Strong Island, il documentario Netflix in streaming gratuito

Nell'ambito del suo sostegno al movimento Black Lives Matter e delle iniziative di sensibilizzazione sul tema del razzismo e dell'ingiustizia, Netflix ha rilasciato in streaming gratuito il documentario Strong Island. Una potente storia vera da conoscere.

Dopo avere preso pubblicamente posizione contro l'omicidio di George Floyd e il razzismo, Netflix si sta impegnando in una grande campagna di sensibilizzazione. La piattaforma ha inserito nella sua libreria la nuova categoria Black Lives Matter e l'account Twitter italiano del servizio ha suggerito agli spettatori una selezione di titoli da vedere per andare a fondo della storia e dei meccanismi della discriminazione. Ma le iniziative della compagnia di Reed Hastings non si sono esaurite lì.

Netflix ha reso disponibile in streaming gratuito sul proprio canale YouTube Strong Island, un'esplorazione dolorosa e potente delle questioni della razza e dell'ingiustizia in America. Candidato agli Oscar nel 2018, il documentario (che trovate anche in copertina) è stato realizzato dal regista Yance Ford, che ha scelto il mezzo della narrazione visiva per raccontare la storia di suo fratello maggiore, William Jr. Il giovane è stato ucciso nel 1992, ad appena 24 anni. E come scriveva The A.V. Club nella recensione fatta all'epoca, le circostanze della sua morte sono "tristemente familiari".

William Jr. Ford è morto a causa dei diversi colpi di arma da fuoco che gli sono stati sparati al petto da Mark Reilly, un bianco di 19 anni che lavorava in una carrozzeria di Long Island. Reilly aveva danneggiato l'auto della ragazza di William Jr. con il suo carro attrezzi e i tre avevano trovato un accordo amichevole per le riparazioni. Ma dopo due mesi, la macchina non era ancora pronta. William Jr. è andato alla carrozzeria per parlare con Reilly e non è più tornato indietro.

La giuria (interamente bianca) ha rigettato l'accusa di omicidio colposo e ha accolto la tesi della legittima difesa sostenuta dal procuratore distrettuale. E per la famiglia di William Jr. si è aperto un baratro. Come scriveva The New Yorker in un articolo di qualche tempo fa, il documentario di Yance Ford è la narrazione di quella tragedia:

Strong Island è la storia di una famiglia nera che non è riuscita a sostenere il peso dell'ingiustizia razziale ed è andata in pezzi.

Ma il documentario è anche un potente atto di accusa per il sistema giudiziario USA e più in generale per la società americana. Yance Ford ha impiegato oltre 10 anni a realizzare Strong Island e in un'intervista a RogerEbert.com ha spiegato come il lungo processo lo ha portato a maturare una serie di (drammatiche) consapevolezze:

Per esempio, mi ha permesso di capire il sistema giudiziario e come Mark Reilly è riuscito a farla franca per avere ucciso mio fratello. In realtà la spiegazione è piuttosto semplice. Era semplice nel 1992 e lo è ancora oggi: è relativamente facile uccidere una persona di colore e non essere puniti dalla legge. [...] Il punto essenziale è che i neri vittime di un crimine devono quasi sempre essere responsabili della proprie morti. Sei una vittima, ma in qualche modo diventi un criminale.

Tuttavia, nel dolore, Strong Island offre altresì una sorta di forma di giustizia per William Jr., i genitori, la sorella più piccola, Lauren, e lo stesso Yance. Come scriveva ancora The New York Times, "stava andando tutto bene e poi sono stati distrutti da quelle cose della storia degli afroamericani che credevano di essersi lasciati alle spalle".

La madre, Barbara Dunmore Ford, è un'educatrice che ha fondato una scuola per donne a Rikers Island, Rosewood. Il padre William Sr. (mancato poco dopo la morte del figlio) voleva diventare un progettista, ma ha scelto di lavorare come macchinista per garantire alla sua famiglia una vita serena. William Jr. era un insegnante e si stava preparando a sostenere l'esame per diventare guardia carceraria. E Yance è un regista e produttore transgender impegnato attivamente in una difficile battaglia su più fronti:

[Siamo stati educati a credere che nella vita] il nostro principale impegno fosse amarci gli uni gli altri.

NetflixIl documentario Strong Island
Strong Island offre una sorta di forma di giustizia per William Jr. e la sua famiglia

Strong Island è un documentario "crudo, espressionista e potente", ma anche "pacato e dignitoso". E la sua essenza è tutta nelle parole che Yance Ford pronuncia all'inizio:

Non sono arrabbiato. E non sono disposto ad accettare che qualcun altro possa dire chi era William. E se ti senti a disagio mentre faccio queste domande, probabilmente dovresti alzarti e andartene.

La storia è questa. La decisione di conoscerla è nella coscienza di ciascuno.

Leggi anche

      Cerca