Modern Family, il finale: l'addio alla sitcom con un lungo abbraccio

Un finale di serie commovente e coerente con le tematiche sempre affrontate da Modern Family. Un addio aderente alla realtà, in cui la vita ci porta lontano dalle persone che amiamo... Scopriamolo insieme.

Eravamo preparati, ed è successo: Modern Family è finita.

11 stagioni, un'infinità di premi e di risate, corredate dalle lacrime inevitabili per il finale di serie trasmesso venerdì da FOX.

Un finale che si è concretizzato in un lungo e ripetuto abbraccio con le lacrime del cast.

Ma c'è anche altro: un progetto preciso dietro la conclusione. Scopriamolo insieme.

Le cose cambiano

I figli crescono, la vita ci porta lontano dalle persone che amiamo. Le cose cambiano.

Modern Family avrebbe potuto scegliere una conclusione statica, lasciando tutti i personaggi che abbiamo seguito e amato per tanti anni esattamente là, dove li ricordavamo.

Sarebbe stato certamente rassicurante, saperli tutti insieme, alle prese con la solita vita che avevamo imparato a conoscere.

Invece, gli autori capeggiati dai creatori Christopher Lloyd e Steve Levitan hanno voluto scombinare le carte, e l'hanno fatto per coerenza.

Perché Modern Family, al contrario delle sitcom classiche, ha sempre messo in evidenza la dinamicità, la crescita, l'evoluzione. In una parola: il cambiamento.

E, siccome le cose nella vita vera cambiano, ecco che anche sul set la vita porta la famiglia allargata a separarsi.

Una nuova vita

La premessa è semplice, come sempre nelle trame di Modern Family: eventi che si sovrappongono portano la famiglia Pritchett-Dunphy-Tucker a separarsi.

Jay (Ed O’Neill) e Gloria (Sofia Vergara) dovranno salutare Manny (Rico Rodriguez), in partenza per un viaggio già annunciato attorno al mondo con il padre.

Mitch (Jesse Tyler Ferguson) e Cam (Eric Stonestreet) si trasferiscono in un altro Stato perché Cam possa accettare il lavoro dei suoi sogni, mentre Alex (Ariel Winter) va addirittura in un altro Continente: il lavoro la porterà in Svizzera.

Luke (Nolan Gould) è stato accettato al college, lontano da casa, e Haley (Sarah Hyland) sa che è il momento di lasciare il nido e andare a vivere con Dylan (Reid Ewing) e i gemelli, iniziando una nuova vita con la sua famiglia.

Saperli lì, tutti insieme e tutti vicini, dove erano stati per tante stagioni, sarebbe stato rassicurante. Vederli mentre si abbracciano, fra lacrime vere - che accompagnano le nostre - è stato invece realistico.

Ancora una volta, Modern Family ha scelto la semplicità: la massima aderenza alla realtà della vita.

Ci mancherà, ma potremo sempre vedere e rivedere le sue avventure di queste 11 indimenticabili stagioni.

Mentre ricordiamo quell'abbraccio finale e commosso, ripetuto più volte, che ha voluto stringere forte anche noi.

Addio, Modern Family.

Grazie per aver scritto la storia della TV e aver allietato le nostre giornate.

Leggi anche

      Cerca