15:17 - Attacco al treno, la storia vera e il libro dietro al film

15:17 - Attacco al treno è un film del 2018 diretto da Clint Eastwood e ispirato all'attacco terroristico sventato da tre giovani americani il 21 agosto 2015 a bordo di un treno. Ecco la loro storia, che ha ispirato anche un'autobiografia di successo.

Warner Bros. I tre protagonisti di 15:17 - Attacco al treno

Prodotto e diretto da Clint Eastwood, 15:17 - Attacco al treno è un film drammatico basato sul libro autobiografico The 15:17 to Paris: The True Story of a Terrorist, a Train, and Three American Heroes di Jeffrey E. Stern, Spencer Stone, Anthony Sadler e Alek Skarlatos.

Accolto in maniera non propriamente entusiasta dalla critica cinematografica statunitense, 15:17 - Attacco al treno trae dunque spunto da un libro a sua volta ispirato da un fatto di cronaca realmente accaduto nel 2015: il 21 agosto di quell'anno gli autori dell'autobiografia di cui sopra, infatti, sventarono un tentato attacco di matrice islamista avvenuto sul treno 9364 dell'impresa ferroviaria internazionale Thalys. Nella pelicola, i tre protagonisti della vicenda sono interpretati da loro stessi, una scelta azzardata quanto, in parte, vincente.

Ma procediamo con ordine.

La trama della pellicola

Facciamo la conoscenza dei tre protagonisti del film (gli stessi dell'autobiografia e della storia realmente avvenuta). Spencer Stone e Alek Skarlatos frequentano una scuola cristiana, ma il loro interesse per le armi li spinge spesso ad essere oggetto di sanzioni disciplinari da parte della scuola. Un giorno, nell'ufficio del preside incontrano un altro studente, che spesso si comporta male, Anthony Sadler. I tre finiscono col diventare buoni amici.  

Mentre lavora part-time in un negozio di frullati, Spencer aspetta un reclutatore del Corpo dei Marines degli Stati Uniti e decide di arruolarsi nella United States Air Force Pararescue, per diventare un operatore di primo soccorso in zone di guerra, lanciandosi da elicotteri o col paracadute. Dopo diversi mesi di rigoroso allenamento ed esercizio fisico, Spencer ritrova un'ottima forma fisica ma viene rifiutato dalla scuola e finisce con l'arruolarsi in un altro reparto nell'aeronautica, grazie a cui compie diverse missioni all'estero. Alek, invece, si arruola nell'esercito e viene inviato in Afghanistan. Anthony, invece, si iscrive all'università.

Alek e Spencer decidono di incontrarsi in Germania e invitano anche Anthony, per fare insieme una piccola vacanza in giro per l'Europa. I tre, ritrovatisi, decidono infine di andare ad Amsterdam. Dopo alcuni giorni trascorsi nella Capitale olandese, pianificano il loro arrivo in Francia. Partono dalla stazione di Amsterdam col treno delle 15:17 diretto a Parigi. 

A bordo del treno tutto sembra tranquillo, fino a quando il francese-americano Mark Moogalian non nota che uno dei servizi igienici è occupato da troppo tempo. Quando va al bagno per indagare, un terrorista salta fuori con un grosso fucile d'assalto. Un altro passeggero, Damien A., afferra il terrorista per il collo e Moogalian riesce a strappargli il fucile, ma viene poi colpito alla schiena con una pistola calibro 9 mm.

I passeggeri iniziano a fuggire dai loro posti e si precipitano verso le cabine anteriori del treno, cercando di fuggire. Alla fine, il terrorista raggiunge il vagone successivo, dove Spencer e i suoi amici sono seduti. Nel momento in cui Spencer lo vede, entra in azione. Decide che la sua unica speranza, e l'unica speranza dei restanti 500 passeggeri a bordo, è provare a sopraffare il terrorista.

Spencer compie uno sprint disperato verso l'uomo nella speranza di sottometterlo prima di essere colpito. Con grande fortuna, l'arma del terrorista si inceppa proprio mentre sta per sparare, e viene affrontato da Spencer, che lo disarma con successo. Vedendo i progressi di Spencer nel sottomettere il terrorista, Alek, Anthony e altri passeggeri si uniscono agli sforzi del ragazzo per cercare di sopraffare ulteriormente il terrorista, bloccandolo definitivamente. Spencer quindi blocca l'emorragia di Moogalian con le dita mentre sul treno riescono a salire le forze armate dalla polizia, solo per scoprire che Spencer ha sottomesso il terrorista e che i paramedici hanno iniziato a curare le sue ferite e quelle più gravi del passeggero colpito. I paramedici portano Moogalian al pronto soccorso di un ospedale locale, con l'uomo che riesce a sopravvivere.

