The Mandalorian 2 rivelerà il nome di Baby Yoda? Le novità dal regista Sam Hargrave

Lucasfilm I protagonisti della prima stagione di The Mandalorian

Tantissime sono le novità che aspettano i fan di The Mandalorian e il regista Sam Hargrave ha anticipato qualcosa di interessante.

Per i fan di Star Wars, almeno per quelli statunitensi, il 2020 potrebbe concludersi con una gioia legata all'uscita della seconda stagione di The Mandalorian.

La serie TV live-action di Star Wars, la prima della storia del franchise, presenterà la sua seconda stagione negli Stati Uniti - su Disney+ - a ottobre 2020 e dovrebbe portare avanti la storyline de Il Bambino, meglio conosciuto come Baby Yoda.

È bene ricordare che le riprese di The Mandalorian 2 si sono concluse in tempo prima della chiusura dei set, causa pandemia da Coronavirus (COVID-19).

Come è facile intuire, né Il Bambino né Baby Yoda sono i veri nomi di quella creatura che è stata trovata dal mandaloriano protagonista dello show alla fine del primo episodio della prima stagione.

Quindi, uno dei misteri del piccolo esemplare, che ricorda il maestro Jedi Yoda, è legato al suo nome e alle sue origini.

LucasfilmIl Bambino da The Mandalorian
Il Bambino dalla prima stagione di The Mandalorian

In una lunga e interessante intervista al regista Sam Hargrave sul sito Collider si è parlato anche di questo.

Ecco gli argomenti affrontati:

Il Bambino aka Baby Yoda

Ovviamente, intorno alla trama e alle origini del piccolo esemplare verde capace di usare la Forza c'è molta segretezza e Hargrave si è limitato a dire:

Conosco il nome de Il Bambino. Porto con me il segreto. È un fardello molto pesante.

Il fatto che Hargrave conosca il nome de Il Bambino fa immediatamente supporre che questo verrà rivelato nella seconda stagione e, forse, nell'episodio che potrebbe aver diretto il regista del film Netflix Tyler Rake.

Funko Funko- Pop Star Wars: Mandalorian-The Child Madalorian Figura da Collezione, Multicolore, 48740
Funko

Funko- Pop Star Wars: Mandalorian-The Child Madalorian Figura da Collezione, Multicolore, 48740

14,94 €

Il nome potrebbe far capire la vera provenienza della creatura e se questa ha qualche discendenza con il saggio maestro Jedi Yoda, che si ricorda essere morto a circa 900 anni.

Il Bambino viene presentato nella prima stagione dello show come un esemplare di 50 anni e pare non ci siano dubbi sul fatto che appartenga alla stessa specie di Yoda, che è bene ricordare essere ancora sconosciuta!

The Mandalorian 2: ancora più azione

Per capire che tipo di apporto ha dato Sam Hargrave alla seconda stagione di The Mandalorian, è importante sottolineare che lui è stato regista delle seconde unità e coordinatore degli stuntman in film come Atomica Bionda, Suicide Squad, Deadpool 2, Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame. In quest'ultimo film in particolare è stato protagonista sullo schermo come stunt di Chris Evans, nella lotta tra i due Capitan America che si vede nella scena che si svolge nella linea temporale del 2012.

Hargrave, quindi, potrebbe non essere "semplicemente" il regista di un episodio della seconda stagione dello show di Dave Filoni e Jon Favreau, ma potrebbe avere avuto un ruolo più continuo e presente nel gestire e coordinare le scene d'azione.

A questo proposito, ecco le parole del regista:

So che le riprese che abbiamo consegnato, come seconda unità, li hanno resi felici [riferendosi a Jon Favreau e Dave Filoni]. Abbiamo lavorato a stretto contatto con la squadra di stunt, con Bryan Watson e la squadra che aveva fatto la prima stagione. Hanno fatto davvero un ottimo lavoro.

