Dark: la trama essenziale delle prime due stagioni, per un ripasso rapido

Manca un giorno all'apocalisse. E all'uscita di Dark 3. Avete fatto il rewatch? Se non ci siete riusciti, niente paura. Netflix ha condiviso un videoriassunto con la trama essenziale delle prime due stagioni. Per un ripasso rapido e... efficace!

Il tempo è quasi scaduto. Manca un solo giorno e il 27 giugno la terza stagione di Dark arriverà su Netflix e l'apocalisse si abbatterà su Winden. Avete fatto il rewatch? Se la risposta è no, niente panico. Netflix ha condiviso un pratico riassunto della serie creata da Baran bo Odar e Jantje Friese (lo trovate in copertina). Naturalmente, il recap non "spacca il capello", ma è utile per (ri)mettere in fila gli eventi più importanti e guardare i nuovi episodi con le idee un po' più chiare. Insomma, per quanto lo permettano i salti temporali e gli intrecci di Dark.

Qui di seguito trovate la trama essenziale delle prime due stagioni direttamente dal video (in tedesco con sottotitoli in inglese). Se volete qualche informazione in più, su NoSpoiler sono a vostra disposizione una spiegazione di Dark 2 e una guida "in pillole" alla serie. E se come i "viaggiatori" guardate già al futuro, trovate anche un approfondimento con 7 teorie su quello che potrebbe accadere a Jonas, Martha e compagnia.

Dark: la trama della stagione 1

Winden, 21 giugno 2019. Michael Khanwald si impicca nella soffitta di casa e lascia una lettera con la nota "Non aprire prima del 4 novembre alle 22:13". Il messaggio viene preso e nascosto dalla madre, Ines Khanwald.

La morte dell'uomo causa un profondo trauma al figlio, Jonas, che si allontana 4 mesi dalla città per affrontare una terapia di recupero. Quando torna in autunno, il giovane scopre che un compagno di scuola, Erik Obendorf, è scomparso e che la ragazza di cui è innamorato, Martha Nielsen, sta con il suo migliore amico, Bartosz Tiedemann.

Jonas cerca di tornare alla normalità e accetta di accompagnare Bartosz, Martha e il fratello Magnus alle grotte di Winden, per recuperare la droga nascosta da Erik. A loro si unisce inaspettatamente Mikkel, il fratello più piccolo di Magnus e Martha. Ma accade qualcosa e Mikkel scompare.

Il padre del bambino, l'ispettore di polizia Ulrich Nielsen, sospetta che il caso del figlio sia collegato non solo a quello di Erik, ma anche a quello di suo fratello, Mads, sparito nel nulla nel 1986. E inizia un'indagine nell'indagine condotta con la collega e capo della polizia, Charlotte Doppler.

Intanto, a Winden si verificano molti strani eventi. Improvvisi sbalzi di corrente, uccelli morti che cadono dal cielo, personaggi misteriosi che si aggirano di notte, il corpo di un bambino che compare da una sorta di breccia di energia, fusti di scorie radioattive che vengono spostati dalla centrale nucleare e una fitta, inestricabile rete di bugie e segreti rivelano una trama complessa e profonda, che va oltre i confini dello spazio e del tempo.

Mikkel non è stato rapito, ma è finito nel 1986 attraverso un misterioso passaggio nascosto nelle grotte, che si apre dietro una porta che reca la scritta "Sic Mundus Creatus Est". Ed Erik (insieme ad altri bambini) è stato usato come cavia per i suoi esperimenti da un pastore di nome Noah, che sta cercando di costruire una macchina del tempo dentro un bunker nel bosco di proprietà dei Doppler.

NetflixDark: poster
Il poster di Dark 3

Winden è una sorta di porta tra epoche diverse e il vagabondare tra presente, passato e futuro di alcuni dei suoi abitanti ha dato origine a una serie di paradossi che si ripetono all'infinito in 3 cicli della durata di 33 anni, che hanno inizio rispettivamente nel 1953, 1986 e 2019.

Dopo avere scoperto che il cadavere del bambino sconosciuto è quello di suo fratello Mads, Ulrich segue il vecchio Elge Doppler (che ritiene coinvolto nella scomparsa dei bambini) e viaggia nel 1953. Mentre uno straniero recapita a Jonas un pacco che contiene anche la lettera del padre e che svela che Michael altri non è che Mikkel. In seguito a una serie di eventi, il giovane trova il passaggio nelle grotte e viaggia indietro nel tempo per riportare Mikkel/Michael nel 2019. Ma lo straniero glielo impedisce, perché se lo facesse non nascerebbe.

Anche Ulrich prova a cambiare il passato per modificare il presente e cerca di uccidere il piccolo Elge. Credendolo morto, il poliziotto chiude il bambino nel bunker, ma rimane bloccato nel 1953 con l'accusa di essere un assassino.

In un nuovo tentativo di cambiare le cose, Jonas torna nel 1986 e viene catturato da Noah ed Elge per essere usato per gli esperimenti per attivare la macchina del tempo. Mentre è prigioniero, il giovane riceve la visita dello straniero, che gli rivela di essere lui e gli dice che deve restare nel bunker per cambiare le cose e fermare il ciclo.

