Nero a metà: il finale della prima stagione (e cosa anticipa per la 2)

Cattleya/Rai Fiction/Netflix I protagonisti di Nero a metà

L'ultima puntata di Nero a metà è un climax ascendente di colpi di scena. Ecco come finisce la prima stagione di Nero a metà e cosa anticipa il gran finale della stagione 2, che dovrebbe debuttare su Rai 1 nell'autunno 2020.

L'esordio di Nero a metà tra le proposte del palinsesto di Rai 1 risale al 2018. La serie, co-produzione Rai Fiction, Cattleya e Netflix, è interpretata da Claudio Amendola (Carlo Guerrieri) e Miguel Gobbo Diaz (Malik Soprani), nei panni di due poliziotti molto diversi tra loro.

La trama è ambientata negli uffici del commissariato del Rione Monti a Roma, dove all'ispettore Guerrieri viene affiancato il 28enne di origini africane Malik. Il primo è un veterano dal passato tormentato, il secondo un vice ispettore fresco di Accademia. Malik, adottato da Alice (Sandra Ceccarelli), si invaghisce sin da subito della figlia di Guerrieri, Alba (Rosa Diletta Rossi), promettente medico legale che è appena andata a convivere con il fidanzato Riccardo (Giulio Cristini).

La presenza di Malik porterà non poco scompiglio in commissariato e i rapporti con l'ispettore Guerrieri si faranno sempre più tesi, anche a causa dell'interesse del ragazzo per la figlia dell'uomo, rimasta orfana da piccolissima in seguito alla scomparsa della madre Clara.

Carlo Guerrieri cela segreti importanti circa la vera storia della morte di Clara. Nonostante non l'abbia mai dimenticata fino in fondo, frequenta da anni l'edicolante Cristina (Alessia Barelli), ma qualcosa di grosso sembra non dargli pace. Attorno ai personaggi principali orbitano il sovrintendente Mario Muzo (Fortunato Cerlino, Pietro Savastano in Gomorra - La serie, n.d.r.), grande amico di Carlo, la futura mamma Cinzia Repola (Margherita Vicario), relegata a mansioni di ufficio, l'agente scelto Marco Cantabella (Alessandro Sperduti), grande amico di Malik, e l'affascinante dirigente della squadra mobile Micaela Carta (Antonia Liskova), che ha sostituito Elia Santagata (Roberto Citran).

L'intreccio di Nero a metà procede su due livelli: quello legato a un'indagine principale - in questo caso, su un grosso traffico di droga - che fa da filo conduttore tra tutti gli episodi e quello che, invece, compete diversi casi minori. Stando alle anticipazioni, sarà questo lo schema che gli sceneggiatori seguiranno anche per Nero a metà 2, tra le fiction Rai che dovremmo vedere nell'autunno 2020.

Prima di scoprire qualche indiscrezione sulla seconda stagione, ripercorriamo insieme il riassunto del finale, andato in onda il 17 dicembre 2018 e diviso in due parti Una questione in sospeso p.1 e p.2.

Come finisce Nero a metà

  • Malik viene ferito da un colpo di fucile da Santagata. Viene creduto morto durante il finale di stagione, ma in realtà è ancora vivo e lo ritroveremo in Nero a metà 2.

Carlo viene arrestato: è accusato dell'omicidio di Bosca, spacciatore con cui la moglie lo tradiva. Alba, sconvolta per l'accaduto e incredula, chiede aiuto a Riccardo, che diventa l'avvocato di Carlo. Dopo le indagini preliminari, si scopre che l'arma del delitto è una pistola trovata nell'appartamento di Carlo, appartenente a suo padre. L'unica a sapere dove Carlo la custodisse era Clara. Muzo inizia a sospettare, quindi, che Clara abbia rubato l'arma a Carlo e che abbia ucciso lei Bosca, rimettendola poi al solito posto.

