le sue stesse dichiarazioni "mi sono svegliato il giorno dopo aver detto di no e mi sono sentito bene, entrambe le volte". A farlo esitare era soprattutto l'impegno enorme da assumersi in termini contrattuali. I Marvel Studios infatti fanno tradizionalmente firmare accordi per cinque o più pellicole (in questo caso nove) per poter costruire il franchise sul lungo periodo. E questo preoccupò Evans. 

Se fai i film uno alla volta e all'improvviso decidi che non vuoi più farne uno, hai la possibilità di fare un passo indietro e riorganizzarti. Se hai un contratto gigante e all'improvviso non stai più reagendo bene alla cosa? Pazienza, mi spiace ma devi rimetterti il costume lo stesso. Quello mi faceva paura.

Disney/Marvel StudiosChris Evans come Capitan America nel Marvel Cinematic Universe

Cos'è cambiato quindi? Perché dopo questi rifiuti l'attore ha deciso di imbracciare lo scudo e accettare il ruolo che gli ha cambiato così tanto la vita? Una parte della decisione è dovuta a Robert Downey Jr., suo compagno di avventure sui set Marvel nonché il primo volto del franchise. Proprio lui lo ha chiamato, spingendolo ad accettare la proposta. Tuttavia, parte della scelta deriva anche da un consiglio di Linda Evans, ovvero la madre di Chris. Proprio lei ha spiegato in una recente intervista come ha fatto a convincerlo del tutto:

La sua paura più grande era perdere il suo anonimato. Diceva: 'Ho una carriera ora in cui posso fare lavori che mi piacciano davvero. Posso portare a spasso il mio cane. Nessuno mi disturba. Nessuno vuole parlarmi. Posso andare dove voglio. E l'idea di perderlo è terrificante'. Al che io gli ho detto: 'Senti, vuoi lavorare come attore per il resto della tua vita? Se fai questa parte ne avrai la possibilità. Non dovrai mai preoccuparti di pagare l'affitto. Se accetti questo ruolo avrai tutte le decisioni in mano, non porrà ostacoli alla tua vita, ma opportunità.

Da qui poi la storia la conosciamo. Chris Evans ha preso parte a undici film del MCU (contando camei e scene dopo i titoli di coda) fino a dire addio al ruolo con l'emozionante finale di Avengers: Endgame. Un'avventura incredibile a cui ha quasi rinunciato. Con il senno di poi è quasi incredibile pensarlo.

Leggi anche

      Cerca