Batman v Superman: Dawn of Justice, la spiegazione del finale del film

Warner Bros./DC Batman e Superman in una scena del film Dawn of Justice

Il film che vede Batman e Superman sfidarsi faccia a faccia è sicuramente una delle pellicole più discusse tra i fan dei fumetti DC Comics. Ripercorriamo quindi insieme il finale di Dawn of Justice.

Batman v Superman: Dawn of Justice è il film del 2016 diretto da Zack Snyder, secondo tassello del cosiddetto DC Extended Universe (dopo L'Uomo d'Acciaio, sempre diretto da Snyder nel 2013).

Scritto da Chris Terrio e David S. Goyer, il film vede nel cast Ben Affleck (Batman/Bruce Wayne), Henry Cavill (Superman/Clark Kent), Amy Adams (Lois Lane), Jesse Eisenberg (Lex Luthor), Diane Lane, Laurence Fishburne, Jeremy Irons (Alfred Pennyworth), Holly Hunter e Gal Gadot (Wonder Woman/Diana Prince).

La pellicola di Snyder vede gli eroi Batman e Superman affrontarsi per la prima volta sul grande schermo, segnando anche il debutto cinematografico di Wonder Woman, l'eroina DC destinata a tornare sia in Justice League (2017) che in due film standalone e lei dedicati (il primo, nel 2017, mentre il secondo è atteso ad agosto 2020 nelle sale americane). 

La trama racconta della rivelazione al mondo del supereroe kryptoniano Superman, la cui presenza sulla terra ha spaccato in due l'opinione pubblica. C'è chi lo considera infatti il salvatore del pianeta, per aver difeso la razza umana dal perfido Generale Zod, mentre altri credono si tratti di una vera e propria minaccia per la popolazione mondiale. Tra questi, il miliardario di Gotham City Bruce Wayne - alias Batman - che considera l'alieno di Krypton il vero responsabile delle morti avvenute mesi prima nella città Metropolis, durante lo scontro con Zod.

Il film include inoltre al suo interno un gran numero di citazioni e omaggi più o meno evidenti ad alcune tra le più celebri opere a fumetti targate DC Comics, tra cui La Morte di Superman di Dan Jurgens e Il Ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller. Oltre a essere un cinecomic enormemente divisivo - c'è infatti chi lo ama e chi lo odia - il lungometraggio di Snyder ha dalla sua una potenza visiva non indifferente, oltre ad aver gettato le basi per l'ingresso in scena della Justice League al gran completo (con l'inclusione di Flash, Aquaman e Cyborg), apparsa sul grande schermo solo un anno dopo. Proviamo quindi a fare luce sul finale di Batman v Superman (occhio agli spoiler, ovviamente).

Perché Martha?

Con la minaccia di uccidere sua madre, Lex Luthor costringe Clark/Superman a uno scontro all'ultimo sangue con Batman, con l'obiettivo di eliminare il Cavaliere Oscuro una volta per tutte. Questi, totalmente all'oscuro del piano di Luthor, attira Supes con il Bat Segnale in modo da farlo cadere in una vera e propria imboscata. Sebbene infatti all'inizio l'Uomo d'Acciaio sembra avere la meglio sull'Uomo Pipistrello, una granata caricata con del gas alla kryptonite ribalta la situazione, costringendo Superman a una dura e lunga lotta all'interno di un edificio abbandonato. Fortemente indebolito per via del minerale alieno (unico, vero tallone d'Achille dell'eroe), Clark cade sotto i fendenti di una lancia munita con una grossa punta di kryptonite.

