In Louisiana suona la sirena di The Purge per annunciare il coprifuoco: la polizia si scusa

La pandemia di coronavirus ha reso drammaticamente reali gli scenari immaginati da molti film e serie TV. Ma probabilmente nessuno si aspettava di sentire risuonare la sirena che in The Purge annuncia "Lo Sfogo". E invece è accaduto...

Universal Pictures Una scena dal film The Purge

Le somiglianze tra quello che sta accadendo nel mondo per l'epidemia di coronavirus e quanto raccontato in un innumerevoli film e serie TV sono tante. E per dirla tutta, bastano e avanzano. Ma la polizia del comune di Crowley, in Louisiana, è riuscita ad alzare ancora l'asticella. Come riporta la testata locale KATC, alcune pattuglie hanno utilizzato la sirena del franchise di The Purge per annunciare il coprifuoco ai cittadini della parrocchia (l'equivalente di una contea) di Acadia. E non tutti l'hanno presa bene.

Giusto per fare un breve riassunto, la saga racconta di un futuro distopico in cui, per una notte all'anno, ogni attività criminale (omicidio compreso) è concessa. Le 12 ore de "Lo Sfogo" sono annunciate da un segnale acustico (lo stesso usato in Louisiana) che avvisa anche le persone che tutti i servizi di emergenza e soccorso sono sospesi.

Ma perché la bizzarra (e discutibile) scelta? In una intervista a KATC (che trovate nel video qui sotto, dal minuto 0:55), il capo della polizia di Crowley, Jimmy Broussard, ha spiegato che l'intento era di avvisare i residenti con mezzi alternativi a quelli ufficiali per non generare panico:

Non volevamo utilizzare le sirene istituzionali perché non volevamo creare ulteriore caos. Uno degli agenti è un militare e mi ha proposto di usare un vecchio allarme dell'esercito che è stato utilizzato nel film The Purge, ma che è stato usato per molti, molti anni.

Dopo aver ascoltato il suono della sirena, Broussard ha pensato che fosse perfetto e le volanti della polizia di Crowley l'hanno utilizzato per annunciare il coprifuoco, in vigore nella cittadina dalle 21:00 alle 6:00.

Il capo della polizia ha ripetuto che tutte le misure sono state prese nell'interesse dei cittadini e per proteggerli, non certo per generare in loro ulteriore paura o ansia. O peggio, spingerli a comportamenti violenti. Ma alla fine ha dichiarato che la polizia non userà più l'allarme.

Sulla vicenda è intervenuto anche lo sceriffo della parrocchia di Acadia, KP Gibson, che ha preso decisamente le distanze dall'iniziativa dei colleghi della polizia di Crowley:

Ieri sera, la polizia di Crowley ha utilizzato la sirena di The Purge per annunciare il coprifuoco. Abbiamo ricevuto numerosi reclami per la convinzione che il nostro ufficio fosse coinvolto nell'iniziativa. Non abbiamo niente a che fare con quanto accaduto e non utilizzeremo alcun tipo di sirena con questo scopo. 

La vicenda sembra chiusa, ma non è la prima volta che la sirena di The Purge viene utilizzata durante la pandemia di Covid-19. Alla fine di marzo, alcuni residenti del quartiere di Downtown, a Washington, hanno filmato un'ambulanza che usava il macabro allarme. Il video è arrivato ai responsabili del servizio di pronto soccorso, l'American Medical Response (AMR), che si sono scusati e hanno dichiarato che l'equipaggio autore della "bravata" ha rassegnato le dimissioni:

Ma evidentemente, il pugno duro dell'AMR non è bastato e la sensazione è che la sirena di The Purge suonerà ancora il suo macabro avviso da qui alla fine dell'isolamento sociale...

Leggi anche

      Cerca