Qual è il futuro di Hulk nel MCU? Ne parla Mark Ruffalo, con un occhio al passato

Marvel Studios Hulk di Mark Ruffalo

Qual è il futuro di Hulk nel Marvel Cinematic Universe? L'attore Mark Ruffalo parla del suo ruolo, con un occhio al passato.

Mark Ruffalo, che interpreta Bruce Banner/Hulk nel Marvel Cinematic Universe (MCU), ha rilasciato una intervista al sito Variety, dove ha parlato del suo personaggio, di un possibile film mai realizzato e, per il futuro, dell'ipotetico team-up con Wolverine e della sua apparizione nella serie TV Marvel Studios dedicata a She-Hulk.

Ecco gli argomenti trattati da Ruffalo punto per punto:

Hulk e Wolverine insieme

Da quando il film Logan di James Mangold ha decretato la fine "dell'era Hugh Jackman" e Disney ha acquisito i diritti dei mutanti Marvel (tramite 20th Century Fox), non si è parlato di molto altro se non di come gli X-Men e i suoi personaggi sarebbero stati introdotti nell'Universo Cinematografico Marvel.

Uno degli indizi l'ha spesso fornito lo stesso presidente di Marvel Studios, Kevin Feige, dicendo che, almeno all'inizio, non ci sarà un film sugli X-Men ma l'idea è quella di introdurre i personaggi gradualmente e con film dedicati. Infine, in una dichiarazione del 2019, Feige ha detto che l'introduzione dei mutanti nel MCU avverrà all'incirca nel 2024.

Uno dei personaggi più importanti e di successo dell'universo mutante è senza dubbio Wolverine e Mark Ruffalo lo sa bene, dato che ha dichiarato più volte di essere cresciuto con i fumetti degli X-Men.

A proposito del team-up di Hulk con il mutante dagli artigli in adamantio, già nel 2018 Ruffalo aveva espresso la volontà di realizzare un film con i due supereroi Marvel e aveva aggiunto di aver parlato di questa idea proprio a Kevin Feige.

Dopo quasi due anni, l'idea di Ruffalo sembra essere ancora in piedi, dato che l'attore ha ribadito (nell'intervista a Variety) che i due potrebbero apparire insieme.

Forse Hulk e Wolverine potrebbero incontrarsi.

Questo team-up non rappresenterebbe una pazzia, né tantomeno una novità per i fan Marvel, dato che proprio il mutante, nei fumetti, ha debuttato sulle pagine della testata The Incredible Hulk e i due si sono anche scontrati più volte nei racconti cartacei.

Inoltre, i due si sono affrontati nel prequel d'animazione della serie Wolverine e gli X-Men (2008):

In ultimo, per i più curiosi, si fa notare che recentemente Marvel ha pubblicato una storia nella quale i due personaggi si alleano contro una malvagia versione della loro unione (frutto di un esperimento), ovvero Weapon H.

Il fumetto è intitolato Hulkverines! e in Italia è edito da Panini Comics:

Marvel Comics/Panini ComicsHulk e Wolverine combattono contro Weapon H
La cover del fumetto Hulkverines

La serie TV She-Hulk

Nell'estate del 2019, durante il D23 Expo (la convetion per i fan Disney), è stata annunciata ufficialmente la messa in lavorazione della serie TV dedicata al personaggio di Jennifer Walters aka She-Hulk.

Nei fumetti, a causa di una trasfusione di sangue da parte del cugino Bruce Banner, Walters riceve poteri simili a quelli di Hulk. Nella vita, però, non è una scienziata, bensì un avvocato.

Fin da quando è stata annunciata la serie, si è paventata l'ipotesi di vedere anche Mark Ruffalo nello show. Quest'ultimo, nell'intervista di Variety, ha detto:

Si parla di far apparire Banner/Hulk in She-Hulk. Se ci inventiamo qualcosa di buono, sarebbe davvero interessante. Per ora è tutto qui. Questo è il punto a cui siamo giunti.

