Ci siamo innamorati dell'Hopper giapponese di Stranger Things

Jim Hopper di Stranger Things doppiato in giapponese è quanto di più bello si potesse vedere oggi!

Il doppiaggio è un'arte o un semplice lavoro di lettura? È meglio vedere una serie TV in lingua originale o in italiano? Sottotitoli sì o no?

Questi sono alcuni degli argomenti più discussi nei forum e nei gruppi di appassionati di serie TV e ognuno, ovviamente, ha la propria idea e il proprio "rito" per vedere gli episodi dello show che preferisce.

A supporto di milioni di fan in tutto il mondo è arrivato, tra i primi, il servizio di streaming americano Netflix, che fin da subito ha offerto ai suoi abbonati la possibilità di poter vedere le serie più amate in lingua originale.

Tra queste c'è Stranger Things, che è indubbiamente uno degli show di punta del servizio e adesso, grazie a un nuovo video pubblicato dal canale YouTube ufficiale di Netflix, i fan possono ammirare le differenze di doppiaggio tra le varie lingue di tutto il mondo.

Il filmato, disponibile in testata a questo articolo, è montato in maniera da riproporre molte delle scene di Stranger Things, già conosciute dai fan, rinominate abbinando il nome del personaggio alla lingua con la quale è doppiato. 

Per esempio, l'italiano è stato abbinato a Mike, il russo a Steve, il ceco a Erica e il giapponese a Jim Hopper!

La clip dedicata all'Hopper nipponico la si può vedere dal 29esimo al 53esimo secondo. In questo frangente non si può non rimanere ammirati dal perfetto sincrono tra il giapponese e l'inglese e dalle espressioni del mitico sceriffo di Hawkins che viene mostrato in modalità "eroe d'azione".

Non vi è dubbio che rispetto agli altri doppiaggi, quello giapponese di Hopper può risultare più affascinante per chiunque abbia il ricordo di una sigla originale di una serie animata nipponica degli anni '70 e '80.

Qui sotto, per esempio, si può ascoltare quella di Mazinga Z:

Inoltre, il tono perentorio usato dal doppiatore giapponese lo rende quasi un Hopper migliore di quello originale. Non a caso, probabilmente, gli operatori di Netflix hanno scelto di inserire nella clip due scene in cui Hopper fa il duro.

La prima è quella finale della terza stagione, quando ormai si è giunti alla conclusione e Hopper è soddisfatto di essere giunto alla sala comando dei russi, dove entra brandendo un mitra e ordinando a tutti di uscire dalla stanza.

La seconda è presa dalla prima stagione, quando Hopper è in cerca di informazioni fuori da un bar e, anche qui, con aria da duro minaccia il povero David O'Bannon.

Hopper è uno di quei personaggi adorabili, che hanno una forte corazza all'esterno ma quando si mostrano per quello che sono, anche un po' timidamente, si rivelano essere dal cuore tenero.

In versione giapponese la sua corazza sembra ancora più forte e vedendolo in azione, poco prima di quella che sarebbe dovuta essere una morte eroica, gli occhi non possono non assumere la forma di due cuoricini che battono, per un personaggio che fa già parte della storia della televisione.

Jim Hopper, interpretato da David Harbour, tornerà nella quarta stagione, come mostrato dal trailer.

Stranger Things è disponibile su Netflix con le prime 3 stagioni. 

Leggi anche

      Cerca