Poco prima del colpo di grazia, ormai allo stremo delle forze, Superman implora Bruce di salvare sua madre Martha, rapita da Lex. Quel nome sembra far scattare qualcosa nel cuore del Cavaliere Oscuro, visto che anche la madre di Bruce si chiamava Martha (uccisa in un vicolo assieme a suo marito Thomas Wayne, nell'evento che scatenò la sete di vendetta del futuro paladino di Gotham). Grazie anche all'intervento di Lois Lane, arrivata sul luogo dello scontro, Bruce capisce che Superman non è una minaccia e che il suo obiettivo è quindi ora quello di salvare la madre di Kent. Sarà il maggiordomo Alfred a indirizzare Batman verso il luogo dove i mercenari di Lex Luthor tengono prigioniera Martha, riuscendo a metterla in salvo dopo un agguerrito scontro con i fuorilegge.

Doomsday contro tutti

Dopo essersi ripreso dal combattimento contro Batman, Superman vola alla volta di Metropolis ed entra nella navicella kryptoniana, al cui interno Luthor sembra aver innescato la creazione di un mostro ripugnante nato dal cadavere del Generale Zod: Doomsday. La creatura mostruosa sembra avere inizialmente la meglio su Superman, tanto che ben presto sia Batman che Wonder Woman sono costretti ad accorrere in soccorso dell'eroe di Krypton. A poco sembra servire un missile nucleare scagliato contro il mostro dall'esercito americano: Doomsday ha infatti la straordinaria capacità di assorbire energia, diventando quindi ancora più forte e apparentemente invulnerabile.

Messo alle strette e senza più alcun piano d'emergenza, Clark decide di usare l'ultima carta in suo possesso: dopo aver dichiarato il suo amore incondizionato a Lois, armato con la lancia di kryptonite fabbricata da Batman l'eroe riesce a uccidere Doomsday, rimanendo a sua volta ferito mortalmente. Superman ha quindi deciso di togliersi la vita, pur di salvare - per la seconda volta - l'intera razza umana. Al termine della battaglia, Luthor viene catturato dalle forze di polizia all'interno della nave aliena, poco dopo essere visto ai piedi di una misteriosa creatura proveniente da un'altra dimensione (che in una breve scena inedita, contenuta nella Ultimate Edition del film, si scoprirà essere Steppenwolf, villain di Justice League).

La morte di Superman?

La scomparsa di Superman e del suo alter ego Clark Kent sconvolge il mondo: l'eroe viene sepolto a Smallville, paese d'origine del ragazzo, mentre tutta Metropolis acclama l'eroe caduto con un solenne funerale di stato. Martha Kent rivela a Lois che Clark aveva intenzione di sposarla e lo fa consegnandole una busta, nella quale la giornalista trova un anello di fidanzamento. Nel mentre, Bruce Wayne è raggiunto da Diana Prince: il paladino di Gotham chiede all'eroina di Themyscira di aiutarlo a formare un vero e proprio gruppo di eroi metaumani, al fine di difendere la Terra da una pericolosa minaccia futura.

Batman, dopo aver fatto visita a Lex nel carcere in cui era rinchiuso, ha infatti saputo dal supercriminale che un nuovo, potentissimo nemico sarebbe presto arrivato dallo spazio per conquistare la Terra e spazzare via una volta per tutte la razza umana. Infine, poco dopo che Lois lascia il cimitero dove Clark è sepolto, la terra che ricopre il feretro inizia misteriosamente ad alzarsi verso l'alto. È davvero la fine di Superman?

  • Sì, vediamo Clark Kent sacrificarsi in un gesto estremo per sconfiggere una volta per tutte Doomsday. La sua morte potrebbe però essere solo temporanea, visto che il feretro in cui è sepolto l'eroe sembra emanare una forza di energia in grado di far sollevare il terreno sopra di esso.

  • Lo scontro tra Batman e Superman finisce in parità, subito dopo che l'eroe di Krypton chiede al Cavaliere Oscuro di salvare sua madre Martha, tenuta in ostaggio da Lex Luthor.

  • Il sequel di Batman v Superman: Dawn of Justice è Justice League, uscito nel 2017 e diretto da Zack Snyder e Joss Whedon (che si occupato di girare alcune sequenze aggiuntive).

Leggi anche

      Cerca