Tyler Rake 2 si farà: Joe Russo è al lavoro sul copione del nuovo capitolo

Netflix Chris Hemsworth in una scena di Tyler Rake

Dopo il successo su Netflix, Joe Russo conferma di essere già al lavoro su un nuovo capitolo di Tyler Rake. Le discussioni sulla trama sono ancora in corso e non è chiaro se sarà un sequel o un prequel, ma si auspica ad un ritorno di Chris Hemsworth.

Arriva finalmente la conferma che aspettavamo: Tyler Rake 2 si farà!

Soltanto poche ore fa apprendevamo l'ottimo piazzamento del film diretto da Sam Hargrave (attualmente al quarto posto su Netflix, con un incasso di ben 85milioni e il record della premiere più vista di sempre) con tanto di video di ringraziamento ai fan della star Chris Hemsworth.

Quello che mancava era la risposta al dubbio finale: ci sarà un Tyler Rake 2? Sapevamo per certo che i fratelli Anthony e Joe Russo avevano pensato al personaggio dell'eroico mercenario come al protagonista di un nuovo franchise, ma non era trapelata la conferma di un sequel. Almeno fino ad ora!

Stando a quanto scrive Deadline, Joe Russo è infatti pronto a scrivere un nuovo capitolo sul personaggio di Tyler Rake:

Per me si è concluso l'accordo per scrivere Tyler Rake 2, e siamo discutendo di quello che dovrebbe trattare la trama.

Russo ha inoltre riferito che l'obiettivo sarà quello di elaborare la storia, scrivere la sceneggiatura e mostrarla a Hemsworth prima di iniziare a girare. Al momento però non è chiaro se il nuovo capitolo sarà ambientato narrativamente prima o dopo il film visto in questi giorni su Netflix, se sarà cioè un sequel o un prequel:

Non ci stiamo ancora interrogando se la storia andrà avanti o indietro nel tempo. Siamo rimasti con un gran finale aperto che lascia dei punti interrogativi per il pubblico.

Proprio così, il finale ambiguo è stato infatti oggetto di discussione tra i fan, che si sono posti diverse domande sull'uomo che si vede sullo sfondo nell'inquadratura conclusiva del film (ma non solo!), un dettaglio che ha quindi riaperto all'ipotesi di una nuova storia su Tyler Rake.

AGBO, la compagnia gestita dai fratelli Russo, è inoltre ottimista circa un possibile ritorno alla regia di Sam Hargrave e sul fatto che Chris Hemsworth possa riprendere il ruolo dell'eroico mercenario (e sappiamo quanto l'attore abbia amato girare Tyler Rake, nonostante la faticaccia costituita dagli incredibili stunt!).

Certamente per chi ha visto il film sarà difficile ad immaginarsi un sequel con un attore e un regista diverso: entrambi sono stati all'altezza di un buon action movie che è riuscito a divertirci e distrarci durante i giorni di quarantena della pandemia Covid-19, compito tutt'altro che facile.

Hargrave, che ha una lunga esperienza come coordinatore di stunt e aveva già lavorato con i Russo e Hemsworth sul set di Avengers: Endgame, ha con Tyler Rake esordito al lungometraggio, dopo aver diretto alcuni cortometraggi d'azione. È quindi uno che si è fatto le ossa nel cinema di genere, motivo per cui è stato scelto per dirigere Tyler Rake, come racconta Joe Russo:

C'è sempre stato un semplice impulso alla storia, un'esecuzione balistica dell'azione in cui si prende un personaggio danneggiato che ha commesso un grave errore in passato e ha un cammino verso la redenzione che potrebbe essergli fatale.

La chiave era che avevamo bisogno di un regista d'azione tutto muscoli come Sam per essere la principale forza creativa nello svolgimento dell'azione.

I Russo sono quindi soddisfatti ed entusiasti del successo riscosso da Tyler Rake, un progetto per il quale hanno potuto contare sull'appoggio di Chris Hemsworth, che si è lasciato coinvolgere in una produzione diversa rispetto a quella di Kevin Feige di Avengers: Endgame, l'ultimo lavoro da registi dei due fratelli di Cleveland. Secondo questi ultimi, parte del successo di Tyler Rake è da attribuire alla loro decisione di girare in India, che hanno avuto modo di visitare per la prima volta durante i tour stampa dei film sugli Avengers.

Nel film diretto da Sam Hargrave vediamo infatti il mercenario Tyler Rake impegnarsi nell'estrazione di Ovi Mahajan, il figlio di un signore del crimine, che è stato fatto prigioniero. L'azione ha luogo a Dhakan, in Bangladesh, ma quando Anthony e Joe Russo idearono Tyler Rake, circa 12 anni fa, l'intenzione era quella di ambientare la storia in Sud America. Poi l'uscita di Triple Frontier, un prodotto a prima vista troppo simile a Tyler Rake (Netflix, action movie e ambientato in Sud America), li ha costretti a riconsiderare la location:

Siamo rimasti scioccati perché non riuscivamo a ricordare un solo importante film d'azione occidentale che è stato girato lì, e gli elementi culturali hanno semplicemente potenziato la narrazione. È stato eccitante e avvincente ambientarlo in un mercato emergente come quello.

Cosa ne pensate? Per voi quanto ha influito l'ambientazione sul successo di Tyler Rake? Siete ansiosi di vedere il sequel?

Leggi anche

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.