Russell Crowe sarà un mafioso nel thriller American Son

Solstice Studios Russell Crowe in una scena di Unhinged

Variety ha rivelato in esclusiva il prossimo film della star de Il gladiatore. Un thriller di mafia diretto da Andrew “Rapman” Onwubolu e sceneggiato da Dennis Lehane.

Secondo quanto rivelato in esclusiva da Variety, Russell Crowe reciterà nel thriller prodotto da Paramount Pictures American Son, basato sull'acclamato film francese del 2009 Il profeta, vero e proprio dramma criminale diretto da Jacques Audiard e con protagonista Tahar Rahim. La pellicola si è aggiudicata il Grand Prix Speciale della Giuria del 62esimo Festival di Cannes, nove Premi César 2010, tra cui quello per il miglior film, ed è stato candidato come miglior film straniero ai Premi Oscar 2010.

La trasposizione hollywoodiana del cult francese, in pratica una sorta di remake, vedrà alla regia Andrew “Rapman” Onwubolu, chiamato a dirigere il film sulla base di una sceneggiatura curata da Dennis Lehane, scrittore di best-seller quali Mystic River e Shutter island, già portati con successo sul grande schermo. Neal H. Moritz e Toby Jaffe figurano invece come produttori con la loro Original Film.

Rapman ha ottenuto la regia di American Son grazie al lavoro svolto col dramma poliziesco Blue Story. La pellicola, sulla scia dell'originale, sarà incentrata su un uomo che, finito sotto l'ala protettrice di uno spietato boss mafioso (interpretato da Crowe) durante la carcerazione, tesse poco alla volta una rete di alleanze dentro e fuori la prigione, arrivando a spodestare l'ex mentore e guadagnandosi così un posto come boss accanto alla mafia italiana e a quella russa.

Paramount, sempre secondo quanto riportato da Variety, è ora alla ricerca del protagonista di American Son. I casting inizieranno a breve. All'inizio il film doveva essere una produzione Sony Pictures (in quel periodo è stato assegnato il titolo al film), che però si è svincolata, con Paramount che è subentrata in corsa.

Prima di calarsi nel ruolo di un mafioso, rivedremo Crowe al cinema col thriller Unhinged, già ribattezzato il primo film che sfiderà la pandemia, arrivando nelle sale americane il prossimo 1 luglio, distribuito da Solstice Studios. Nel film l'attore neozelandese ha il suo giorno di ordinaria follia: look alla Bud Spencer, sguardo da invasato e metodico esercizio della vendetta. Un allenamento in vista di American Son?

Fonte: Variety

Leggi anche

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.