Becoming: la mia storia, 5 anticipazioni dal nuovo trailer del documentario su Michelle Obama

Netflix ha rilasciato il nuovo trailer di Becoming: la mia storia, il documentario su Michelle Obama. Un viaggio nella vita dell'ex First Lady, moglie del quarantaquattresimo presidente degli USA Barack Obama e fonte di ispirazione per le donne.

Becoming: la mia storia, il documentario su Michelle Obama, sta per arrivare su Netflix. La nota piattaforma di streaming online ha rilasciato un nuovo trailer, che ci mostra nuove immagini di ciò che ci attende in questo viaggio nella vita dell’ex First Lady degli Stati Uniti d’America.

Il docufilm si concentra sulla vita di Michelle LaVaughn Robinson Obama, avvocato e moglie del quarantaquattresimo presidente degli Stati Uniti d'America Barack Obama. Ma quali sono le anticipazioni del nuovo trailer? Scopriamole.

  1. Sapremo di più sull’infanzia di Michelle Obama
  2. La vita da First Lady è solo una piccola parte di ciò che realmente lei è
  3. A scuola, non era abbastanza apprezzata
  4. Ama parlare con i giovani e ispirarli
  5. Michelle Obama non crede di essere speciale

1 - Sapremo di più sull’infanzia di Michelle Obama

Il trailer inizia con le immagini di una Michelle Obama bambina, insieme alla sua famiglia.

Vengo dalla parte Sud di Chicago. Questo dice di me tutto ciò che serve sapere.

NetflixPrimo piano di Michelle Obama di lato, nella locandina di Becoming
Il poster di Becoming, il documentario su Michelle Obama

Nata a Chicago il 17 gennaio 1964, l’ex First Lady racconta di quanto le sue origini dicano di lei e della comunità in cui è cresciuta.

Era una tipica comunità operaia. Buona musica, bei barbecue, bei momenti.

Nel trailer, scorrono le foto della piccola Michelle con i genitori, una bimba con le codine e lo stesso identico sorriso di oggi. Michelle in giardino in costume da bagno e le immagini di quella che sembra essere un’infanzia felice ricca di amore.

2 – La vita da First Lady è solo una piccola parte di ciò che realmente lei è

Sulle note di Girl on Fire di Alicia Keys e poco dopo la foto dell’abbraccio con la madre, il trailer ci mostra la Michelle Obama che abbiamo iniziato a conoscere e ad amare: la First Lady, moglie dell’ex Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama.

Pochissimo di ciò che sono è successo in quegli otto anni.

Naturalmente, Michelle si riferisce agli anni della presidenza Obama.

Molto più di ciò che ero è successo prima.

Racconta Mrs. Obama, circondata da alcune ragazze a un evento presso l’African American Museum di Filadelfia, di cui abbiamo visto qualche immagine nel precedente trailer.

3 – A scuola, non era abbastanza apprezzata

Come accade a molte persone nel corso della propria vita, anche Michelle Obama pare non fosse abbastanza apprezzata a scuola. Durante un’intervista, a Michelle viene detto:

Alle superiori, il tutor non vedeva in te quello che vedevi tu...

Scorre una foto della futura Mrs. Obama al liceo e quest’ultima conferma:

Decise che puntavo troppo in alto.

Ma il destino e la determinazione non si possono fermare e Michelle Obama ha dimostrato a quella persona, con il tempo, che si sbagliava.

4 – Ama parlare con i giovani e ispirarli

Come si intuiva dal precedente trailer, Michelle Obama ama particolarmente confrontarsi con i giovani, parlare con loro e ispirarli.

Non possiamo aspettare che il mondo sia equo per iniziare a sentirci viste. Sento di dover condividere con voi che l’energia che c’è là fuori è molto meglio di ciò che vediamo.

La forza ispiratrice di Michelle Obama arriva dritta al cuore.

5 – Michelle Obama non crede di essere speciale

C’è chi pensa che occorra essere speciali per raggiungere determinati risultati, ma Michelle Obama non la pensa così.

