9-1-1: recensione dell'episodio 3x14. Emergenza (e adrenalina) al 911

Un episodio di 9-1-1 ricco di adrenalina, in cui la centrale operativa del 911 viene presa in ostaggio da un commando di rapinatori con un piano molto complesso... Ma compreso dai nostri.

L'inizio di questo straordinario episodio di 9-1-1, il numero 3x14, è strutturato come una sigla: ci presenta i protagonisti dell'assalto alla sede di Los Angeles del 911 come se fossero le star di un film d'azione. E come se fossero i buoni, cosa che viene smentita immediatamente dopo.

Sono in 6: 5 uomini sul campo e 1 donna al volante, l'autista. E sanno benissimo - fin troppo bene - quello che fanno.

L'inizio dell'assedio

Alla fine dello scorso episodio avevamo già visto il momento in cui Maddy (Jennifer Love Hewitt) cerca di mandare un messaggio a Chimney (Kenneth Choi) affinché capisca che qualcosa non va.

Il capo del commando, Greg (Sean Kleier) del commando è l'aggressore di Josh (Bryan Safi).

Mentre i suoi uomini prendono il controllo del 911, decidendo quali soccorsi mandare e a chi, Howie si arrovella sull'indizio di Maddy e ne parla anche con Buck (Oliver Stark), che minimizza.

Ma l'assedio alla centrale operativa è solo l'inizio: sta per succedere qualcosa di grosso. Il commando fa in modo di liberare il centro della città, deviando i soccorsi e aprendo la strada all'autista, Tiffany (Jocelyn Hudon) che fa la sua parte.

Un grande colpo

Grazie a Josh, che manda di nascosto Athena (Angela Bassett) a casa di Howie. Con Buck, capiscono che sta succedendo qualcosa alla sede della centrale operativa e iniziano ad agire.

Le riprese e la colonna sonora che ci mostrano il piano del commando mentre avanza fanno riferimento ai film sulle grandi rapine.

Un omaggio esplicito ma inverso: stavolta non sono i ladri i protagonisti, bensì le guardie... E gli ostaggi.

Coraggiosamente, alcuni fra gli operatori cercano di opporsi ai sequestratori e la responsabile Sue Blevins (Debra Christofferson) conferma ad Athena Grant - salvandole la vita - che il 911 è nei guai.

Il grande colpo risulta essere un furto di preziosissime opere d'arte, ma la reazione di Maddy e dei suoi colleghi, unita al piano della polizia, blocca i rapinatori e tutto finisce per il meglio. Tranne per uno dei rapinatori, che preferisce la morte all'arresto.

Mentre Tiffany se ne va, indisturbata: la mente del piano era lei.

La sua fuga, prontamente interrotta da Athena, chiude l'avventura di 9-1-1, spiegando anche l'aggressione ai danni di Josh.

9-1-1 ci dà appuntamento a martedì prossimo.

Leggi anche

      Cerca