Snowpiercer: un universo che cambia tra film e serie TV

A bordo di un treno possono avvenire tantissime cose. Questo è l'incipit su cui si estende il franchising di Snowpiercer che ormai conta un fumetto, un film e una serie televisiva.

Netflix Snowpiercer: le differenze dell'universo del treno tra film e serie TV

La storia di base di Snowpiercer è semplice ma geniale: quel che resta dell'umanità costretta a vivere su un treno che non si ferma mai mentre il mondo fuori è completamente congelato. La convivenza forzata con gli altri esseri umani crea attriti, tensioni, nuovi amori e tantissime altre situazioni che un solo film però non poteva contenere e storie che, per quanto grande sia l'opera a fumetti di Jacques Lob e Jean-Marc Rochette, la graphic novel non poteva raccontare.

La serie Netflix Snowpiercer si inserisce in questo contesto ampliando quanto visto nel film, aggiungendo nuove situazioni e miscelando i colpi di scena del fumetto per espandere il mondo del treno eterno. Vediamo quindi quali sono i cambiamenti sostanziali che intercorrono tra la pellicola cinematografica e la serie prodotta da Netflix di cui è già in arrivo una seconda stagione.

SOMMARIO

La trama

Koch MediaI fondai nel film di Snowpiercer

Il film del 2013 diretto dal premio oscar Bong Joon-ho cerca di adattare l'idea di base del fumetto, cambiando i personaggi e muovendosi poi su un'altra linea. È la storia di Curtis, principalmente, e di un un'altra manciata di personaggi che vivono in fondo al treno e vogliono raggiungere la testa per cercare di avere una vita migliore. La scalata è sanguinaria e pian piano che Curtis attraversa il treno facendosi strada vagone dopo vagone l'uomo scopre, insieme allo spettatore, che il fondo era l'ultimo strato della società. A discapito dei molti che vivevano costretti nei vagoni finali, una manciata di pochi ricchi viveva agiatamente nei vagoni di testa sotto l'attenta supervisione dell'uomo a capo della locomotiva: Wilford, l'uomo che ha costruito il treno e vive trincerato nella locomotiva di testa.

Nella serie TV del 2020 l'assunto di base è lo stesso di film e fumetto ma la storia sul treno cambia parecchio. Innanzitutto infatti lo spettatore viene messo subito al corrente del sistema di classi del treno e viene rivelato immediatamente che i più svantaggiati vivono in fondo al treno mentre i più ricchi sulla cima. Nella prima parte della serie la storia è incentrata su un detective del fondo, Layton Well, chiamato dalle classi più agiate a trovare un misterioso killer che ha già mietuto diverse vittime. Ad accompagnarlo nella sua ricerca ci sarà Melanie Cavill, un membro dell'ospitalità del treno, una sorta di hostess che gli fornirà dei privilegi solitamente non concessi ad uno del fondo. La seconda parte della serie invece torna a parlare di scalata sociale, proprio come nel film, ma mostra anche quello che viene dopo perchè una volta preso il potere bisogna essere in grado di mantenerlo.

I personaggi

NetflixLayton e gli altri fondai di Snowpiercer

Nel film lo spettatore segue quindi l'avanzata di Curtis, il vero protagonista della pellicola. Gli altri personaggi rimangono abbastanza secondari e a parte il loro ruolo funzionale al film non è possibile conoscerli a fondo. Naturalmente i tempi dilatati della serie TV permettono altri tipi di manovre e la storia che prima era di uno diventa la storia di molti: Layton è solo uno dei protagonisti della serie e alla sua si intrecciano le vite di Melanie, di Bess, di Josie, di Miles o degli altri personaggi di cui si scopre sempre un nuovo retroscena.