Funko UK Limited Funko- Bobble in Vinile Huckleberry-Pop 1 Figura da Collezione, Multicolore, 42062
Funko UK Limited

Funko- Bobble in Vinile Huckleberry-Pop 1 Figura da Collezione, Multicolore, 42062

14,70 €

Sul perché del suo coinvolgimento, ha detto:

Era solo per portare una diversa prospettiva, aggiungere un po' di elementi, cose che ho imparato lavorando su film di supereroi, piccoli trucchi che rendono le performance più facili da fare e che vengono supportati dagli effetti visivi, utili per migliorare certe cose.

Hargrave ha anche detto che lo scopo del suo lavoro nella stagione 2 dello show era quello di portare le scene d'azione a un nuovo livello di spettacolarità:

La prossima stagione è davvero, davvero bella. Il modo in cui gli archi narrativi vengono sviluppati sono davvero fichi. Così abbiamo cercato di portare l'azione al livello successivo. Penso che ci siamo riusciti.

Pare quindi che The Mandalorian 2 sarà piena di azione, ancora più della prima.

LucasfilmIl mandaloriano combatte contro i soldati imperiali
Un concept art di una scena d'azione di The Mandalorian

Hargrave ha detto che per lui è un sogno che si avvera quello di lavorare con questa meravigliosa troupe di The Mandalorian e che per farlo al meglio ed essere credibili agli occhi dello spettatore, bisogna sempre rimanere fedeli al personaggio.

Din Djarin (questo è il nome del mandalorian interpretato da Pedro Pascal) è una specie di pistolero quindi, dice Hargrave, non può esibirsi in un doppio salto mortale all'indietro per poi sferrare un calcio ma deve comportarsi per quello che è.

Bisogna quindi trovare un equilibrio tra il personaggio e la storia da narrare per realizzare una grande scena d'azione.

L'esperienza The Volume

Come molti già sapranno, The Volume è il nome che si è dato all'innovativo ambiente che ha praticamente rivoluzionato il modo di girare scene in ambienti virtuali.

In pratica, durante le riprese questo sistema permette di visualizzare l'ambiente così come lo si vedrà poi in fase di montaggio, sostituendo la tecnica del green screen, che richiedeva molta immaginazione da parte degli attori e un lavoro più arduo in fase di post-produzione da parte dei maghi degli effetti speciali.

Chi volesse approfondire l'argomento può vedere, qui sotto, questo esplicativo video dietro le quinte:

Il giornalista di Collider ha chiesto a Hargave se questo ambiente ha limitato il suo lavoro di coordinatore di stunt.

La risposta del regista:

Sinceramente, non ha avuto un vero e proprio impatto sul fronte dell'azione. Ha limitato quello che si poteva fare nello spazio perché The Volume è chiuso e ha un soffitto, quindi a volte se per esempio nella prima stagione il protagonista ha un jetpack e viene spostato in aria con un filo metallico, non limitandosi a correre in giro, la scena d'azione è più difficile da eseguire perché ci sono delle restrizioni sull'altezza, fornite dall'attrezzatura [il cavo che sostiene l'attore n.d.R.] e dal tetto di The Volume. Quindi, dal punto di vista della coreografia della scena, è un po' costrittivo.

Lucasfilm - disegno di Christian AlzmannI Mandaloriani volano con il loro jetpack
Un concept art della prima stagione The Mandalorian

Dal punto di vista della lavorazione del film, Hargrave, nell'intervista, ha lodato questo processo poiché, nonostante si tratti di una innovazione tecnologica, riporta il modo di girare alle origini: Così come una volta, adesso i fondali che il pubblico vedrà sullo schermo sono gli stessi nei quali si lavora. 

The Volume, quindi, agevola il lavoro di post-produzione dei registi, rendendolo più facile e reale, concreto come lo era una volta.

Pare che i giorni dell'amato green screen stiano per terminare!

La prima stagione di The Mandalorian è stata resa disponibile su Disney+ dal 12 novembre 2019 negli Stati Uniti, mentre in Italia è giunta solamente a marzo 2020. Si spera, quindi, che la seconda stagione venga mandata in onda contemporaneamente al mercato americano per evitare spoiler!

      Cerca