Élite, i creatori rispondono all'idea di uno spin-off su Lu e Nadia a New York

Quanto sarebbe bello vedere Lu e Nadia insieme a New York? I creatori della serie parlano della fattibilità dell’idea.

Netflix Il cast di Élite

Una delle serie teen più amate del momento arriva dalla Spagna, proprio come La Casa di Carta: si tratta di Élite, fortunato exploit Netflix che ha raccontato le storie di alcuni ragazzi della working class ammessi, grazie a una borsa di studio, all’esclusivo e lussuoso istituto privato Las Encinas.

Dopo la terza stagione, conclusasi con il diploma dei protagonisti e la cosiddetta “chiusura del cerchio”, la morte di Polo, che ha concluso una catena di omicidi e scomparse, è stata confermata ufficialmente la quarta.

Netflix ha comunicato che nel prossimo capitolo non rivedremo molti attori (e personaggi) a cui ci eravamo affezionati: Carla, Lu, Nadia e Valerio, oltre a Polo che, con la sua scomparsa, ha sancito l’uscita definitiva dal cast.

I rumor sulla quarta (e sulla quinta) stagione di Élite s’intrecciano con i discorsi a proposito di un eventuale spin-off incentrato sui personaggi che si allontaneranno. Tra le voci più insistenti spicca una possibile nuova storia su Lu e Nadia, prima nemiche e ora amiche, a New York, dove condividono una prestigiosa università.

NetflixLu in una scena di Élite
Nadia e Lu sono diventate amiche dopo essersi contese lo stesso ragazzo

Darío Madrona e Carlos Montero, creatori della serie, hanno risposto a Fuera de Serie, chiarendo il destino dei vari personaggi e anche delle speranze su un’Élite newyorchese con le due ragazze in primo piano.

Ci piacerebbe, ma non è possibile. Ma è anche un segnale che abbiamo lavorato bene perché, se una serie ha dei personaggi tanto potenti da voler vedere continuare la loro storia al di fuori del loro habitat naturale, vuol dire che ha funzionato.

Anche il destino di Carla, interpretata da Ester Exposito, sembra definitivamente slegato dalla storia.

Una delle cose più belle di questa avventura è stata vedere il personaggio di Carla crescere durante la serie ed Ester con lei. Sarebbe bello se potesse tornare qualche volta.

Poi gli showrunner hanno parlato della natura di Élite, che si basa principalmente su questo cast e non può essere “snaturata”. 

Il rischio, se continuassero solo pochissimi personaggi, è che il pubblico pensi che tu stia facendo una sorta di spin-off, ma che non sia più la stessa serie. Questa combinazione invece ci consente di introdurre un numero significativo di nuovi personaggi, portare aria fresca, ma essere comunque Élite.

Non c’è che dire, gli ultimi personaggi introdotti (Rebeca, Cayetana e Valerio) si sono armonizzati perfettamente con il resto del gruppo e il motore della storia e quindi non si può dire che i creatori non abbiano saputo padroneggiare il turnover. Loro hanno parlato di necessità non solo narrative ma soprattutto produttive, per quanto riguarda le prossime stagioni.

Era un sudoku complicato, perché c'erano molti fattori da considerare. Non solo ‘drammatici’ (il modo in cui mescolano i personaggi che rimangono con quelli nuovi, tra loro, quali storie possiamo continuare a raccontare con persone che hanno già vissuto cose tremende) ma anche di produzione (disponibilità di attori, contratti, calendari).

Nella prossima stagione ritroveremo Montero al timone ma non Madrona, che non si occuperà della quarta stagione.

Voi che ne pensate? Vi sarebbe piaciuto uno spin-off su Nadia e Lu?

Leggi anche

      Cerca