Atlantis - L'impero perduto e Nadia - Il Mistero della Pietra Azzurra, a confronto

Il travolgente film di Disney e la serie di Gainax a confronto, tra somiglianze e differenze.

Disney / Gainax Atlantis - L'impero perduto e Il Mistero della Pietra Azzurra: i protagonisti

Il mito dell’isola leggendaria di Atlantide ha origini antichissime: è menzionato per la prima volta da Platone, nel IV secolo a.C. Secondo il celebre filosofo greco, Atlantide sarebbe stata una grande potenza navale situata oltre le Colonne d’Ercole, le cui mire espansionistiche si erano estese dall’Europa all’Africa. Fallita l’invasione di Atene, tuttavia, Poseidone l’aveva fatta sprofondare in mare nell’arco di una notte.

Pur essendo un mito creato da Platone per chiarire efficacemente le sue convinzioni politiche, l’immaginario costruito sulla mitica città sotto il mare ha affascinato per secoli, ispirando, tra gli altri, l'autore Jules Verne nella scrittura del celebre Ventimila leghe sotto i mari. L’animazione moderna non poteva esimersi dall’esplorare delle possibilità narrative tanto affascinanti, ed infatti nel decennio tra il 1990 e il 2000 ha dato vita a due prodotti destinati a diventare molto conosciuti: la serie Nadia – Il mistero della pietra azzurra ed il lungometraggio Atlantis – L’impero perduto. I due hanno un’estetica e una trama con molti punti in comune (alcuni hanno accusato Disney di plagio) dal momento che prendono in prestito i dettagli dai libri di Verne e dalla letteratura precedente, ma anche delle differenze non trascurabili.

Somiglianze e differenze tra le due storie:

La trama di Nadia – Il mistero della pietra azzurra

Si tratta di una serie televisiva animata giapponese, diretta da Hideaki Anno e prodotta dallo studio Gainax. La trama è ambientata nel 1889 e segue le peripezie dei due protagonisti principali: Nadia, una giovane acrobata del circo, e Jean, un ragazzo con la passione per l’ingegneria aeronautica (non a caso, la storia è ispirata a un soggetto di Hayao Miyazaki). Nadia non ricorda nulla del proprio passato, e l’unico indizio che ha sulle proprie origini è un ciondolo con una pietra azzurra incastonata, che possiede da che ha memoria. Si incontra con Jean a Parigi, dove è in corso l’Esposizione Universale, e i due fanno amicizia. 

DisneyNadia cammina sola con lo sguardo basso

Sul Nautilus il loro aereo in avaria viene riparato e i due ripartono, ma senza avere fortuna; naufragano infatti su un’isola apparentemente deserta, ma che in realtà la base segreta dell’organizzazione Neo Atlantide, guidata dal terribile Gargoyle, un misterioso uomo mascherato il cui obiettivo è la dominazione del mondo. Tramite lo sconvolgimento dei commerci navali e la progressiva ricostruzione di misteriose tecnologie appartenenti ad una civiltà perduta: Atlantide. La città di Atlantide era caduta in disgrazia per via delle numerose guerre interne, forte del potere della pietra azzurra, che però gli si era ritorto contro.

GainaxIl capitano Nemo insieme alla ciurma sul Nautilus

La serie ha moltissimi risvolti inaspettati, tra cui la scoperta che Nemo è il padre di Nadia, nonché ex regnante di una città remota, caduto vittima di un colpo di stato di Gargoyle. Si scoprirà anche che i primi atlantidei erano in realtà alieni (dunque lo è anche Nadia), e che gli umani sono in realtà una razza da loro inventata, con l’unico compito di servirli. Nadia verrà rapita da Gargoyle che ha l’intento di renderla regina e di utilizzare il potere della pietra azzurra, ma la ragazza verrà portata in salvo da Jean e l’equipaggio del Nautilus.

La trama di Atlantis – L’impero perduto

È un lungometraggio animato Disney del 2001, scritto da Tab Murphy  e diretto da Gary Trousdale e Kirk Wise. Per il film, il fanta-linguista Mark Okrand (inventore dell’idioma Klingon di Star Trek) ha inventato un alfabeto e una grammatica atlantidea.