Jonas adulto attiva la macchina del tempo costruita dall'orologiaio H.G. Tannhaus (con i progetti di un'altra viaggiatrice, Claudia Tiedemann, la direttrice della centrale nucleare), ma le cose non vanno come previsto. Nel bunker si apre un portale che permette al giovane Jonas e al piccolo Elge (che è sopravvissuto all'aggressione di Ulrich) di toccarsi. Il bambino finisce nel 1986, mentre Jonas arriva nel 2052.

Dark: la trama della stagione 2

Winden, 2053. Nel futuro, Jonas scopre che Winden è stata distrutta da un incidente alla centrale nucleare avvenuto il 27 giugno 2020 (l'apocalisse) e che Martha e tutte le persone che conosceva sono morte. Ma in realtà, il ragazzo non sa che alcune si sono salvate nel bunker dei Doppler. Tra loro c'è anche Elizabeth, la figlia sordomuta di Charlotte, che nel futuro è diventata il leader di un gruppo di sopravvissuti che crede in una profezia di salvezza eterna collegata a "Sic Mundus Creatus Est".

La centrale è diventata una zona proibita, ma Jonas trasgredisce il divieto e trova al suo interno una massa di energia e una serie di nastri registrati da Claudia Tiedemann (anche lei sopravvissuta nel bunker, con la figlia Regina) che spiegano che si tratta della "particella di Dio" e che permette di viaggiare nel tempo. Il giovane rischia di essere quasi ucciso a causa della sua disubbidienza e viene imprigionato. Ma grazie all'aiuto di un'altra sopravvissuta, Silja, riesce a liberarsi e utilizza la particella di Dio per tornare a casa e impedire l'apocalisse. Però le cose non vanno come previsto e finisce nel 1921.

Intanto, anche Claudia Tiedemann (chiamata "il diavolo bianco") sta viaggiando nel tempo nel tentativo di fermare un misterioso nemico, Adam. La donna incontra la sé stessa del 1987 e la mette in guardia dall'uomo. Poi intraprende una serie di altre missioni che la portano nel 1953 a consegnare a H.G. Tannhaus il libro "Viaggio nel tempo" (scritto dall'orologiaio, ma all'epoca... non ancora scritto) e a morire per mano di Noah.

NetflixDark: Jonas
Jonas in Dark

Mentre nel passato vengono tessute nuove trame, nel presente a Winden viene istituita una task force per indagare sui numerosi casi di persone scomparse. A guidarla è l'ispettore Clausen, un uomo sfuggente che non è arrivato nella cittadina per caso, ma per cercare la verità sul fratello. Il poliziotto capisce che Winden è una città piena di segreti, ma non riesce (non può) vedere il quadro completo. Nella fitta rete di intrecci e conseguenze, Hannah ritrova suo figlio Jonas adulto e gli ruba la macchina del tempo per andare nel 1954 da Ulrich (che decide di abbandonare al suo destino). Charlotte scopre che Noah è suo padre. E Martha, Magnus, Franziska ed Elizabeth scoprono l'esistenza dei viaggi del tempo.

Invece, il puzzle prende forma davanti agli occhi di Egon Tiedemann. Nel 1987, l'uomo sembra finalmente intuire la verità sul misterioso straniero senza nome che ha arrestato nel 1953 (Ulrich) e su Mikkel. Il vecchio poliziotto capisce anche che la figlia Claudia è il "diavolo bianco", ma muore accidentalmente proprio durante un duro confronto con la donna.

Gli eventi continuano ad avvenire e a essere causa e conseguenza gli uni degli altri. Così, mentre Elge torna a casa nel 1954, Jonas fa la conoscenza di Adam nel 1921. E scopre che altri non è che sé stesso. L'uomo parla al giovane dei viaggi nel tempo e rivela di possedere una particella di Dio. Proprio con quella manda il giovane nel futuro, al 20 giugno 2019, con lo scopo (apparente) di fargli impedire il suicidio del padre. Ma l'incontro tra Jonas e Michael ha l'effetto opposto: l'uomo decide di uccidersi perché solo così il figlio potrà (continuare a) esistere. Il giovane cerca di fermarlo, ma l'anziana Claudia arriva da un tempo (una realtà?) imprecisato e dice a Jonas che "tutti devono fare di sacrifici".

I due si ritrovano nel 1987, poco dopo la morte di Egon, e viaggiano insieme nel 2020 per fermare l'apocalisse. Quella stessa apocalisse che invece Adam vuole che accada. Dopo che Noah cerca di sparargli senza successo e viene ucciso dalla propria sorella, Agnes, l'uomo raggiunge a sua volta il 2020.

In una serrata sequenza di eventi, Adam uccide Martha sotto gli occhi di Jonas, mentre la particella di Dio inizia a prendere forma alla centrale nucleare e Charlotte si ritrova faccia a faccia con la Elizabeth del futuro. Sua figlia. Sua madre.

A pochi istanti dall'apocalisse, davanti a uno sconvolto Jonas appare un'altra Martha. Viva e diversa. Il giovane le chiede da quando arrivi e la ragazza risponde: "La domanda non è da quale epoca, ma da quale mondo". La Martha "alternativa" apre la mano e rivela un dispositivo simile alla macchina del tempo di H.G. Tannhaus, ma molto più piccolo e (all'apparenza) sofisticato. Lo attiva e i due scompaiono.

      Cerca