La serie She-Hulk, che sarà realizzata in esclusiva per il servizio streaming Disney+, non ha ancora una data di uscita ufficiale.

Un nuovo film solo su Hulk

Quello che si sono sempre augurati i fan del MCU è di poter vedere un nuovo film dedicato al golia verde ma questo non è ancora successo.

Mark Ruffalo, però, rivela che c'è una idea, che dà ancora speranza:

C'è un'idea che penso potrebbe essere davvero interessante. Non l'abbiamo mai davvero seguita fino a svilupparla ed è sempre un po' fuori tema. È come se si trattasse di Rosencrantz e Guildenstern dei Vendicatori. Sarebbe interessante riempire tutti gli spazi vuoti su ciò che gli è successo in mezzo a tutti questi film.

Ruffalo ha parlato di un film che potesse raccontare ciò che Banner/Hulk ha vissuto tra un lungometraggio e l'altro dei Vendicatori, un po' come quello che Marvel Studios ha fatto con Black Widow e che i fan vedranno nel prossimo film con Scarlett Johansson.

Per chi non lo sapesse, Rosencrantz e Guildenstern sono due personaggi dell'Amleto che Ruffalo cita, probabilmente, in relazione alla loro vita tragicomica e al fatto che entrambi non sono certi della propria identità e si confondono l'uno con l'altro (per approfondire, si consiglia il film del 1990 Rosencrantz e Guildenstern sono morti)

Quel che sembra certo è che Hulk meriterebbe un suo film e che questo, magari, possa svelare ciò che Hulk ha visto nella sua visione in Avengers: Age of Ultron, scaturita dal potere di Wanda, o di quella avuta in Avengers: Endgame, dopo aver usato le Gemme dell'Infinito o possa rivelare come Banner e Hulk si siano uniti per diventare il personaggio visto in Endgame.

Ruffalo non voleva essere Hulk

Prima che Hulk diventasse un membro dei Vendicatori e che, quindi, apparisse nel film The Avengers del 2012, era stato protagonista di un film tutto suo nel 2008 dal titolo L'incredibile Hulk.

In questo film diretto da Louis Leterrier, l'attore che prestava il suo volto al gigante verde era Edward Norton, che - come è noto - è stato sostituito in seguito proprio da Mark Ruffalo.

Ebbene, Ruffalo ha dichiarato che era incredibilmente insicuro del ruolo di Hulk, poiché non aveva mai lavorato con un personaggio così e non aveva mai sperimentato le tecnologie cinematografiche, che avrebbero portato in vita Hulk:

Ho cercato di convincerli a non ingaggiarmi. Ho detto: 'Non so se sono la persona giusta, non ho mai fatto niente del genere'. Tra Joss [Whedon] e Robert [Downey Jr.], sono stati piuttosto convincenti sul fatto che potessi farlo. Avevo paura. Ero davvero spaventato. Ho ancora paura. L'aspetto tecnologico rende davvero difficile lavorare in questo modo. Ci lotto continuamente. Ma il mio motto è quello di fare della paura un amico, continua a spingerti in quei posti in cui ti senti spaventato o sfidato.

Se oggi Bruce Banner è diventato un personaggio amato da tutti è soprattutto merito delle interpretazioni di Mark Ruffalo, che si ricorda è apparso in ben 5 film (The Avengers nel 2012, Avengers: Age of Ultron nel 2015, Thor: Ragnarok nel 2017, Avengers: Infinity War nel 2018 e Avengers: Endgame nel 2019), in 2 scene dopo i titoli di coda (Iron Man 3 nel 2013 e Captain Marvel nel 2019) e in un cortometraggio dal titolo Team Thor realizzato da Taika Waititi nel 2016, per spiegare come mai Thor non era presente in Captain America: Civil War.

Qui sotto si può vedere il cortometraggio:

Vorreste vedere ancora Hulk sul grande schermo? E in che ruolo?

Lasciateci un messaggio nel box qui sotto e fateci sapere la vostra opinione.

Leggi anche

      Cerca