Riccardo riesce a far uscire Carlo di prigione, ma c'è qualcosa che non quadra. L'avvocato capisce che qualcuno si è introdotto in casa di Carlo trovando quella pistola e facendo il confronto balistico prima dell'arresto: è stato Malik, e Alba - sentendosi profondamente tradita dall'uomo che ama - prende le distanze da lui. Ciò che ancora non è chiaro e chi aiutasse Bosca e Clara nello spaccio di droga: tutto porta a pensare che i due avessero un complice in polizia.

La prima parte del finale di stagione si conclude con Santagata che va a trovare Logarzo, uno dei clienti di Carlo e Clara.

Cattleya/Rai Fiction/NetflixAlba tra il padre Carlo e Malik
Alba tra il padre Carlo e Malik

Carlo ha fatto ritorno a casa e Malik si presenta da Logarzo. L'uomo viene trovato senza vita, sembra che gli abbiano sparato alla testa. Malik chiede di poter indagare su Logarzo ed esce allo scoperto in commissariato svelando a tutti di essere stato lui a far scattare l'arresto di Carlo. Il giovane ispettore riesce a risalire a Santagata: è stato lui a uccidere Logarzo, prima che potesse parlare con la polizia.

Intanto, Alba sparisce e i sospetti ricadono proprio su Santagata, che nel mentre sentendosi braccato intraprende una fuga in auto con il suo cane. Proprio grazie al GPS del collare dell'animale verrà rintracciato e arrestato. Purtroppo, però, non è stato lui a rapire Alba ma il padre di Alina Nesti, ultima vittima della droga, convinto che sia stato Carlo a procurare la dose letale a sua figlia e che, per questo, vuole ammazzare anche Alba.

Fortunatamente, Malik e Carlo arrivano in tempo per salvare la ragazza, ma Malik viene ferito da un colpo di fucile e ricoverato d'urgenza all'ospedale, dove tutti gli altri agenti di polizia e sua madre accorrono immediatamente. Carlo, frattanto, riceve l'incarico di interrogare Santagata e l'uomo svela tutta la verità: quando era solo un ispettore, collaborava con Bosca in cambio di soffiate sui criminali e i funzionari corrotti e grazie a lui fece carriera. Bosca è stato assassinato proprio da Santagata, che conferma una verità nascosta che da sempre tormentava Carlo: Clara è ancora viva.

Alba, dopo aver saputo la verità su sua madre, decide di mettersi sulle sue tracce. Carlo, invece, sembra aver trovato pace: nelle ultime scene gioca sulla spiaggia con il cane di Santagata e ufficializza la sua relazione con Cristina.

Cosa sappiamo della seconda stagione: anticipazioni

Il finale della prima stagione di Nero a metà è chiaramente aperto. Stando a quello che sappiamo della seconda stagione, ritroveremo buona parte del cast principale e gli episodi saranno sempre 12, divisi in 6 puntate da 2 episodi ciascuna.

Cattleya/Rai Fiction/NetflixClaudio Amendola e Fortunato Cerlino in Nero a metà
Claudio Amendola e Fortunato Cerlino in Nero a metà

Malik e Carlo sono stati entrambi promossi al grado di ispettori superiori e si ritroveranno, ancora una volta, a lavorare insieme. I due proveranno ad andare d'accordo, ma così come non appena si sono conosciuti le cose tra loro non saranno semplici. Carlo è intenzionato finalmente a sposare Cristina, mentre Malik e Alba non hanno ancora definito la loro relazione, conclusasi bruscamente quando la ragazza ha scoperto che era stato proprio Malik a far arrestare suo padre. Ritroveremo Alba legata di nuovo all'ex fidanzato Riccardo, seppure combattuta per i suoi sentimenti per Malik.

Intanto, cominciano le indagini ufficiali per la ricerca di Clara, moglie di Carlo e madre di Alba, creduta morta per oltre 20 anni.

  • Nero a metà va in onda in replica su Rai 1 dal 20 maggio 2020. La serie è disponibile anche su RaiPlay e su Netflix, in quanto co-produzione Rai Fiction, Cattleya e Netflix.

Ricordiamo che Nero a metà dovrebbe tornare sul piccolo schermo con la sua seconda stagione nell'autunno 2020. La serie è attualmente disponibile in streaming.

Leggi anche

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.