No Man of God: le interviste a Ted Bundy ispirano un film con Elijah Wood

Ted Bundy ancora protagonista a Hollywood. Dopo i due recenti documentari e la pellicola con Zac Efron, è in arrivo un nuovo film basato sulle registrazioni delle interviste condotte dal profiler Bill Hagmaier. L'agente avrà il volto di Elijah Wood.

Gage Skidmore/CC BY-SA 2.0 Elijah Wood al Comic Con di San Diego

Sono passati 31 anni da quando Ted Bundy è stato giustiziato. Ma la storia di morte di uno dei più efferati serial killer degli USA (e non solo) continua ad affascinare Hollywood. Dopo i recenti documentari Conversazioni con un killer - Il caso Bundy e Ted Bundy - Falling for a Killer e la pellicola Ted Bundy - Fascino criminale, è in arrivo un altro film sul famigerato assassino. 

Secondo quanto scrive Deadline, il nuovo progetto si intitola No Man of God e sarà basato sulle registrazioni delle interviste fatte a Bundy dal profiler dell'F.B.I. Bill Hagmaier, che avrà il volto di Elijah Wood.

Il film No Man of God

No Man of God si annuncia come un progetto ambizioso, con un impianto quasi da pièce teatrale. A quanto pare, il film sarà ambientato per lo più all'interno di una stanza per gli interrogatori e porterà sullo schermo gli incontri avvenuti tra Bill Hagmaier e Ted Bundy durante gli ultimi anni del serial killer nel braccio della morte (per l'esattezza, tra il 1986 e il 1989).

Il film si basa su una sceneggiatura scritta da Christopher Robert Cargill (Sinister, Sinister 2, Doctor Strange) e sarà diretto dalla promettente regista Amber Sealey. Come detto, per il ruolo di Bill Hagmaier è già stato ingaggiato Elijah Wood (che SlashFilm definisce "uno di quegli attori disposti a correre rischi"). Invece, per la parte di Ted Bundy non è ancora stato annunciato nessun nome.

In Ted Bundy - Fascino criminale, lo spietato serial killer è stato interpretato da Zac Efron e la scelta ha scatenato una enorme polemica. L'avvenenza dell'attore è stata criticata da molti per il rischio di celebrare il feroce assassino. Ma (purtroppo) Ted Bundy ha lasciato dietro di sé una lunga scia di sangue e l'ha fatta franca per molto tempo proprio per il fascino che esercitava sulle sue vittime.

Chi accetterà la sfida nel film distribuito da XYZ, prodotto dallo stesso Elijah Wood con Daniel Noah, Lisa Whalen e Kim Sherman e con Scott Derrickson, Bill Hagmaier, Stacy Jorgensen e Mark Ward nel ruolo di produttori esecutivi?

Le registrazioni delle interviste e dove ascoltarle

Per l'impianto di No Man of God, il cast avrà senza dubbio una importanza cruciale. Ma le vere protagoniste del film saranno le registrazioni delle interviste a Ted Bundy realizzate da Bill Hagmaier. 

Una parte del materiale raccolto dall'analista dell'F.B.I è stata condivisa da Richard A. Duffus sul suo blog Darksider Press. L'uomo è uno studioso e un profondo conoscitore di Ted Bundy e della sua storia (insieme a un altro serial killer, Daniel Harold Rolling, chiamato "lo squartatore di di Gainesville" e in parte ispiratore della saga di Scream) e ha ottenuto dal Freedom of Information Act (FOIA) 2 nastri con 1:48 minuti di conversazione tra Hagmaier e Bundy.

Come scrive Duffus nell'area dedicata alle registrazioni, il materiale ha subito delle cancellazioni per proteggere informazioni sensibili e/o riservate. Inoltre, altri nastri sarebbero andati distrutti:

Dopo avere esaminato il materiale disponibile, sono molto deluso per le registrazioni perse. In considerazione del contenuto di ciò che rimane, tutti noi siamo stati privati di uno sguardo all'interno della mente di questo assassino di inestimabile valore.

Tuttavia, il materiale raccolto dall'autore rimane una incredibile (spaventosa) testimonianza di Ted Bundy. Duffus ha realizzato un meticoloso lavoro di catalogazione e trascrizione, che organizza il pensiero, la vita e l'attività criminale del serial killer in una serie di sezioni che conducono in un vero e proprio viaggio nell'abisso della mente umana.

Un'esperienza che ha segnato profondamente lo stesso Bill Hagmaier e che emerge dal primo dialogo che ha avuto con il serial killer (come racconta il profiler nel video qui sopra ed è riportato sul blog Ted Bundy Archives):

La prima volta che ho incontrato Ted Bundy era già nel braccio della morte. Durante quel primo incontro, mi disse: 'Perché dovrei parlare con te e non con qualcun altro?'. Risposi: 'Perché io sono qui per imparare'. E lui disse: 'Mi uccideresti?'. Ed era la prima volta che lo incontravo. Risposi: 'Beh, non avrei... non avrei grande soddisfazione... e se fosse il mio lavoro e tu mi chiedessi se premerei l'interruttore, credo che penserei a tutte quelle giovani donne e sì, lo farei'. E lui disse: 'Ok, bene, adesso ci capiamo'.

Ma chi, davvero, può capire Ted Bundy?

Elijah Wood by Gage Skidmore is licensed under CC BY-SA 2.0

Leggi anche

      Cerca