Homecoming 2: il teaser della nuova stagione thriller su Amazon Prime Video

La seconda stagione di Homecoming, con l'attrice Janelle Monáe protagonista, debutta con il suo primo teaser trailer.

Bastano 30 secondi, un montaggio serrato e una sola frase per entrare nella nuova misteriosa stagione della serie TV Homecoming.

Come molti ricorderanno, la prima stagione di Homecoming, composta da 10 episodi da 30 minuti circa ciascuno, narrava del ritorno a casa di un soldato e del benvenuto che gli veniva offerto da una apparentemente sicura e solidale struttura, dove lavorava Heidi, il personaggio interpretato da Julia Roberts.

Lo show originale di Amazon Studios ebbe un discreto successo, anche grazie al fatto di essere il primo prodotto televisivo al quale lavorava un'attrice del calibro di Julia Roberts.

Dopo la messa in onda dei 10 episodi della prima stagione, i vertici di Amazon Studios annunciarono che l'attrice di Pretty Woman non sarebbe tornata per una seconda stagione e che la serie avrebbe comunque continuato a esistere in versione antologica.

Dal 22 maggio 2020 sarà disponibile sul servizio streaming Prime Video, da subito quasi certamente in lingua inglese con sottotitoli italiani, la seconda stagione dell'antologica Homecoming, che ha come protagonista la poliedrica e talentuosa Janelle Monáe.

L'attrice e cantante americana, classe '85, è stata protagonista di film come Moonlight, Il diritto di contare e Benvenuti a Marwen e, alla Notte degli Oscar 2020, ha avuto l'onore di esibirsi sul palco degli Academy Awards.

Qui sotto la si può vedere nel poster ufficiale della serie:

Amazon StudiosJanelle Monáe dentro una canoa in acqua
Janelle Monáe nel poster della seconda stagione di Homecoming

Trama e Cast

Il trailer, disponibile in apertura di questo articolo, non rivela nulla o quasi della trama ma si apre con il personaggio di Monáe che si risveglia all'interno di una barca a remi alla deriva senza ricordare come ci sia arrivata.

Secondo la breve trama proposta da Amazon, la protagonista andrà alla ricerca della sua identità, che la condurrà nel cuore del gruppo Geist, l'azienda che ha gestito la Homecoming Initiative (presentata nella prima stagione).

Inoltre, il pubblico vedrà come il soldato Cruz cerchi di rimettere in piedi la sua vita e tornare alla normalità.

Oltre a Monáe, lo show - interamente diretto da Kyle Patrick Alvarez - può contare sui ritorni di Stephan James nel ruolo di Walter Cruz e Hong Chau nella parte di Audrey Temple e sulle nuove aggiunte di Chris Cooper nei panni di Leonard Geist e Joan Cusack nel ruolo di Francine Bunda.

I vantaggi di una serie antologica

Quello di proporre una serie come antologica è un modo molto intelligente di creare continuità narrativa, anche dove non dovrebbe esiste e far sì che il pubblico si leghi a un prodotto TV, senza che questo abbia empatia con i personaggi.

Un esempio è la serie horror American Horror Story, che a ogni stagione mantiene genere (horror) e cast ma cambia ambientazione e personaggi. Oppure Fargo, che rivoluziona tutto, dal cast alle storie, ma mantiene una continuità narrativa nel destino dei personaggi e di genere, rimanendo una serie da black humor.

Pare che Homecoming, seppur cambiando parte del cast e personaggi, manterrà l'ossatura principale da dramma psyco/thriller e scaverà a fondo nella storia del grande villain (il gruppo Geist).

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca