Dune sarà visivamente diverso da Star Wars, ne parla il direttore della fotografia

Lucasfilm/Warner Bros. A sinistra i droidi di Star Wars e a destra un personaggio del nuovo Dune

Il nuovo fantascientifico Dune di Denis Villeneuve sarà in parte ambientato nel deserto, così come molte scene del franchise di Guerre Stellari. I due universi però saranno molto diversi, ne parla il direttore della fotografia Greig Fraser.

Una delle più grosse difficoltà nel trasporre un romanzo in un film sta nella sua rappresentazione visiva.

Infatti, il potenziale pubblico cinematografico potrebbe conoscere già la storia del film ma, di fatto, ha solo potuto immaginare i luoghi in cui questa si svolge. La rappresentazione cinematografica, in questo senso, dà vita a un universo, fino a quel momento, solo idealizzato.

Il cinema è soprattutto immagine e per questo il lavoro dei concept artist e del direttore della fotografia, in accordo con il regista, è fondamentale per stabilire il tono e l'aspetto del film.

Quando, come nel caso di Dune di Denis Villeneuve, si tratta di un film ambientato in un mondo non reale, il lavoro è ancora più arduo. Inoltre, per la buona riuscita del film, bisogna riuscire a creare qualcosa di unico e nuovo, che lo spettatore non riconosca in altre opere.

Il direttore della fotografia di Dune è Greig Fraser, che ha già lavorato nel franchise di Star Wars nel film Rogue One: A Star Wars Story e nella serie TV The Mandalorian, occupandosi - in questo caso specifico - degli episodi 1, 3 e 7.

I fan di Star Wars sanno bene che uno dei pianeti principali del franchise è quello desertico di Tatooine. È su questo pianeta che è iniziata l'avventura di Luke Skywalker ed è sempre qui che è terminato il cammino (almeno per ora) di Rey.

LucasfilmLuke Skywalker su Tatooine
Una scena di Guerre Stellari nel deserto di Tatooine

Era quindi fondamentale per Villeneuve e Fraser non far apparire le location sabbiose di Dune - tipiche del romanzo - come molto simili a quelle dell'universo creato da George Lucas.

Warner Bros.Nel deserto, due dei protagonisti di Dune
Il deserto di Dune

A questo proposito è intervento il direttore della fotografia di Dune. Ha raccontato come abbia dovuto dimenticare tutto ciò che aveva già fatto in Star Wars, per immedesimarsi in qualcosa di completamente diverso.

Ho dovuto dimenticare molto di quanto fatto con Star Wars, mentre stavo realizzando Dune. Non è stato difficile però. Denis [Villeneuve] ed io abbiamo parlato chiaramente di come il film doveva apparire e di altre cose, quindi non è stato difficile sterzare e cambiare corsia. C'erano alcune somiglianze come quelle dei deserti.

Fraser poi, nell'intervista, si rifà al lavoro di Lucas:

Alla fine sono sicuro che George Lucas si sia ispirato a Dune quando ha realizzato Guerre Stellari. Non so se sia sacrilego parlarne, ma ci sono molte somiglianze in alcune aree, quindi si può dire che ne è stato sicuramente influenzato. Così ho dovuto fare attenzione a lavorare sia a Dune che a The Mandalorian, in modo da non ripetermi. Inoltre, non solo per il bene del film ma anche per divertimento. Odio fare la stessa cosa due volte.

Su quest'ultima affermazione di Fraser, è bene ricordare che il romanzo di Dune, scritto da Frank Herbert, è uscito per la prima volta nel 1965 e il deserto di Arrakis è la principale location del romanzo, così come lo sarà probabilmente nel lungometraggio.

Lucas, che quasi certamente lesse il romanzo, ha poi realizzato il suo Guerre Stellari nel 1977.

Fanucci Dune. Il ciclo di Dune: 1
Fanucci

Dune. Il ciclo di Dune: 1

16,00 €

Il direttore della fotografia ha voluto inoltre rassicurare i fan: nonostante il progetto cinematografico di Dune preveda due film, il primo capitolo farà storia a sé e avrà un finale autoconclusivo.

L'uscita cinematografica di Dune è prevista negli Stati Uniti per il 18 dicembre 2020.

Nel frattempo, il direttore della fotografia Greig Fraser è molto impegnato anche in un altro progetto cinematografico molto atteso, ovvero The Batman di Matt Reeves!

Leggi anche

      Cerca