L'impronta del film rimane naturalmente, Layton condivide gli ideali rivoluzionari di Curtis, Melanie quelli di controllo di Wilford e di pace di Gilliam, Josie  è un po' come Tanya alla ricerca del figlio Miles che a sua volta ricorda il bambino che nel film veniva inserito come componente fisico della locomotiva e nelle fasi finali anche il personaggio di Ruth ricorda un po' quello di Mason, interpretato nel film da Tilda Swinton. Insomma i caratteri principali del film sono stati rispettati ma ampliati e approfonditi per offrire una storia corale invece che singola.

La figura di Wilford

NetflixIl capo dell'ospitalità del treno in Snowpiercer

Nel film Wilford, interpretato da Ed Harris, vive nella locomotiva senza uscire mai. Le sue parole sono legge e viene considerato alla stregua di un dio. Nella serie i caratteri di divinità si disfanno e ci mostrano la vera natura di Wilford.

Wilford infatti è morto e la sua esistenza è una menzogna tenuta a galla da Melanie Cavill che è il vero capo della locomotiva. A differenza del film Melanie scende tra la gente del suo treno e anche se deve fare delle scelte drastiche mostra di avere a cuore i problemi di tutti, problemi che il Wilford della pellicola schiacciava senza troppo rimorso anche se intratteneva un rapporto con Gilliam nella coda per avere tutto sotto controllo.

Le mansioni del treno e i vagoni

NetflixSnowpiercer il personaggio di Ruth e le mansioni del treno

Nella pellicola cinematografica non c'è tempo di fermarsi sugli aspetti funzionali del treno e sono quindi cose che lo spettatore deve dare per scontato e procedere nella scalata alla testa. Nella serie invece ognuno ha un ruolo, ogni personaggio ha un suo preciso posto e un lavoro da svolgere sul treno: Ruth e Melanie fanno parte dell'ospitalità e sono delle vere e proprie hostess del treno; Bess e Roche fanno parte dei frenatori, la polizia del treno, che si occupa di mantenere l'ordine sulla locomotiva; i fondai erano personaggi senza lavoro sulla pellicola mentre qui vengono impiegati per le mansioni più umili e spesso, a seconda delle capacità di ognuno, portati a lavorare nei vagoni successivi. Inoltre esiste anche un vero e proprio esercito militare sul treno che agisce dove la polizia non arriva.

Da film a serie cambiano anche i vagoni. Nel film abbiamo avuto poco tempo di ammirare i vagoni delle classi più agiate che mostravano una discoteca, una sauna, una serra, un ristorante di sushi e una pista da bowling. Nella serie a questi si aggiungono tanti altri vagoni, in alcuni sono stati costruiti dei veri e propri mercati, in altri vi è un acquario e in altri ancora dei luoghi in cui perdersi nei piaceri proibiti. La carrozza notturna è uno di questi luoghi dove, al giusto prezzo, un passeggero può rivivere i ricordi del suo passato.

Il finale

Koch MediaSnowpiercer, Curtis raggiunge la testa del treno

I finali dei 2 prodotti sono molto differenti tra loro: il film si chiude definitivamente mentre la serie rimane aperta per la stagione due già in produzione. Mentre il film però cerca di dare una conclusione agli eventi narrati la serie si espande e aggiunge alla trama anche avvenimenti appartenenti agli altri volumi della graphic novel.

Il film termina infatti con l'arrivo di Curtis nella testa della locomotiva, dopo aver perso quasi tutti i suoi compagni, che decide di far esplodere il treno. Una volta esploso e deragliato Yona esce dai rottami del treno, miracolosamente ancora viva e vede un orso polare, segno che la vita sta tornando sul pianeta.

Nella serie il treno capta un segnale misterioso che si rivela essere quello di un altro treno che abborda lo Snowpiercer e su cui si trova la figlia che Melanie pensava essere morta. La serie termina quindi con Layton che ha preso il potere del treno e questo secondo treno, attaccato come una zavorra, che blocca la locomotiva alla ricerca di Melanie che intanto è caduta dal treno.

Leggi anche

      Cerca