Chernobyl: cast e personaggi a confronto

HBO Jared Harris e Stellan Skarsgård sono Valerij Alekseevič Legasov e Boris Ščerbina in Chernobyl

Sono tante le ragioni che hanno trasformato Chernobyl in una serie evento. E una sono senza dubbio i veri protagonisti della tragedia del 1986 e gli attori che li hanno portati sullo schermo. Realtà e finzione si sono incontrate in una storia potente.

Cosa ha reso la minisere Chernobyl uno dei grandi successi della TV degli ultimi anni? Senza dubbio, la controversa e spesso lacunosa storia di quello che è considerato uno dei più gravi incidenti nucleari di sempre. E va da sé, il complesso e dibattuto tema dell'energia atomica. La sceneggiatura serrata, senza fronzoli e molto aderente alla realtà (seppure con le inevitabili differenze) di Craig Mazin ha contribuito in maniera indiscussa al grande apprezzamento da parte di critica e pubblico (culminato in 3 Emmy e 2 Golden Globe). Ma insieme e oltre a tutto questo, a fare di Chernobyl una serie evento sono stati i suoi protagonisti.

I personaggi che hanno preso parte a uno dei peggiori disastri della società moderna (molto spesso senza reale coscienza di quello che stava accadendo) e gli attori che li hanno portati sullo schermo hanno scavato profondamente nell'immaginario collettivo e hanno rivelato agli spettatori i pensieri, i sogni, il dolore e la disperazione degli uomini e delle donne racchiusi nell'indefinita e onnicomprensiva definizione "disastro di Chernobyl". Non più fantasmi, ma persone vere, in carne e ossa. Mariti, mogli, padri, madri, figli, amici vicini di casa, diventati loro malgrado protagonisti della storia.

Grazie a un cast attori di grande talento, la produzione HBO ha (ri)dato vita a una serie di personaggi potenti e indimenticabili. Se volete conoscerli meglio (gli uni e gli altri), leggete qui.

Jared Harris - Valerij Alekseevič Legasov 

HBOChernobyl: Valerij Alekseevič Legasov
Jared Harris è Valerij Alekseevič Legasov in Chernobyl

Jared Harris è figlio d'arte (suo padre era Richard Harris, protagonista di Un uomo chiamato cavallo e interprete di Albus Silente nei primi due capitoli della saga di Harry Potter) ed è apparso in numerosi film e serie TV. Nel suo (ricco) curriculum ci sono Sherlock Holmes - Gioco di ombre (il Professor Moriarty), Allied - Un'ombra nascosta, Mad Men (Lane Pryce), Fringe, The Terror e Carnival Row. L'attore è anche nel cast del cinecomic Morbius. Per il ruolo di Valerij Alekseevič Legasov è stato candidato agli Emmy Awards e ai Golden Globe come Miglior attore protagonista.

IAEA Imagebank/CC BY-SA 2.0Chernobyl: Valerij Alekseevič Legasov
Il vero Valerij Alekseevič Legasov

Valerij Alekseevič Legasov è stato un chimico sovietico e primo vicedirettore dell'Istituto Kurčatov di Energia Atomica. In seguito all'incidente alla centrale nucleare V.I. Lenin, è entrato a fare parte della commissione speciale istituita dal governo per fare fronte al disastro e alle sue conseguenze. La documentazione di Legasov sull'accaduto ha subito la censura del Soviet e lo scienziato è stato costretto a presentare all'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) di Vienna un dossier pesantemente rivisto, che spostava il peso della responsabilità dell'incidente dai difetti dell'impianto RBMK all'errore umano. In seguito, Legasov ha scritto altri rapporti completi, che sono stati pubblicati solo dopo la sua morte.

Lo scienziato si è ucciso nel secondo anniversario di Chernobyl, il 26 aprile 1988, logorato dal rimorso e dall'ostracismo del mondo politico e accademico. Legasov è stato "riabilitato" solo anni dopo l'incidente e il 20 settembre 1996 Boris Eltsin gli ha conferito il titolo di Eroe della Federazione Russa.

Stellan Skarsgård - Boris Ščerbina

HBOChernobyl: Boris Ščerbina
Stellan Skarsgård è Boris Ščerbina

Stellan Skarsgård è il patriarca di una vera e propria dinastia di attori (4 dei suoi 6 figli hanno intrapreso la strada della recitazione) e un interprete versatile e di grande talento, che nel corso degli anni ha preso parte a numerose produzioni di successo. La fama è arrivata nel 1996 con Le onde del destino di Lars Von Trier e da allora la carriera di Skarsgård è proseguita con tra titoli come Will Hunting - Genio ribelle, Amistad, la saga di Pirati dei Caraibi, il Marvel Cinematic Universe, Nymphomaniac: Volume I e II e Borg McEnroe.