Atlantis – L’impero perduto è ambientato nel 1914, e la storia inizia molto lontano dalla città leggendaria, a Washington. Milo, cartografo e linguista, insegue il sogno di suo nonno: trovare la città perduta di Atlantide, attraverso lo studio e la reinterpretazione di alcuni testi antichi. Questa ricerca lo porta a individuare in Islanda il luogo dove potrebbe essere ritrovato il “Diario del vecchio pastore”, un manoscritto che descriverebbe in modo accurato come raggiungere Atlantide: i finanziamenti per la spedizione gli vengono tuttavia negati. Viene contattato da Preston B. Whitmore, un eccentrico miliardario, amico di suo nonno Thaddeus, che aveva trovato il diario di cui Milo era alla ricerca. Milo è in grado di tradurlo, e Mr. Whitmore si offre di finanziare l’intera spedizione. Inizia l’avventura, in compagnia di una ciurma di professionisti a bordo di un sottomarino dalla tecnologia avveniristica; vengono attaccati da un mostro marino meccanizzato che, pur uccidendo buona parte dell’equipaggio, li fa finire proprio ad Atlantide. Prima di raggiungerla vengono tuttavia fermati da un gruppo di cacciatori, capitanati dalla giovane Kida, che li porta al cospetto del re, suo padre, convinta che possano aiutare il suo popolo, la cui civiltà è ormai in rovina. Molto tempo prima, infatti, gli atlantidei erano un popolo dalla tecnologia estremamente avanzata, ma la fonte energetica alla base del loro progresso gli si era rivolta contro, causando un terribile tsunami che aveva sommerso la città. In sua difesa, un artefatto posto in cima alla città aveva prodotto una sorta di scudo protettivo che tuttavia aveva chiamato a sé la regina, madre dell’allora piccola Kida. La parte di città protetta dalla barriera si era dunque salvata, pur sprofondando tra le cascate della futura Islanda.

DisneyMilo aiuta Kida a tradurre Il Diario del vecchio pastore

Kida e Milo, aiutandosi a vicenda (Kida e i suoi contemporanei non sanno più leggere la loro stessa lingua), trovano il Cuore di Atlantide, la fonte di energia della città perduta. La loro scoperta però, viene rovinata da una terribile sorpresa: la ciurma credeva che la civiltà atlantidea fosse completamente estinta, ma malgrado abbiano scoperto che questa sia resistita al tempo, i  suoi membri non hanno alcuna remora nel rubare il Cuore di Atlantide, che chiama a sé Kida, come aveva fatto con sua madre. Il Cuore di Atlantide si fonde con la giovane trasformandola in un cristallo, che il capitano Rourke ha intenzione di vendere. Prima di partire, parte della ciurma si pente di stare condannando Milo e Atlantide alla totale rovina, e decide di ammutinarsi. Milo, gli atlantidei e la ciurma riusciranno a salvare Kida e tutta Atlantide, in una lotta travolgente in cui Rourke finirà vittima della propria stessa cupidigia. Il film si chiude col ritorno della ciurma in America, e con Milo, ormai sposo di Kida, che decide di rimanere ad Atlantide.

Il mito di Atlantide

L’elemento in comune più evidente tra le due animazioni è senza ombra di dubbio il ritrovamento di Atlantide. Entrambe le città sono nascoste e vengono raggiunte a bordo di un sottomarino (ispirato a quello in Ventimila leghe sotto i mari).

DisneyLa città di Atlantide

La città in cui vive Kida è però in completa rovina, come risultato della terribile inondazione, che ne ha cancellato la storia e la cultura. Il suo popolo è stato privato dalla tragedia della memoria del proprio glorioso passato, perdendone l’accesso alla sofisticata tecnologia.

L’Atlantide raggiunta da Nadia è Neo Atlantide, e anch’essa ha perso le proprie origini, ma non è tuttavia caduta in disgrazia. A differenza della controparte Disney, governata da un re saggio e poi da Kida, a capo di Atlantide troviamo il perfido Gargoyle, accecato dalla sete di potere, e il terribile imperatore Neo.

Gli atlantidei

Sugli abitanti dell’Atlantide disneyana non si sa molto: è una civiltà estremamente antica, i cui abitanti sono dotati di una estrema longevità, e ha una fonte di potere magica nascosta e connessa a tutti gli abitanti, sottoforma di cristallo.

In uno degli sconvolgenti ultimi episodi della serie firmata Gainax, invece, si scopre che gli atlantidei sono in realtà alieni, e che dunque lo è anche Nadia. L’intero genere umano, anziché essere frutto dell’evoluzione, è una razza geneticamente modificata da questi alieni per creare delle forme di vita con l’unico scopo di servirli. Da questo, la volontà di Neo e Gargoyle di assoggettare l’umanità al proprio volere.

La pietra magica

Sia Kida che Nadia portano al collo una pietra dai poteri magici. In entrambi i casi, questa pietra ha un potere curativo. Ad Atlantide tutti sembrano possederne una, e ogni pietra è connessa al misterioso “Cuore di Atlantide”. Nel mondo di Nadia, tuttavia, lei e suo padre Nemo ne posseggono gli unici due esemplari. 

DisneyKida viene chiamata dal Cuore di Atlantide


La pietra di Nadia spesso l’aiuta come avesse una propria volontà, mentre Kida deve intervenire e usa il proprio cristallo più come uno strumento magico. In entrambi gli immaginari sono considerate estremamente preziose, e attirano l’attenzione di persone alla ricerca di ricchezza e profitto.

