MotherFatherSon: paura, dolore e colpi di scena negli episodi 3 e 4

Negli episodi 3 e 4 di MotherFatherSon, la devastazione delle aspettative e della mania del controllo emergono con tutta la loro forza. Da un insospettabile Richard Gere.

BBC MotherFatherSon: un'immagine dall'episodio 3

MotherFatherSon è una serie emotivamente devastante.

La crudeltà di un uomo celata dalla gabbia dorata in cui ha avvolto tutto, a cominciare dalla sua famiglia, ci introduce i nuovi episodi che ci tengono con gli occhi incollati allo schermo.

Tonia era scomparsa da tempo. Già nei primi due episodi di MotherFatherSon, che hanno debuttato in prima assoluta su Sky Atlantic lunedì scorso, il caso di Tonia era stato introdotto.

Ma l’attenzione per le vicende della famiglia Finch era tanta che Tonia aveva finito per passare in secondo piano. Fino a questo momento. Al ritrovamento del cadavere di Tonia.

Le drammatiche immagini sul destino di Caden Finch (Billy Howle).

Un cattivo sui generis

Richard Gere non ha il physique du rôle del cattivo. Non l’ha mai avuto. Tant’è che nel corso della sua carriera sono stati rari i ruoli negativi che ha interpretato.

Max Finch, però, fa eccezione. Perché la crudeltà che quest’uomo è in grado di dispensare con le sue parole, rivolte perfino contro gli affetti più cari - o presunti tali  - è perfettamente in linea con il personaggio. Anzi: essendo Max, almeno per il suo aspetto, insospettabile, il suo vantaggio nei confronti degli avversari cresce ulteriormente. Permettendogli di colpire più duro.

Mentre Kathryn (Helen McCrory) cerca di consolare Caden, comprensibilmente disperato per le condizioni in cui si trova, Caden è perfettamente consapevole di come il padre faccia di tutto per stargli lontano. Perché già prima non faceva altro che volerlo migliore di com’era… E adesso non potrà mai accettare com’è diventato.

Caden pensa di aver rovinato la vita a sua madre, l’unica persona che l’ha sempre amato davvero pur essendo stata costretta a lasciarlo.

La crudeltà di Max ha condizionato, fin dal principio, la vita della sua famiglia. Distruggendola.

Corsie preferenziali

Kathryn può fare solo una cosa: cercare di sfruttare il nome di Max e i suoi soldi per ottenere il meglio a favore di Caden. Caden, che non accetta di vivere così. Caden, che non è più n grado di prendersi cura di se stesso. Caden, che sotto molti punti di vista è tornato il bambino lasciato da Kathryn tanti anni prima. Caden, che spezza il cuore a sua madre e anche a noi, perché ora lo sappiamo: si è ridotto così per colpa di suo padre.

Vivere all’altezza delle aspettative di Max Finch non è lontanamente immaginabile. Figuriamoci farlo davvero…

A chi non vuole cedergli ciò che vuole acquisire, Max racconta che vuole solo fare il papà. Perché la sua nuova moglie, Sofia (Elena Anaya) gli darà presto un figlio. Max si comporta come se non avesse già uno, ora che Caden è caduto in disgrazia. E poi c’è Lauren (Pippa Bennett-Warner), che secondo Sofia è la figlia che Max non ha mai avuto. Mentre Caden vuole solo che il suo papà vada a trovarlo… Che smetta di rifiutarsi di vedere com’è diventato.

Corpo e mente

Il corpo di Caden Finch non funziona più come prima, ma la sua mente sì. Caden è perfettamente consapevole sia di cosa gli è successo sia di ciò che faceva prima. Togliere la privacy alle persone. Spiarle. Usarle per fare soldi. Così come le prove piazzate in casa del vicino innocente lo incastrano per l’omicidio di Tonia: le persone si usano per fare soldi, per vendere copie, per far sì che il mondo vada nella direzione desiderata dai potenti. Perfino sfruttando l’invalidità di tuo figlio, se è necessario.

Quel figlio che ama, a modo suo, ma che ritiene inadatto perché lo era sempre stato. E oggi è diventato un uomo che ha dimostrato di non avere la stoffa del leader e che Max Finch non vuole più intorno.

BBCMotherFatherSon: Richard Gere
MotherFatherSon: Richard Gere nell'episodio 3

Non posso motivarlo. Non posso aggiustarlo.

Vorremmo farlo noi, ma non possiamo. Noi non possiamo davvero, però.

Perché qualcuno si salvi, un altro deve soccombere.

Ma non è sempre così. Non per le persone normali. Non per la ragazza pronta a morire per dimostrare a Caden che lui vuole ancora vivere.

Suo padre, però, non vuole che lui viva. 

Leggi anche

      Cerca