L'impegno in TV è stato meno assiduo, ma sicuramente proficuo, grazie al Golden Globe come migliore attore non protagonista vinto proprio per il ruolo di Boris Ščerbina in Chernobyl.

Дмитрий Кошелев/CC BY-SA 4.0Chernobyl: Boris Ščerbina
Una targa commemorativa con una immagine del vero Boris Ščerbina

Boris Evdokimovič Ščerbina è stato un politico sovietico e vicepresidente del Consiglio dei Ministri dell'URSS dal 1984 al 1989. Il suo ruolo lo ha portato ad assumere la guida della commissione istituita per l'incidente di Chernobyl e a lavorare con Valerij Alekseevič Legasov. Ma nella realtà non ci sono informazioni su un'amicizia tra i due uomini come quella rappresentata in TV. Il creatore della serie, Craig Mazin, ha raccontato di avere dato forma al rapporto tra Ščerbina e Legasov a partire da una foto in cui i due si guardano e sorridono.

Anche sulle cause della morte di Ščerbina non ci sono notizie certe. L'uomo si è spento il 22 agosto 1990, ufficialmente in seguito a "una grave malattia". Non è chiaro se e in che misura la permanenza a Chernobyl abbia avuto un ruolo, ma il Maggiore Generale Nikolai Tarakanov ha dichiarato che Ščerbina "è stato esposto a grandi quantità di radiazioni, in qualità di capo della commissione governativa".

Adam Nagaitis - Vasily Ignatenko

HBOChernobyl: Adam Nagaitis
Adam Nagaitis è il pompiere Vasilij Ivanovič Ignatenko in Chernobyl

Adam Nagaitis è un attore britannico con una carriera in crescita tra cinema e televisione. Di recente è apparso nei film L'uomo sul treno - The Commuter e Suffragette. Inoltre ha preso parte alle serie TV A Christmas Carol e The Terror (dove ha lavorato con Jared Harris). Nagaitis è anche nel cast del thriller Gunpowder Milkshake (in uscita nel 2020).

Vasilij Ivanovič Ignatenko è stato un vigile del fuoco e militare sovietico. La notte del 26 aprile 1986, l'uomo è intervenuto alla centrale V.I. Lenin con la squadra di cui era responsabile per spegnere l'incendio scoppiato al reattore 4. Ignatenko e i suoi uomini sono rimasti esposti a dosi massicce di radiazioni senza saperlo e sono morti dopo poche settimane tra dolori atroci. Nel video qui sopra (con sottotitoli in inglese), la madre ricorda il figlio e drammatici giorni di Chernobyl.

Jessie Buckley - Lyudmilla Ignatenko

HBOChernobyl: Jessie Buckley
Jessie Buckley è Lyudmilla Ignatenko in Chernobyl

Jessie Buckley è un'attrice irlandese che ha iniziato la sua carriera classificandosi seconda al talent show I'd Do Anything di BBC. Dopo un ruolo nel musical A Little Night, si è presa una pausa per studiare e nel 2013 si è laureata alla Royal Academy of Dramatic Art. Da quel momento, Buckley ha preso parte a diverse produzioni per il cinema e la TV, tra cui i film Beast e A proposito di Rose - Wild Rose e le serie Guerra e pace, Taboo, The Last Post e The Woman in White.

Lyudmilla Ignatenko è la vedova di Vasilij Ivanovič Ignatenko. La donna ha accudito il marito in ospedale a Mosca nei drammatici giorni della malattia e gli è rimasta accanto fino all'ultimo. Lyudmilla era incinta di una bambina e la miniserie mostra erroneamente che ha perso la figlia a causa delle radiazioni assorbite da Vasilij (le persone affette da malattia acuta da radiazione non sono "contagiose"). Secondo una ricostruzione ufficiale, la bambina è morta per problemi al cuore e al fegato. D'altra parte, può darsi che sulla salute della piccola abbia influito l'esposizione alla quale è stata esposta la madre fino a che è rimasta a Prypiat.