Electra vs Helga

Electra ed Helga sono entrambe le seconde in comando nel sottomarino (chiamato Ulysses nel film Disney e Nautilus nella serie Gainax). Sono entrambe bionde, molto belle, competenti, determinate e fedelissime al proprio capitano. Helga tuttavia si dimostra decisamente senza scrupoli per tutto il film, salvo venire poi tradita proprio dal comandante Rourke, assecondato nel suo sconsiderato proposito sino alla fine.

DisneyHelga in penombra

Anche Electra non fa sempre scelte sagge: in un episodio spara a Nemo d’impulso: il capitano si è fatto sfuggire un’occasione per eliminare Gargoyle. Nemo rifiuta perché l’operazione avrebbe significato sacrificare tutti loro e l’equipaggio.  Negli ultimi episodi, tuttavia, dopo aver assistito alla ricomparsa del Nautilus, scopriamo che Electra e Nemo hanno risolto i loro dissidi: la donna è infatti incinta del capitano.

GainaxElectra in uniforme a bordo del Nautilus

Il capitano: Rourke vs Nemo

Il capitano del Nautilus prende ispirazione più direttamente dai romanzi di Julius Verne. È misterioso, ha un passato oscuro, è schivo. Il comandante Rourke, invece, è educato e incoraggiante nei confronti di Milo, e si concede spesso qualche battuta. Entrambi hanno un carattere decisamente autoritario, capace di dare sicurezza e coesione a tutta la ciurma e a dirigere i sottomarini con maestria.

La differenza tra i due è ovvia con lo svilupparsi di entrambe le trame: malgrado il carattere burbero e i continui contrasti con Nadia, Nemo è fedele ai propri ideali e continua a combattere strenuamente contro le forze del male, difendendo la figlia, i suoi amici e quella che sarà la futura madre di suo figlio, Electra.

GainaxIl capitano Nemo al comando del Nautilus

Il comandante Rourke, d’altro canto, benché inizialmente amichevole, si rivela essere il vero antagonista della storia. Il suo intento è rubare il Cuore di Atlantide, unica fonte di energia della città dalla cui sorte dipendono i destini di tutti gli abitanti, e poco gli importa che il cristallo abbia “assorbito” la principessa Kida. Sarà proprio la sua cieca cupidigia e la sua mancanza di scrupoli a portare alla sua fine.

DisneyIl comandante Rourke dà il benvenuto a Milo prima della partenza

Jean vs Milo

I personaggi di Jean e Milo hanno apparentemente dei tratti in comune. Entrambi sono estremamente intelligenti e determinati ad inseguire i propri sogni, e sono giovani dotati di una corporatura esile e grandi occhiali rotondi.

GainaxJean

Tuttavia i loro interessi non potrebbero essere più diversi: mentre Milo è un cartografo e un linguista, Jean è un inventore appassionato di aeronautica. Inoltre, il protagonista maschile de Il mistero della pietra azzurra è assolutamente ignaro dell’esistenza di Atlantide, mentre Milo ne è alla costante ricerca, sulle orme nel nonno Thaddeus.

DisneyMilo illustra le sue ricerche su Atlantide a un finto pubblico

Nadia vs Kida

La somiglianza tra il personaggio di Nadia e quello di Kida è senza dubbio la più evidente. Oltre ad essere vestite in modo simile e ad avere entrambe languidi occhi azzurri, le due condividono un temperamento deciso, sono coraggiose, estremamente altruiste e fedeli ai propri amici. Il destino di entrambe, anche se per motivi diversi, è quello di governare Atlantide. Entrambe hanno perso la madre e hanno dei dubbi sul proprio passato. Kida conosce il proprio passato ma non riesce a carpirne la cultura e i segreti, Nadia invece non ha idea di quali siano le sue origini e non sa nulla di Atlantide.

GainaxNadia contrariata

Kida inoltre verrà scelta dal Cuore di Atlantide, che la trasformerà in un cristallo, rendendola immobile e incosciente, sfruttando la sua energia vitale per difendere Atlantide. Nadia invece perderà la propria volontà per un intero episodio, perché ipnotizzata da Gargoyle, arrivando persino a sparare al padre.

DisneyKida

Entrambe, alla fine, si innamorano del proprio imbranato compagno di avventure: Nadia sposerà Jean e Kida e Milo governeranno insieme l’ormai rinata e fiorente Atlantide.

Atlantis - L'impero perduto (Atlantis: The Lost Empire) è un film d'animazione Disney scritto da Tab Murphy e diretto da Gary Trousdale e Kirk Wise.  È uscito nel 2001, ed è considerato il 41º classico Disney secondo il canone ufficiale.

Nadia - Il mistero della pietra azzurra (ふしぎの海のナディア Fushigi no umi no Nadia), noto anche col sottotitolo internazionale The Secret of Blue Water, è una serie televisiva anime prodotta dallo studio Gainax ed è la prima prova da regista di serie per il celebre animatore Hideaki Anno.

Leggi anche

      Cerca