La verità invisibile di Cecilia: come interpretare l'ambiguo finale di L'uomo invisibile

Il finale del remake horror di L'uomo invisibile lascia lo spettatore senza fiato, regalando un ultimo, perfetto momento di ambiguità allo spettatore: qual è la verità su Cecile?

Universal Elisabeth Moss si guarda alle spalle

L'uomo invisibile è il remake in chiave thriller/horror del celebre film del 1933, basato sul romanzo visionario di H. G. Wells, scrittore antesignano del genere fantascientifico. Abbandonati i toni ironici dei precedenti adattamenti, L'uomo invisibile utilizza le peculiarità del suo "mostro" per trasformarlo in un vero aguzzino. Nel film infatti la protagonista è Cecilia, una donna vittima di abusi fisici e psicologici da parte del ricco e dispotico marito. Alla morte di Adrian, la protagonista non si sente libera, anzi: è convinta che il compagno sia ancora vivo e in qualche modo continui a sorvegliarla, usufruendo di un qualche tipo di tecnologia ottica che gli consenta di rendersi invisibile

Il film miscela tecniche registiche classiche all'utilizzo di effetti digitali per rendere invisibile Adrian, lasciandoci a lungo con il dubbio su cosa stia veramente succedendo: l'ex di Cecilia possiede davvero una tecnologia tanto avveniristica o la donna è vittima della sua stessa paranoia e non riesce a liberarsi dallo spettro dell'ex? La medesima ambiguità si riflette sul finale, che lascia volutamente aperte molte porte, dando allo spettatore la possibilità di interpretare le vere intenzioni della protagonista. 

A seguire trovare la descrizione dettagliata della scena finale e la possibile spiegazione di quanto avviene: occhio agli spoiler! Se volete sapere qualcosa in più del film ma non volete anticipazioni, potete leggere lo speciale dedicato

Come va a finire L'uomo invisibile: lo sguardo di Cecilia

Preoccupata per l'incolumità di James e Sydney della cui ospitalità Cecilia ancora usufruisce, Cecilia chiama Adrian con il cellulare che le aveva fornito il fratello di lui. La donna ha capito che Adrian farà ricadere la colpa sul congiunto e che lei e i suoi cari non saranno mai al sicuro se non tornerà sotto il stretto controllo dell'uomo. Prima di partire però tenta un'ultima disperata carta, che lo spettatore scoprirà solo in seguito: si accorderà con James e ritornerà a casa nascondendo un microfono nel vestito, così da tentare di estorcere ad Adrian una confessione e farlo incriminare. 

UniversalCecilia torna nella casa di Adrian per affrontarlo
Cecilia torna da Adrian nascondendo le sue vere intenzioni

Al rientro nella lussuosa villa minimalista del suo aguzzino, Cecilia trova la tavola imbandita. Adrian la sta aspettando e, sotto le parole di scusa e rammarico, sta di nuovo tentando di controllare la sua vita, sin dal primo pasto insieme. Cecilia gli prospetta una vita insieme: lui, lei e il futuro bimbo di cui è in "dolce" attesa. La condizione posta dalla donna è una sola: che si cominci questa nuova fase dicendo la verità. Cecilia chiede ad Adrian di ammettere quello che ha fatto ma lui, forse intuendo la trappola, sostiene che tutta la colpa di quanto successo sia del fratello. 

UniversalLa mano di Adrian sulla coscia di Cecilia
Adrian tocca possessivamente Cecilia in lacrime

Cecilia scoppia in lacrime e Adrian le si avvicina, mettendole possessivamente una mano sulla coscia. Nelle sue parole di sostegno e comprensione lascia scivolare abilmente un "sorpresa", la parola con cui si era rivelato per la prima volta nella sua tuta invisibile, quella con cui aveva privato Cecilia di tutti gli appoggi umani e sociali che lei nella sua fuga dal loro matrimonio aveva tentato di mantenere. Sconvolta, Cecilia chiede di potere andare a ricomporsi in bagno. 

UniversalAdrian si taglia la gola
Adrian si taglia la gola in quello che sembra un suicidio

Adrian torna a sedersi e all'improvviso sente un rumore accennato alle spalle, appena uno scricchiolio. La telecamera puntata sulla sala da pranzo lo riprendere mentre si taglia la gola, esattamente come successo alla sorella di Cecilia al ristorante. La donna rientra proprio quel momento nella stanza e comincia a urlare, a piangere, chiamando i soccorsi, anche se l'uomo sta palesemente morendo davanti ai suoi occhi. Cecilia si dispera, poi esce dal raggio d'azione della telecamera e si calma. Guardando Adrian negli occhi si limita a rimbalzargli quella sua parola chiave: sorpresa, sussurra sorridendo. 

UniversalLa tuta dell'invisibilità nella borsa di Cecilia
Cecilia porta con sé la tuta: sequel in vista?

Poco dopo accorre James, che ha ascoltato via cimice tutto l'accaduto. Cecilia sta lasciando la sua casa, col suo cane e una borsa nera. La donna spiega a James che Adrian si è suicidato e che la telecamera di sorveglianza ha ripreso tutto. Il poliziotto è colpito dalla sua calma glaciale, dal suo distacco. Poi nota nella borsa la tuta dell'invisibilità e intuisce la verità: Cecilia non è mai tornata nella casa con l'intenzione di far cadere Adrian nella trappola, bensì per trovare il modo e il momento di utilizzare la seconda tuta scoperta  di cui conosceva l'esistenza e prendersi la sua vendetta. 

Universal Lo sguardo liberato di Cecilia
Cecilia è una donna di nuovo libera

Anche se la registrazione e la videocamera avvaloreranno l'ipotesi del suicidio, le modalità di quanto accaduto raccontano di un piano ben congegnato. Non è infatti un caso che Cecilia ribalti tutti i trucchi usati da Adrian contro di lei: la tuta e le telecamere a circuito chiuso che lui ha usato per spiarla, l'arma con cui lui l'ha minacciata per tutto il film, la stessa orribile morte che ha riservato alla sorella di lei. James non può far altro che lasciare andare Cecilia, che si allontana con l'aria di una vera femme fatale. Nell'ultimo primo piano la vediamo chiudere gli occhi e prendere un respiro profondo, finalmente libera. 

Leggi anche

      Cerca