Lyudmilla Ignatenko ha raccontato la sua storia e quella del marito nel libro Preghiera per Černobyl' del Premio Nobel per la letteratura Svetlana Aleksievič ed è tornata a parlare della sua drammatica esperienza nel video che trovate qui sopra (con sottotitoli in inglese).

Il libro Preghiera per Černobyl' su cui si basa in parte la serie HBO LE CICOGNE Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro
Il libro Preghiera per Černobyl' su cui si basa in parte la serie HBO
LE CICOGNE

Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro

9,03 €

Paul Ritter - Anatolij Djatlov

HBOChernobyl: Paul Ritter
Chernobyl: Paul Ritter è Anatolij Stepanovič Djatlov

Paul Ritter è un attore britannico con una lunga esperienza a teatro, al cinema e in televisione. Tra i suoi film più famosi ci sono Quantum of Solace, Harry Potter e il principe mezzosangue, Suite Française e Inferno. Invece, in TV è apparso nelle serie Vera, Philip K. Dick's Electric Dreams, The Last Kingdom e Belgravia e dal 2011 recita nella sitcom Friday Night Dinner.

Anatolij Stepanovič Djatlov è stato un ingegnere sovietico e il vicedirettore tecnico della centrale V.I. Lenin. La notte del 26 aprile 1986 era in servizio e ha diretto e supervisionato il test al reattore 4 che ha causato l'incidente di Chernobyl. Nella storia per la TV, l'uomo viene dipinto come un cattivo a tutto tondo. Ma la realtà è in parte diversa. Un ex collega lo descrive come un professionista severo "ma di alto livello". E anche se Djatlov era realmente in corsa per una promozione, la decisione di portare avanti il test a ogni costo per il timore di perderla è un'interpretazione della serie.

In seguito al disastro, nel 1987 è stato sottoposto a processo e condannato a 10 anni di carcere, ma dopo 3 ha ricevuto l'amnistia. L'uomo si è spento nel 1995 per insufficienza cardiaca, probabilmente a causa dell'elevato quantitativo di radiazioni assorbito. Prima di morire, Djatlov ha rilasciato una lunga intervista in cui ha raccontato la sua versione della storia (nel video qui sopra), insistendo che l'incidente è stato causato dalla cattiva progettazione degli impianti più che da un errore umano.

Adrian Rawlins - Nikolai Fomin

Adrian Rawlins è un attore britannico attivo al cinema e in televisione. Ha interpretato James Potter nella saga di Harry Potter, ha recitato in Le onde del destino con Stellan Skarsgård ed è apparso in L'ora più buia.

HBOChernobyl: Adrian Rawlins
Adrian Rawlins è Nikolaj Maksimovič Fomin (il primo a destra, con gli occhiali) in Chernobyl

Nikolaj Maksimovič Fomin è un ingegnere sovietico che lavorava a Chernobyl. L'uomo ha preso parte all'attività di liquidazione dopo l'incidente al reattore 4 della centrale V.I. Lenin, fino a che ha tentato il suicidio. Come Djatlov, anche Fomin è stato sottoposto a processo nel 1987 e condannato a 10 anni di lavori forzati. Ma non ha scontato per intero la pena, a causa di problemi di salute mentale. Nel 1989, ha tentato di nuovo di uccidersi (cercando di tagliarsi i polsi con gli occhiali che aveva rotto di proposito) ed è stato trasferito prima all'ospedale neuropsichiatrico di Rybinsk e poi in una clinica psichiatrica civile.

Dopo aver scontato la pena, è tornato a lavorare presso la centrale nucleare di Kalinin e vive con la moglie e i figli a Udomlja.

Con O'Neill - Viktor Bryukhanov

HBOChernobyl: Con O'Neill
Con O'Neill è Viktor Bryukhanov in Chernobyl

Robert O'Neill, conosciuto come Con O'Neill, è un attore britannico attivo soprattutto a teatro. È famoso principalmente per le sue interpretazioni nei musical e nel 1988 ha vinto il Laurence Olivier Award per il ruolo di Michael "Mickey" Johnstone in Blood Brothers. O'Neill ha preso parte anche a diverse serie e miniserie TV, tra cui La Bibbia, Cucumber, Happy Valley e Ordinary Lies, oltre che allo spin-off di Doctor Who, Class.

