Amazon reinventa Lisbeth Salander con una serie indipendente dai romanzi di Stieg Larsson

Sony Rooney Mara nel ruolo di Lisbeth Salander

L'eroina di Stieg Larsson torna sul piccolo schermo grazie ad Amazon in una versione riveduta e corretta: la serie in corso di lavorazione ci mostrerà una Lisbeth Salander come non l'abbiamo mai vista.

Chissà come reagiranno i fan dello scrittore Stieg Larsson e della fortunatissima saga di thriller Millennium alla notizia che Lisbeth Salander sta per tornare con un nuovo adattamento. D'altronde l'eroina dark è diventata uno dei personaggi femminili del nuovo secolo più iconici a livello mondiale, grazie al successo di Uomini che odiano le donne e dei successivi romanzi, senza dimenticare i due adattamenti per il grande cinema. 

Ci sarà dunque una quarta attrice a vestire i panni della geniale hacker punk, dopo Noomi Rapace, Rooney Mara e l'ex regina Claire Foy. La vera novità è che sarà lo stesso personaggio di Lisbeth Salander a presentarsi in una veste completamente inedita. Lo ha annunciato in esclusiva Variety: non solo Amazon si è assicura i diritti di utilizzo del personaggio, ma intende costruirci intorno una storia totalmente nuova.

Warner BrosClaire Foy nei panni di Lisbeth
Claire Foy ha portato su schermo l'incarnazione più recente della celebre hacker

Quanti hanno letto i romanzi dello scrittore svedese e i seguiti successivi a firma David Lagercrantz devono aspettarsi molte sorprese: la serie non sarà tratta da nessuna fonte letteraria o filmica precedente. 

Amazon riscrive il personaggio di Lisbeth Salander 

Attualmente il progetto ha il titolo provvisorio di The Girl With the Dragon Tattoo (il titolo anglofono "inventato" del primo romanzo che in italiano è stato correttamente tradotto Uomini che odiano le donne), pur non avendo legami con il libro. Anzi, la storia dovrebbe essere ambientata nel presente, mentre il romanzo originale inizia nel 2003. Quella di Amazon promette  dunque di essere una serie standalone, senza legami con la saga di Millennium e con le Lisbeth del passato filmico e letterario. 

Al momento è trapelata solo l'idea dietro al progetto, a cui pare non siano ancora stati associati nomi di sorta né dal punto di vista recitativo, né registico. Insomma, è chiara la volontà di Amazon di creare una nuova Lisbeth Salander adatta anche chi ne ignori le precedenti incarnazioni. Rimane da capire chi si prenderà l'onere di riscrivere un personaggio che in Svezia è considerato un patrimonio nazionale tanto quanto Pippi Calzelunghe (di cui Stieg Larsson era un grande fan) e verso cui la popolazione è molto protettiva. 

BIMNoomi Rapace nei panni di Lisbeth
Noomi Rapace è stata la prima Lisbeth su grande schermo e il ruolo ha lanciato la sua carriera internazionale

Per la sua natura anarchica e ribelle e la capacità di resistere alla violenza delle relazioni familiari e delle strutture sociali, Lisbeth Salander è diventata un simbolo molto forte. Se dal punto di vista commerciale è evidente che la mossa di Amazon punti a capitalizzare su un personaggio già noto e amato dal grande pubblico e dall'immagine molto impattante (tra tatuaggi, tagli di capelli estremi e look total black) dall'altra suscita qualche perplessità rispetto all'opportunità dell'operazione stessa.

L'appropriazione e totale riscrittura di un'eroina svedese dalla genesi così recente (che ha conosciuto almeno un paio di ottimi adattamenti in tempi recentissimi) si presenta quantomeno come delicata, se non proprio controversa. Spostare Lisbeth in un'altra epoca (forse in un'altra nazione?) senza una forte idea creativa dietro che non sia "fare una serie di successo" è davvero un'operazione necessaria? Anche perché per il compianto scrittore la saga di Millennium l'aveva creata a partire da un chiaro messaggio politico, romanzando le proprie convinzioni in materia sociale e politica, riversando in Millennium le sue esperienze da reporter che indaga sul lato oscuro della "civilissima Svezia". 

BIM / Sony / Warner Bros Le tre interpreti di Lisbeth al cinema
Noomi Rapace, Rooney Mara e Claire Foy hanno dato tre interpretazioni differenti della celebre hacker

Staremo a vedere a chi verrà affidato il compito di creare una nuova Lisbeth, sia dal punto di vista di scrittura sia dal punto di vista recitativo. Quel che è certo è che il personaggio di Lisbeth è di quelli che marcano una carriera, un po' per la fama dello stesso, un po' per la trasformazione fisica radicale che comporta incarnarlo davanti alla cinepresa. Sarà interessante vedere quale attrice verrà scelta da Amazon e in qualche modo interpreterà questa nuova Lisbeth. 

Leggi anche

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.