Capone: Linda Cardellini racconta gli schiaffi (multipli) a Tom Hardy

Prendere a schiaffi Tom Hardy? Linda Cardellini l'ha fatto. L'attrice ha raccontato che il collega le ha dato un grande aiuto ad affrontare una scena emotivamente molto difficile sul set di Capone. E ha incassato con nonchalance un paio di manrovesci...

Notorious Pictures Tom Hardy è Capone nell'omonimo film di Josh Trank

Dopo Venom, Capone. Tom Hardy non ha paura di spaziare tra generi e ruoli e lo dimostra un film dopo l'altro. Non solo. La meticolosa preparazione che porta l'attore a immergersi completamente nei personaggi che interpreta è proverbiale. E a quanto pare, la sua dedizione finisce con l'avere effetto sui colleghi di set. In una intervista a The Hollywood Reporter, Linda Cardellini ha raccontato che la star de Il cavaliere oscuro - Il ritorno e Dunkirk l'ha aiutata a superare i propri limiti e ad affrontare un scena emotivamente complessa.

Nel film diretto da Josh Trank, l'attrice interpreta la moglie del famigerato gangster, Mae. I due sono ritratti negli ultimi anni di vita di Capone, mentre dell'impero dell'uomo resiste una pallida eco e la sua salute fisica e mentale corrono a precipizio verso il baratro. Il ménage tra Mae e Al è complesso e spesso tumultuoso e a un certo punto la donna ha un teso confronto con il marito e lo prende a schiaffi.

Linda Cardellini ha rivelato che l'idea di colpire Tom Hardy la faceva sentire tremendamente a disagio. Ma il collega l'ha incoraggiata a realizzare la scena senza paura:

Ero terrorizzata. Non volevo colpirlo con forza, ma lui ha detto: 'Fallo!'. Lo schiaffo non è venuto bene e abbiamo dovuto ripeterlo diverse volte. Lo colpivo per davvero e, dopo ogni ciak, lo guardavo e avevo il cuore pesante. Gli chiedevo: 'Stai bene?'. Ma lui è davvero forte.

Alla fine, non solo la difficile scena è stata realizzata, ma Linda ha speso parole piene di ammirazione e affetto per il collega:

Con Tom ho trovato un metodo di lavoro all'insegna della collaborazione e dell'apertura. Vederlo all'opera e recitare con lui è stato affascinante, perché è uno dei più grandi. [...] In quella scena, Tom mi ha dato tutto. Ho lasciato che lo colpissi quanto duramente volevo e che piangessi su di lui per tutto il tempo di cui avevo bisogno.

Al momento, Capone è stato distribuito solo in USA in formato VOD a causa della pandemia di Covid-19. Ma come scrive Deadline, il film di Josh Trank ha ottenuto ragguardevoli risultati in termini di incassi, guadagnando oltre 2,5 milioni di dollari nei primi 10 giorni di distribuzione on demand.

Capone dovrebbe arrivare nei cinema d'oltreoceano con la riapertura della sale (con una release limitata). Invece, non ci sono ancora notizie su quando arriverà in Italia e con che tipologia di distribuzione.

Per saperlo, restate sintonizzati.

Leggi anche

      Cerca