Viktor Bryukhanov è stato il responsabile dei lavori di costruzione della centrale nucleare di Chernobyl e il direttore dell'impianto dal 1970 al 1986. L'uomo avrebbe negato per diverse ore l'esplosione del reattore 4 (in base alle informazioni fornitegli da Anatolij Stepanovič Djatlov) e avrebbe rassicurato i vertici del Partito Comunista che l'incidente era "sotto controllo". Dopo essere stato sollevato dall'incarico e sottoposto a un'inchiesta, Bryukhanov è finito a processo con Djatlov e Fomin e come loro è stato condannato a 10 anni di prigione (qui sopra trovate un video - in lingua originale - con alcune immagini).

L'uomo è uscito dopo 5 ed è tornato a lavorare a Chernobyl come capo del dipartimento tecnico. In seguito, è entrato nella compagnia energetica statale ucraina, incaricata di liquidare le conseguenze del disastro. Bryukhanov vive a Kiev con la moglie, Valentina. 

Sam Troughton - Aleksandr Akimov

Sam Troughton è un attore britannico di teatro shakespeariano attivo anche al cinema e in televisione. Prima di prendere parte a Chernobyl ha recitato nei film Alien vs. Predator e Il rituale. Inoltre è apparso nelle serie TV Robin Hood e Vera.

HBOChernobyl: Sam Troughton
Sam Troughton è Aleksandr Fëdorovič Akimov (il primo a sinistra) in Chernobyl

Aleksandr Fëdorovič Akimov è stato un ingegnere sovietico e il supervisore del reattore 4 della centrale V.I. Lenin. Insieme alla sua squadra e sotto la direzione di Anatolij Stepanovič Djatlov ha condotto il test all'origine del disastro di Chernobyl. L'uomo e i suoi colleghi non avevano una preparazione adeguata, ma sono stati costretti a eseguire l'esperimento. L'incidente è stato causato da un'esecuzione troppo brusca delle operazioni di test, ma anche da un difetto di costruzione dell'impianto, che ha impedito il corretto svolgimento della manovra di emergenza.

All'inizio, Akimov non ha creduto - o non ha voluto credere - che il reattore fosse esploso. Ma quando ha capito cos'era successo, ha lavorato ininterrottamente fino al mattino con la sua squadra per cercare di contenere i danni. L'uomo è morto l'11 maggio 1986, a causa degli alti livelli di radiazioni ai quali è stato esposto.

Ralph Ineson - Maggiore Generale Nikolai Tarakanov

Nikolai Dmitrievich Tarakanov Chernobyl:
Ralph Inseon è il Maggiore Generale Nikolai Tarakanov in Chernobyl

Ralph Ineson è un attore britannico con una lunga carriera spesa tra cinema e televisione. Tra i suoi lavori più recenti ci sono i film La ballata di Buster Scruggs, Dolittle, The Boy - La maledizione di Brahms e The Green Knight (ancora inedito, poiché l'uscita è stata posticipata a causa della pandemia di Covid-19). Inoltre, ha interpretato Amycus Carrow nella saga di Harry Potter, Chris Finch nella serie The Office e Dagmer, il mentore e primo ufficiale di Theon Greyjoy, nella seconda stagione di Game of Thrones.

Nikolai Tarakanov è un ex militare sovietico (russo dal 1991), un uomo di scienza e di lettere, un eroe e un filantropo. Quando era Maggiore Generale, è stato incaricato delle operazioni di rimozione dei detriti dalle zone rosse della centrale V.I. Lenin. A causa dell'esposizione a grandi quantità di radiazione, soffre di molti problemi di salute.

Tarakanov ha elogiato la serie e l'attore che lo interpreta. L'ex militare ha definito la produzione HBO "molto brillante", ma ha criticato la storia della giovane recluta mandata ad abbattere il bestiame e gli animali domestici rimasti nella zona evacuata:

[Sono state effettuate operazioni di abbattimento, n.d.r.], ma mai nell'area residenziale. Lì non c'era bestiame e neppure cani. Nemmeno uno. Le operazioni di abbattimento sono state effettuate nei boschi, dove ancora vagavano degli animali selvatici, compresi cervi e capi di bestiame che si erano allontanati dopo l'evacuazione. Ma mostrare questo giovane, appena arruolato, che viene equipaggiato di tutto punto, è semplicemente assurdo.

L'ex Maggiore Generale ha parlato dell'incidente di Chernobyl anche nel video che trovate qui sopra.

