Netflix vs Disney+, in borsa la grande N ora vale di più

La guerra dello streaming non si ferma e adesso il valore delle azioni di Netflix è superiore a quello di Disney!

Disney/Netflix A sinistra il logo Disney+ e a destra quello di Netflix

L'era dello streaming ha cambiato le abitudini del pubblico, che con un servizio comodo (da casa), economico e per tutta la famiglia ha potuto riunire tutte le passioni sul piccolo schermo.

Tra i servizi di streaming più importanti è da menzionare quello di Netflix che, con il tempo, è diventata una potenza mondiale, capace di produrre film da enormi budget (The Irishman ne è un esempio) e capace di competere con le major hollywodiane anche agli Academy Awards.

Nel 2019 (2020 in Europa) ha debuttato la piattaforma streaming di The Walt Disney Company che, con Disney+, offre ai suoi utenti un vasto catalogo con tutti i suoi marchi (Marvel, Star Wars, National Geographic, 20th Century Fox) e i classici d'animazione e live-action che hanno fatto la storia dell'intrattenimento per famiglie.

Analisti e siti web specializzati hanno speso ore e tonnellate di inchiostro virtuale per prevedere il crollo di uno dei due servizi a favore dell'altro, hanno messo a confronto le offerte, i prezzi e cercato di capire chi dei due servizi potesse vincere la così detta "guerra dello streaming".

Ora, in questa "guerra" sta giocando un ruolo fondamentale la pandemia da Coronavirus (COVID-19). Infatti moltissima gente è costretta a casa dalla quarantena e di conseguenza aumenta in maniera indiretta l'utilizzo di servizi streaming.

Questo maggiore utilizzo, che ha portato anche a una riduzione della banda per evitare un collasso delle reti europee, oltre ad aver fatto aumentare gli abbonati dei vari servizi streaming, ha inciso sull'andamento in borsa dei due titoli.

Secondo i dati riportati dal sito Variety, mercoledì 15 aprile 2020 le azioni di Netflix hanno chiuso con un rialzo del 3,2%, a 426,75 dollari per azione. Questo dà a Netflix una capitalizzazione di mercato attuale di 187,3 miliardi di dollari, poco più dei 186,6 miliardi di dollari di Disney.

Questo accade perché Disney deve bilanciare il successo della piattaforma streaming con i mancati introiti delle produzioni cinematografiche (i cinema sono chiusi) e dei parchi a tema (chiusi anch'essi).

Secondo la fonte, infatti, Disney ha perso in borsa il 2,5%.

A fine mese gli analisti prevedono un'altra vittoria di Netflix, destinato a raggiungere quasi 9 milioni di nuovi abbonati alla chiusura del quarto mese dell'anno e il valore di ogni azione dovrebbe raggiungere una cifra tra i 425 e i 490 dollari.

Leggi anche

      Cerca