Daredevil in Spider-Man 3? Niente da fare, rivela Charlie Cox

Intervistato al riguardo, l'attore Charlie Cox ha purtroppo smentito la sua partecipazione in Spider-Man 3. Non c'è spazio per l'avvocato Matt Murdock?

Marvel/Netflix Un'immagine di Daredevil in azione nella serie Netflix

I fan dei fumetti Marvel conservano gelosamente il ricordo della serie TV dedicata a Daredevil, lo show Netflix dedicato all’omonimo personaggio dei fumetti andato in onda dal 2015 al 2018 per ben tre stagioni.

Creata da Drew Goddard, la serie ha riscosso un successo realmente sorprendente, andando così ad affiancare le altre serie dedicate ai personaggi della Casa delle idee, ovvero The Punisher, Jessica Jones, Iron Fist, Luke Cage e la miniserie The Defenders.

La cancellazione della quarta stagione delle avventure dedicate al Diavolo Custode (assieme a tutti gli altri show Marvel/Netflix) non ha mai annullato del tutto le speranze dei fan, fiduciosi che prima o poi il personaggio di Matt Murdock possa tornare in azione (magari come parte integrante del Marvel Cinematic Universe).

Anche il cast di Daredevil non ha mai nascosto la delusione circa la cancellazione dello show, incluso l'attore protagonista Charlie Cox. Ora, è proprio Cox ad aver commento le voci di corridoio che vedevano la possibilità che nel prossimo Spider-Man 3 con Tom Holland (ancora senza titolo ufficiale e i cui lavori sono stati congelati causa coronavirus) il "suo" Matt Murdock avrebbe potuto essere coinvolto nella vicenda.

L’attore ha però smentito questa possibilità durante un’intervista con il portale ComicBook:

Non ho sentito queste voci, ma certamente non si tratterebbe del mio Daredevil. Non sono coinvolto nel film. Se fosse vero non sarebbe con me. Ci sarebbe un altro attore.

Cox ha in ogni caso rivelato che sarebbe davvero felice di prendere parte a futuri progetti del MCU, essendo lui stesso un grande fan dei vari film Marvel Studios.

Sinceramente, mi sono divertito moltissimo. Sono così grato di aver interpretato quel personaggio per tutto il tempo in cui mi è stato concesso farlo. Certo, mi piacerebbe vederlo andare avanti. Mi piacerebbe esserne coinvolto.

Il rumor di un'eventuale partecipazione di Daredevil nel prossimo film di Spider-Man - emerso a gennaio 2020 grazie al sito MCU Cosmic - faceva leva su una semplice quanto efficace deduzione del regista Kevin Smith:

Daredevil è l'alter ego di un brillante avvocato affetto da cecità. Nella scena post credits di Spider-Man: Far From Home, Mysterio rivela al mondo la vera identità di Peter Parker, successivamente additato come assassino e omicida dello stesso Quentin Beck.

Sarebbe quindi logico che il nostro Amichevole Spider-Man di Quartiere possa aver bisogno di un legale a tempo pieno, per difendersi dalle infamanti accuse che lo hanno travolto alla fine del secondo film a lui dedicato e di cui al momento non conosciamo la portata effettiva.

Nonostante ciò, per un debutto del Matt Murdock di Cox sul grande schermo al momento non se ne parla. Dopotutto, sino alla fine del 2020, i diritti del personaggio restano saldamente in mano a Netflix, cosa questa che blocca inevitabilmente lo sfruttamento del personaggio per quanto riguarda progetti trasversali (incluse quindi varie operazioni commerciali targate Marvel e Disney).

Resta ovviamente accesa la speranza che a partire dal 2021, Marvel Studios possa finalmente decidere di restituire a Daredevil lo spazio che merita, perché no, anche nuovamente sul piccolo schermo (magari proprio con una serie dedicata al personaggio da far debuttare sul catalogo Disney+).

A voi piacerebbe rivedere al più presto il Diavolo Rosso di Hell's Kitchen dei fumetti Marvel Comics in carne e ossa?

Leggi anche

      Cerca