Quibi arriva in Italia: tutto quello che c'è da sapere sulla nuova piattaforma di streaming

Quanto costa e come funziona Quibi? La nuova piattaforma di streaming che punta sui bocconi da gustare al volo arriva anche in Italia ed è tutta da scoprire.

Il mercato italiano dello streaming dà il benvenuto a Quibi, una nuova piattaforma che con una formula coraggiosa lancia la sfida a colossi come Netflix, Amazon Prime Video e Disney+. Quella sbarcata anche nello stivale è però una proposta che scommette su un'idea di intrattenimento ben lontana da quella sposata dalla concorrenza appena citata. Siete pronti a dire addio alle interminabili maratone e ad immergervi in appassionanti storie dallo schermo del vostro smartphone?

Cos'è Quibi

Quibi nasce dalla mente di Jeffrey Katzenberg, co-fondatore della DreamWorks SKG ed ex-pilastro del dipartimento animazione di The Walt Disney Company. Insomma, non proprio l'ultimo arrivato.

Il catalogo propone numerose tipologie di contenuti, come serie TV, documentari e notizie, e sono tutti di breve durata (fino a 10 minuti). Si tratta di quick bites (piccoli bocconi), da cui il nome del servizio, accessibili unicamente da smartphone e riproducibili sia in orizzontale che in verticale.

  • No, per accedere a Quibi è necessario sottoscrivere un abbonamento mensile dal costo di 8,99 euro. Per i nuovi iscritti è tuttavia previsto un periodo di prova gratuita di 90 giorni. Negli USA è disponibile anche un piano da 4,99 dollari al mese con annunci pubblicitari, chissà che in futuro non arrivi anche in Italia.

  • Per iscriversi a Quibi basta scaricare l'applicazione da App Store (iOS) o Play Store (Android) e procedere con la creazione dell'account personale inserendo email, password e le altre informazioni richieste.

Come funziona Quibi

L'applicazione di Quibi (App Store, Play Store) ha un'interfaccia molto intuitiva, in cui è incredibilmente facile muoversi. Prima di analizzarla è tuttavia necessario fare un'importante precisazione. Come noterete dagli screenshot riportati in questo articolo, il servizio è attualmente disponibile solo in inglese, in tutte le sue parti. I contenuti sono in lingua originale, con supporto ai sottotitoli in inglese o spagnolo. Arriverà in futuro il doppiaggio in italiano? Impossibile dirlo al momento, purtroppo.

La schermata principale, se così vogliamo definirla, è quella che propone nuovi contenuti e/o episodi di serie che l'utente ha iniziato a seguire. Le anteprime con trailer e brevi sinossi trovano spazio in tessere da consultare con swipe verso l'alto o il basso. Basta invece un tap sull'icona composta da tre puntini posta in basso a destra per accedere a maggiori informazioni (lista completa degli episodi, elenco del cast) e alle opzioni per il follow, per scaricare i singoli episodi, suggerire un contenuto tramite la condivisione e, infine, avviare la riproduzione.

QuibiScreen dell'app Quibi per iOS (su iPhone X)

Dai tab posti nel menu in basso è possibile effettuare una ricerca specifica o per genere (Browse), consultare l'elenco dei contenuti seguiti (Following) e accedere alla lista dei singoli episodi scaricati in locale (Downloads). A tal proposito, Quibi consente la personalizzazione delle impostazioni di download. Potete dunque scegliere se scaricare solo quando in Wi-fi o anche con rete mobile e stabilire la qualità del download, ovvero standard o elevata.

QuibiLe sezioni Browse e Settings di Quibi

Tramite la sezione Settings l'utente può infine gestire il proprio account (cambiare l'indirizzo email e/o la password), scegliere se ridurre o meno la qualità di riproduzione in base al tipo di connessione (per evitare, nel caso, un consumo eccessivo), abilitare la modalità per mancini e modificare le impostazioni per le notifiche.

Il catalogo di Quibi

La neonata piattaforma di streaming promette nuovi show ogni giorno ma mostra già i muscoli con quelli fin da subito disponibili. Su Quibi troviamo infatti produzioni con volti noti dello spettacolo e dello sport come Chrissy Teigen (Chrissy's Court), LeBron James (I Promese), Liam Hemsworth, Christoph Waltz (Most Dangerous Game), Chance the Rapper (Punk'd), Jennifer Lopez, Kevin Hart, Nick Jonas, Kristen Bell (Thanks a Million) e Sophie Turner (Survive).

Tra serie TV, reality, documentari e notiziari le proposte non mancano. Di seguito quelle più interessanti e con maggior potenziale.

Chrissy's Court

Persone e casi sono reali. E sono reali anche le sentenze del giudice in aula Chrissy Teigen, la simpaticissima dolce metà di John Legend. State pensando a Forum, vero?

Flipped

Riusciranno Jann e Cricket a rinnovare la dimora di un cartello della droga messicano? Lo scopriremo episodio dopo episodio in questa esilarante comedy. Nel cast anche Andy Garcia ed Eva Longoria.

I Promise

Un giorno una delle più grandi star dello sport a livello globale ha deciso di impegnarsi per cambiare la vita di centinaia di bambini. I Promise racconta la nascita dell'omonima scuola pubblica voluta da LeBron James, cestista dei Los Angeles Lakers.

Most Dangerous Game

Liam Hemsworth interpreta un uomo disperato, sommerso dai debiti e prossimo a diventare padre. La sua vita potrebbe però cambiare con un gioco che mette sul piatto la sua stessa vita. Un thriller distopico che vede anche la partecipazione del due volte Premio Oscar Christoph Waltz.

Punk'd

Tornano i tremendi scherzi di Punk'd, questa volta con Chance The Rapper al timone (che per l'occasione diventa Chance The Pranker).

Survive

Sophie Turner (Sansa Stark in Game of Thrones) è Jane, una donna che sembra pronta a farla finita. Un incidente aereo però mette tutto in discussione e, insieme all'altro sopravvissuto Paul, potrebbe finalmente ritrovare se stessa. Ci riuscirà?

Thanks a Million

Prodotta da Jennifer Lopez, i protagonisti di questa serie sono dieci celebrità - tra cui Jennifer Lopez, Anthony Davis, Nick Jonas, Kristen Bell e Kevin Hart - che danno il via ad una catena di generosità donando 100mila dollari a rispettive dieci persone che hanno avuto un impatto significativo nelle loro vite. Queste, a loro volta, dovranno donare metà della somma.

Cosa ne pensate di Quibi? Riuscirà a dare del filo da torcere ai giganti dello streaming?

Leggi anche

      Cerca