Come direbbe mia madre: Michelle e Barack Obama non sono speciali. Ci sono milioni di Michelle e Barack Obama in tutto il mondo. Se riusciamo ad aprirci un po’ di più e condividiamo la nostra storia, abbattiamo barriere.

Ecco le immagini di Michelle e Barack insieme, di ragazze che si sentono ispirate da una delle donne leader più famose al mondo, oltre che prima First Lady afroamericana della storia. Una ragazzina dice:

Sto diventando una ragazza forte, sicura di sé e agguerrita, che si rende conto che io ho il potere di cambiare il mondo.

Il trailer si conclude con la voce di Michelle Obama:

Questa sono io, per la prima volta senza filtri.

Il documentario condurrà noi spettatori dietro le quinte del tour, che ha portato Michelle Obama in giro per 34 città durante la promozione del suo libro autobiografico, Becoming - La mia storia, uscito nel 2018: il racconto della sua vita, delle sue radici, della Casa Bianca e dell’impegno politico e sociale, oltre di quello di moglie e madre.

Becoming - La mia storia Saggi Becoming - La mia storia di Michelle Obama
Becoming - La mia storia
Saggi

Becoming - La mia storia di Michelle Obama

23,75 €

Come si legge sul suo profilo Instagram, l’entusiasmo per questo nuovo progetto si fa sentire:

Quei mesi che ho trascorso viaggiando, incontrando e connettendomi con persone nelle città di tutto il mondo, hanno portato all'idea che ciò che condividiamo sia profondo e reale e non possa essere confuso. In gruppi grandi e piccoli, di giovani e anziani, unici e uniti, ci siamo riuniti e abbiamo condiviso storie, riempiendo quegli spazi con le nostre gioie, preoccupazioni e sogni. Abbiamo elaborato il passato e immaginato un futuro migliore. Parlando dell'idea del ‘divenire’, molti di noi hanno osato dire ad alta voce le proprie speranze.

View this post on Instagram

I’m excited to let you know that on May 6, @Netflix will release BECOMING, a documentary film directed by @nadiahallgren that looks at my life and the experiences I had while touring following the release of my memoir. Those months I spent traveling—meeting and connecting with people in cities across the globe—drove home the idea that what we share in common is deep and real and can’t be messed with. In groups large and small, young and old, unique and united, we came together and shared stories, filling those spaces with our joys, worries, and dreams. We processed the past and imagined a better future. In talking about the idea of ‘becoming,’ many of us dared to say our hopes out loud. I treasure the memories and that sense of connection now more than ever, as we struggle together to weather this pandemic, as we care for our loved ones, and cope with loss, confusion, and uncertainty. It’s hard these days to feel grounded or hopeful, but I hope that like me, you’ll find joy and a bit of respite in what Nadia has made. Because she’s a rare talent, someone whose intelligence and compassion for others comes through in every frame she shoots. Most importantly, she understands the meaning of community, the power of community, and her work is magically able to depict it. As many of you know, I’m a hugger. My whole life, I’ve seen it as the most natural and equalizing gesture one human can make toward another—the easiest way of saying, “I’m here for you.” And this is one of the toughest parts of our new reality: Things that once felt simple—going to see a friend, sitting with someone who is hurting, embracing someone new—are now not simple at all. But I’m here for you. And I know you are here for one another. Even as we can no longer safely gather we need to stay open and able to put ourselves in other people’s shoes. Empathy is our lifeline here. Let’s use it to redirect our attention toward what matters most, and find ways to better remake the world in the image of our hopes. Even in hard times, our stories help cement our values and strengthen our connections. Sharing them shows us the way forward. I love and miss you all. #IAmBecoming.

A post shared by Michelle Obama (@michelleobama) on

Prodotto dalla casa di produzione di Barack e Michelle Obama, Higher Ground Productions e diretto da Nadia Hallgren, Becoming: la mia storia arriverà su Netflix, in Italia, dal 6 maggio 2020.

      Cerca