In seguito vediamo come Spencer, Alek e Anthony, nel corso di una cerimonia solenne, siano riconosciuti come veri e propri eroi per il coraggio mostrato. In seguito fu scoperto che il terrorista era stato armato con oltre 300 colpi di munizioni con lo scopo apparente di usarle tutte per provocare morte e caos sul treno. Per onorare l'atto disinteressato, ma di estremo coraggio di Spencer, a lui e ai suoi amici è stata conferita la Legione d'Onore francese. Il 22 settembre 2015, anche Mark Moogalian è stato insignito con il medesimo riconoscimento dal presidente Hollande per il coraggio mostrato a bordo del convoglio. 

L'autobiografia nata dall'esperienza di Spencer Stone, Alek Skarlatos e Anthony Sadler

Skarlatos, Alek The 15:17 to Paris: The True Story of a Terrorist, a Train, and Three American Heroes
Skarlatos, Alek

The 15:17 to Paris: The True Story of a Terrorist, a Train, and Three American Heroes

21,72 €

Quest'autobiografia, frutto quindi delle esperienze vissute dai tre protagonisti in persona (rivissuta attraverso la loro partecipazione al film nato dalla loro storia), racconta di un terrorista dell'ISIS che ha pianificato di uccidere più di 500 persone. Ci sarebbe riuscito, se non fosse stato per l'intromissione di tre amici americani che si sono rifiutati di arrendersi alla morte e alla paura. Il 21 agosto 2015, Ayoub El-Khazzani salì sul treno n. 9364 a Bruxelles, diretto, via Amsterdam, a Parigi. Di certo non c'erano dubbi sulla natura della sua missione. L'uomo è salito a bordo del treno con un fucile AK-47, una pistola, un cutter e un numero di munizioni sufficiente per uccidere tutti i passeggeri a bordo.

Riuscendo a rifugiarsi in bagno senza dare troppo nell'occhio, è riuscito a caricare tutte le sue armi, con l'ISIS pronto quindi a sferrare un nuovo e letale attacco. Khazzani non si aspettava però di certo di trovarsi dinanzi a persone come Anthony Sadler, Alek Skarlatos e Spencer Stone.

Stone era un appassionato di arti marziali e aviatore di prima classe nella US Air Force, Skarlatos era un membro della Guardia Nazionale dell'Oregon, Anthony uno studente universitario. Tutti e tre avevano qualcosa in comune: un forte coraggio, un cuore impavido e una grande amicizia che li ha uniti sin dall'adolescenza. L'autobiografia, pertanto, non è solo il racconto dettagliato di un attentato terroristico sventato, ma anche una straordinaria testimonianza di amicizia e coraggio, con tre giovani uomini che hanno trovato dentro di sé la forza più grande nel momento in cui loro e altri 500 inconsapevoli viaggiatori ne hanno avuto più bisogno.

Lo sventato attacco terroristico del 21 agosto 2015

Warner Bros.Scena del film: treno
Il treno su cui viaggiano i protagonisti del film

La sera del 21 agosto 2015 i media di tutto il mondo hanno riferito la notizia dello sventato attacco terroristico avvenuto a bordo del treno Thalys 9364, in viaggio da Amsterdam a Parigi e partito nel pomeriggio alle 15:17. L'attacco è stato sventato da tre giovani statunitensi (2 militari e 1 studente) in vacanza in Europa. I protagonisti della vicenda sono: Spencer Stone, Anthony Sadler e Alek Skarlatos che, grazie alla loro solida amicizia e ad un gran coraggio, sono stati in grado di immobilizzare l'attentatore, il marocchino Ayoub El-Khazzani, armato con un fucile d'assalto (e altre armi) e pronto a sparare alle centinaia di passeggeri a bordo del convoglio.

Non solo, Spencer in particolare, è anche riuscito a tenere sotto controllo le condizioni di salute Mark Moogalian, un passeggero che, intervenuto inizialmente contro l'attentatore, era rimasto gravemente ferito da un colpo di pistola esploso dallo stesso attentatore.

Per il loro grande gesto, i protagonisti di questa storia, fortunatamente dall'epilogo non drammatico, hanno ricevuto la Legion d'onore, la più alta onorificenza francese, dall'allora presidente Francois Hollande.

Via: Imdb /Time/The Guardian

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca