Netflix cancellerà gli account inattivi: ecco come funziona il processo

Pexels Netflix su un tablet

Tramite un comunicato, Netflix ha reso noto che cancellerà gli account inattivi. A breve, la piattaforma di streaming online invierà delle e-mail a tutti gli utenti interessati dal processo. Sarà, ad ogni modo, possibile riattivare il proprio profilo.

Novità sul fronte Netflix: la nota piattaforma di streaming online cancellerà gli account inattivi. Se non utilizzate il servizio da tempo, è probabile che, nei prossimi giorni, riceviate un’e-mail che vi chieda di confermare la vostra iscrizione.

A darne notizia, è stata proprio Netflix che, in una nota sul proprio sito Internet, ha avvisato gli utenti: tra qualche giorno, verranno inviate alcune e-mail a chi ha sottoscritto l’abbonamento da oltre un anno, ma non ha mai effettuato l’accesso e a chi non ricorre al servizio da più di due anni.

Come si legge nel comunicato dell'amatissima piattaforma di streaming online e dichiarato da Eddy Wu, direttore Product Innovation:

In Netflix, l’ultima cosa che vogliamo è che la gente paghi per un prodotto che non utilizza. Così, chiederemo a tutti quelli che non hanno mai guardato niente su Netflix per un anno, da quando si sono abbonati, di confermare se vogliono mantenere l’abbonamento. Faremo lo stesso con chiunque abbia smesso di usufruirne per oltre due anni.

Netflix procederà con la cancellazione dell’account in questione, nel caso in cui non ci sia alcuna risposta da parte dell’utente. Ovviamente, sarà possibile per quest’ultimo riattivarlo: entro dieci mesi dalla sospensione, sarà possibile ritrovare le proprie impostazioni salvate, tra cui preferenze, profili e serie TV e film da dove si è interrotta la visione.

Ma come mai questa decisione? A tutti può capitare di sottoscrivere un abbonamento a un determinato servizio e di non utilizzarlo più, dimenticandosi però di disdire la sottoscrizione.

Gli abbonati interessati inizieranno a ricevere le e-mail dalla prossima settimana. Se non confermeranno che vogliono mantenere l’abbonamento, questo verrà automaticamente cancellato.

Un modo, dunque, per aiutare gli utenti sbadati che continuano a pagare l’abbonamento senza usufruirne, agevolando anche il processo di iscrizione e cancellazione.

Netflix ha fatto, comunque, sapere che gli account inattivi rappresentano davvero una piccola parte di tutta la community, solo poche centinaia di migliaia: si tratta, infatti, soltanto dello 0,5% circa.

Che ne pensate?

Leggi anche

      Cerca