Che fine ha fatto Skam Italia 4? News e anticipazioni sulla serie (rinnovata da Netflix)

È in arrivo la quarta stagione di Skam Italia, che racconterà le difficoltà e i dilemmi esistenziali di Sana.

TimVision/Netflix/CrossProductions Una scena di Skam Italia

Approccio “teen-neorealista”, humor piacevole, storie light ma ricche di spunti e di approfondimenti: Skam Italia è un gioiellino da non perdere.

La levità della sceneggiatura, brillante e intelligente, i percorsi di evoluzione dei personaggi, la città di Roma che allo stesso tempo è sfondo e reagente del leitmotiv narrativo, sono gli elementi costitutivi di un’ottima serie, tratta da un'idea norvegese formattizzata e riadattata a contesti e contorni ricchi di un’”italianità” irresistibile. La serie consiste in un insieme di brevissime scene, minipillole con data e ora scritte a pieno schermo come se fossero titoli.

L'idea originaria era in onda su NRK TV, il servizio streaming di NRK, emittente norvegese, e raccontava le vicende di un gruppo di ricchi adolescenti di una scuola superiore di un quartiere occidentale di Oslo.

Del processo di adattamento si è occupato Ludovico Bessegato, regista, sceneggiatore e produttore milanese, che non è caduto nel rischio del “lost in translation” e ha saputo travasare con estro le dinamiche degli adolescenti in un liceo statale della capitale tricolore.

Dopo le prime tre stagioni, attendiamo la quarta.

Quando arriva Skam 4

Quanto dovremo aspettare per vedere Skam 4? A questo proposito, non ci sono ancora notizie certe ma circolano rumor contrastanti.

La serie, disponibile inizialmente su Tim Vision, era stata cancellata dopo la terza stagione, che terminava con un corale e colorato happy ending (se si esclude l'ultimissima espressione pensosa di Sana).

Ad arrivare in soccorso del gruppo degli adolescenti romani era arrivata Netflix, che aveva inserito la serie nella propria piattaforma e aveva commissionato al creatore una quarta stagione, seguendo il plot della serie d’origine scandinava, incentrata su Sana.

Per il rilascio si era parlato della primavera 2020, marzo o aprile. Sulla piattaforma TV Time, utilizzata dagli utenti per lo scambio di materiale e informazioni, era apparsa una data: 20 marzo, ora cambiata in 17 aprile 2020.

Skam 4 arriverà davvero il 17 aprile su Netflix? L’informazione non è stata confermata dalla piattaforma, che ha postato l’elenco delle nuove uscite del mese e tra queste non risulta il quarto capitolo del teen drama.

Un segnale incoraggiante, però, arriva dalla troupe, che sta mettendo a punto gli ultimi dettagli di postproduzione. La quarta stagione è stata girata (sono arrivati diversi scatti dal set) ed è in fase di montaggio.

La casa di produzione cross.x.productions ha postato una foto su Instagram alla fine di marzo, confermando di essere al lavoro sulla fase di postproduzione e di essere in grado a portarsi avanti in smartworking. La foto riguarda proprio le attività su Skam.

Anche se da casa, anche se fisicamente lontani, noi di Cross continuiamo a lavorare e siamo più vicini che mai. Persino il montaggio va avanti da remoto! Teniamo duro e presto tutto questo sarà solo un ricordo.

È probabile che la fase di postproduzione sia stata ritardata o rallentata dalle restrizioni previste per il Coronavirus. In ogni caso, se è solo il montaggio a dover essere ultimato, è possibile che Skam arrivi, se non il 17 aprile, comunque molto presto su Netflix.

La trama di Skam 4

Di cosa parla Skam 4? Non ci sono grandi anticipazioni ufficiali, ma sappiamo che, dopo i primi capitoli dedicati a Eva alle prese con i dubbi sulla sua relazione, a Martino alla scoperta della sua vera identità e a Eleonora coinvolta nel suo primo amore, il quarto sarà dedicato a Sana, la ragazza musulmana amica di Eva, Eleonora, Silvia e Federica.

Generalmente le storie di Skam seguono la falsariga di quelle norvegesi, e quindi non è difficile ipotizzare cosa succederà a Sana.

Netflix/TimVision - TumblrSana di Skam in primo piano
Sana protagonista della nuova stagione

La ragazza, che ha stretto amicizia con il gruppetto delle coetanee nella prima stagione, si è sempre dimostrata intelligente, riflessiva e piena di buon senso. Alla fine della terza stagione si può intuire il suo disagio, dato che tutti i suoi amici sono fidanzati tranne lei. Questa scena, che termina proprio sul veloce primo piano di Sana, spalanca le porte alla quarta stagione, in cui la protagonista dovrà districarsi tra i rigidi dogmi della sua religione, il conflitto tra regole e desideri di libertà, il primo interesse sentimentale e la piaga del cyberbullismo.

Nella quarta stagione Sana rischierà di implodere, dopo aver subito e (suo malgrado) tollerato tutti i pregiudizi che gli altri studenti hanno riversato su di lei per la religione che ha ereditato dalla sua famiglia. Nella versione norvegese, dopo essere stata estromessa da una squadra sportiva da una sua compagna di scuola, Sana s'innamora di un ragazzo credendo (a torto) che sia musulmano. Questo scombinerà le carte in tavola, costringendo la ragazza a fare i conti con la realtà e prendere delle decisioni difficili. 

TimVision/Netflix - TumblrCollage tra Sana norvegese e italiana in Skam
La Sana norvegese a confronto con quella italiana

In Norvegia la quarta stagione è stata l’ultima, per volere della creatrice Julie Andem. Non sappiamo se sarà lo stesso con Skam Italia: le vie di Netflix sono infinite (o quasi) e non si esclude che la piattaforma possa incentivare un proseguimento del format italiano. Ormai ai personaggi ci siamo affezionati e, per il momento, aspettiamo con ansia di scoprire il capitolo dedicato a Sana, che nella versione italiana è interpretata da Beatrice Bruschi.

Voi che ne pensate? Avete voglia di vedere Skam Italia 4?

Leggi anche

      Cerca