Darko Perić, Helsinki de La Casa di Carta: 'La rapina deve finire'

Non sappiamo cosa succederà nella quinta stagione de La Casa di Carta, ma Darko Perić, Helsinki, un'idea ce l'avrebbe: secondo lui la rapina alla Banca di Spagna dovrebbe concludersi.

Netflix Darko Perić ne La Casa di Carta

La Casa di Carta è la serie più venduta della primavera 2020 e questo porta a pensare che sarà una neverending story o quasi. Sono ormai quattro stagioni che la banda organizzata dal Professore lavora per mettere a segno due colpi: quello (riuscito) alla Zecca di Stato, e quello alla Banca di Spagna, che vede i nostri (anti)eroi ancora intrappolati all’interno, mentre nei sotterranei si fonde oro alla velocità della luce.

Qualcuno, per un discorso di simmetria con le stagioni precedenti, si aspettava che anche la quarta chiudesse il colpo alla Banca centrale, così come la seconda aveva segnato l’epilogo della rapina alla Zecca di Stato.

E invece non è stato così.

Nairobi è morta, uccisa a tradimento dal crudele Gandía, e Lisbona è stata, con un geniale strategemma di Sergio, fatta atterrare sul tetto dell’edificio per riunirsi ai compagni.
Nel frattempo, però, Alicia Sierra ha trovato il Professore e sembrerebbe averlo in pugno.

L'ultima stagione è stata a base di azione, spargimenti di sangue e canzoni italiane. Cosa succederà nella prossima?

Non lo sappiamo ma Darko Perić, interprete di Helsinki, avrebbe un’idea: concludere il colpo, che si sta prolungando troppo (e forse anche la serie? Quale potrebbe essere il prossimo obiettivo? Cosa c’è di più importante della Banca di Spagna?).

L’attore serbo, intervistato da FormulaTv, ha provato a delineare un possibile sviluppo per il futuro.

Sinceramente credo che debba finire a un certo punto, credo che la rapina debba concludersi perché allungarla troppo farebbe perdere la sua essenza.

Possiamo immaginarci moltissimi scenari per la quinta stagione. Forse Sergio sarà sotto scacco di Alicia, o forse – come qualcuno ipotizza – la storia si ripeterà e Alicia passerà dalla parte dei buoni (o dei cattivi, a seconda dei punti di vista).

NetflixUna scena de La Casa di Carta con Helsinki
Helsinki si è stancato della Banca di Spagna

Darko Perić non è stato il primo a parlare del prolungamento della serie. Anche Álvaro Morte, l’attore che interpreta Sergio Marquina alias il Professore, ha dichiarato di avere un desiderio: rivedere il proprio personaggio single e solitario, un po’ com’era all’inizio, prima di innamorarsi di Raquel.

Darko Perić ha parlato anche del suo debutto musicale, con Bella Ciao.

Per me è un orgoglio poter lasciare la mia versione di questa grande canzone per i posteri e, come dice la domanda stessa, è il mio debutto musicale e spero che sia solo la prima canzone di molti altri.

E anche dell’entusiasmo generale per la serie, un successo a suo avviso stupefacente.

Quando pensi che sia già abbastanza che sia la serie non di lingua inglese più vista sulla piattaforma, improvvisamente ti dicono che l’hanno vista 65 milioni di persone e che viene vista anche in Russia o in India.

Un vero e proprio fenomeno di matrice europea, che compete alla grande con la valanga di titoli americani.

Non sappiamo se le parole sibilline di Perić possono considerarsi uno spoiler, probabilmente è solo un pensiero personale dell’attore, ma molti come lui ritengono che “la camera chiusa”, la Banca di Spagna, si stia protraendo troppo, sicuramente oltre la tempistica dedicata alla Zecca di Stato.

E soprattutto ci chiediamo: la fine della rapina alla Banca di Spagna determinerà anche il gran finale de La Casa di Carta?

Leggi anche

      Cerca