Japan Sinks 2020: un trailer per la nuova serie anime Netflix

Netflix presenta con un trailer la sua nuova serie animata giapponese esclusiva intitolata Japan Sinks: 2020.

Netflix ha mostrato il primo trailer di un nuovo anime che presto entrerà a far parte del suo catalogo. Il nome della serie è Japan Sinks: 2020, ed è ispirata dal romanzo dell'autore Sakyo Komatsu chiamato Nihon Chinbotsu, uscito in origine nel 1973. Il romanzo ha avuto un grande successo in patria, tanto che è tutt'oggi considerato un classico della fantascienza.

L'anime è prodotto da Netflix direttamente, sarà composto da 10 episodi e uscirà in tutti i paesi in cui il servizio della piattaforma di streaming è attivo dal prossimo 9 luglio. L'anime avrà alla regia Masaaki Yuasa, che già in passato aveva diretto per Netflix Devilman Crybaby, rifacimento del classico di Go Nagai. A occuparsi della realizzazione dell'anime sarà lo studio di Yuasa stesso, ossia Science SARU. La sceneggiatura sarà scritta da Toshio Yoshitaka, mentre Kensuke Ushio si occuperà delle musiche. Al character design ci saranno Naoya Wada e Ken Hashimoto, che già avevano lavorato in Devilman Crybaby.

La storia di Japan Sinks: 2020 vede una serie di sconvolgenti terremoti e tsunami sconvolgere improvvisamente il paese nipponico. Alcuni geologi scoprono che questo è dovuto a un'enorme crepa in fondo al mare che rischia di far sprofondare l'intera nazione. Il governo nipponico prova a negoziare il trasferimento della propria popolazione in altri paesi, ma le cose non vanno per il verso giusto.

Netflix/Science SARUJapan Sinks famiglia Mut

L'anime seguirà le vicende della famiglia Muto, composta da quattro membri, genitori più un figlio e una figlia, che coinvolti in un terremoto a Tokyo si ritroveranno a fuggire dalla città per trovare riparo, mentre tutto intorno a loro la società giapponese precipita nel caos. Persino il Monte Fuji torna attivo come vulcano, mentre il destino del popolo giapponese diventa sempre più incerto.

L'anime sposta le vicende, che nel romanzo originale erano ambientate negli anni '70 al 2020, mostrando una società giapponese più attuale e moderna. Cosa ne pensate di questo primo trailer, vi incuriosisce?

Leggi anche

      Cerca