David Dencik - Michail Gorbačëv

HBOChernobyl: David Dencik
David Dencik è Mikhail Gorbachev in Chernobyl

David Dencik è un attore svedese con un curriculum ricco di partecipazioni a produzioni per il cinema e la televisione. Tra i suoi film più importanti ci sono Fratellanza - Brotherhood, Il caso Freddy Heineken e L'uomo di neve. Invece, tra le serie TV si annoverano I Borgia e Top of the Lake - Il mistero del lago. Inoltre, Dencik fa parte del cast di No Time To Die.

veni markovski/CC BY 2.0Mikhail Gorbachev ai giorni nostri
Il vero Mikhail Gorbachev

Michail Sergeevič Gorbačëv, meglio conosciuto con la grafia Mikhail Gorbachev o Gorbaciov, è un politico sovietico (russo dal 1991) e l'ultimo segretario generale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica. Con la sua politica è stato il promotore della perestrojka e della glasnost e l'artefice della fine della guerra fredda. Nel 1990 è stato insignito del Nobel per la Pace. Un anno dopo, a seguito di un colpo di stato, si è dimesso dalla sua carica e per l'Unione Sovietica è iniziato il processo di dissoluzione.

In seguito all'incidente di Chernobyl, Gorbachev ha atteso diverse settimane prima di parlare ufficialmente e annunciare la conferenza di agosto a Vienna in collaborazione con l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA). Tuttavia, la tragedia del reattore 4 e le sue drammatiche conseguenze hanno portato l'ex segretario del PCUS e il presidente degli Stati Uniti, Ronald Reagan, ad affrontare la questione dei missili nucleari e a firmare il trattato INF (Intermediate-Range Nuclear Forces) per smantellarli.

Emily Watson - Ulana Khomyuk

HBOChernobyl: Emily Watson
Emily Watson è Ulana Khomyuk in Chernobyl

Emily Watson è un'attrice britannica con una carriera tra teatro, cinema e televisione costellata di successi e ruoli prestigiosi. Il suo esordio è avvenuto in Le onde del destino di Lars Von Trier, dove ha recitato insieme a Stellan Skarsgård e per il quale ha ricevuto la sua prima nomination all'Oscar come Migliore attrice protagonista. In seguito, è apparsa in The Boxer, Hilary e Jackie (che le è valsa la seconda nomination ai premi dell'Academy), Le ceneri di Angela, Gosford Park, Red Dragon, Storia di una ladra di libri e The Happy Prince - L'ultimo ritratto di Oscar Wilde.

L'attività in TV di Emily Watson è meno intensa, ma la sua partecipazione a Chernobyl le ha fatto conquistare la prima candidatura agli Emmy Awards e la terza ai Golden Globe.

GabboT/CC BY-SA 2.0Emily Watson al TIFF
Ulana Khomyuk, la scienziata interpretata da Emily Watson in Chernobyl, è un personaggio di fantasia

Ulana Khomyuk è un personaggio di fantasia creato appositamente per la miniserie Chernobyl. La scienziata dell'Istituto per l'energia nucleare dell'Accademia di scienze della RSS Bielorussa non è mai esistita. Ma con la sua figura, i creatori della serie hanno voluto rendere omaggio alle decine (centinaia) di scienziati, ingegneri e studiosi che a vario titolo e in vario modo hanno aiutato Valerij Alekseevič Legasov a stabilire cosa fosse (davvero) accaduto al reattore 4 della centrale V.I. Lenin.

Inevitabilmente, la storia di Khomyuk presenta alcuni aspetti poco realistici. Per esempio, il fatto che si sia recata a Chernobyl per conto proprio, abbia iniziato a indagare senza alcun mandato ufficiale e dopo pochi mesi abbia preso parte a una riunione con Mikhail Gorbachev. Invece, non è irrealistico che il personaggio sia una donna. L'Unione Sovietica vantava una lunga tradizione di studiose e professioniste nell'ambito della scienza, della tecnologia, dell'ingegneria e della matematica. In un certo senso, Ulana Khomyuk le rappresenta e rende omaggio a tutte.

Photo credits:

Valerij Alekseevič Legasov by IAEA Imagebank is licensed under CC BY-SA 2.0

Targa commemorativa di Boris Ščerbina a Tyumen by Дмитрий Кошелев is licemsed under CC BY-SA 4.0

"Mikhail Gorbachev" by veni markovski is licensed under CC BY 2.0

"Belle 08" by GabboT is licensed under CC BY-SA 2.0

Fonti:

History vs Hollywood, TJournal (in russo), TVRain (in russo), RT

Leggi anche

      Cerca