Tutti i film dedicati a Superman (e l’ordine in cui guardarli)

Kal-El, Clark Kent, l'Uomo d'acciaio. Tanti nomi per identificare uno dei supereroi più amati, protagonsta di numerosi film nel corso degli ultimi 70 anni. Ecco un rapido viaggio all'interno delle avventure cinematografiche di Superman.

Warner Bros. Henry Cavill è Superman in L'uomo d'acciaio

Superman, il supereroe kryptoniano creato nel 1933 da Jerry Siegel e Joe Shuster, è entrato subito nel cuore del pubblico. Per la sua storia così originale, densa di contenuti e significati. Una storia che è stata protagonista più volte di film apparsi sul grande schermo.

L’eroe nato su Krypton ma cresciuto a Smallville appare nei cinema fin dalla prima metà del secolo scorso. Nel corso degli anni, le varie opere a lui dedicate hanno scavato nella profondità della doppia anima del personaggio. Un eroe diviso tra la sua vera identità, quella di Kal-El, e la sua versione “umana”, ovvero Clark Kent.

Lippert PicturesUna scena tratta da Superman and the mole men

Senza ulteriori indugi, allora, viene proposto un rapido viaggio tra le tante pellicole dedicate all’Uomo d’acciaio, dagli inizi in bianco e nero all’epopea dell’universo DC:

 L’epoca di corti animati e serial cinematografici

Superman (1948)

Titolo originale: Superman
Sceneggiatura: Lewis Clay, Royal K. Cole, Arthur Hoerl, George H. Plympton and Joseph F. Poland
Regia: Spencer Gordon Bennet, Thomas Carr

La primissima apparizione live action di Superman al cinema è da far risalire al 1948. Si trattava di un serial cinematografico, genere di opera che vedeva la proiezione di episodi di breve durata. Il primo Uomo d’acciaio ad apparire su schermo fu Kirk Alyn, accompagnato da Noel Neill nella parte di Lois Lane e Tommy Bond in quella di Jimmy Olsen. 

Atom Man vs Superman (1950)

Titolo originale: Atom Man vs Superman
Sceneggiatura: David Mathews, George H. Plympton and Joseph F. Poland
Regia: Spencer Gordon Bennet

La seconda apparizione nelle sale di Superman era nuovamente in forma di serial cinematografico. Anche in questo caso, il trittico di personaggi più importanti era interpretato da Kirk Alyn (Superman), Noel Neill (Lois Lane) e Tommy Bond (Jimmy Olsen).

Il primo lungometraggio

Superman and the Mole Men (1951)

Titolo originale: Superman and the Mole Men
Sceneggiatura: Robert Maxwell
Regia: Lee Sholem
Durata: 58 minuti

Il primo lungometraggio dedicato interamente alla figura dell’Uomo d’acciaio è datato 1951. In Superman and the Mole Men, George Reeves interpretava Superman, mentre Lois Lane era portata in scena da Phyllis Coates.

La trama vede Clark e Lois invischiati in una vicenda che presenta lo scontro tra gli abitanti della cittadina di Silsby e un gruppo di umanoidi. Solo l’intervento di Superman riporta la situazione alla normalità. 

La serie originale

Superman (1978)

Titolo originale: Superman: the movie
Sceneggiatura: Mario Puzo, David Newman, Leslie Newman, Robert Benton, Tom Mankiewicz
Regia: Richard Donner
Durata: 143 minuti

A partire dalla fine degli anni ’70 del secolo scorso, l'Uomo d'acciaio divenne una presenza costante sugli schermi dei cinema. Questo nuovo filone di pellicole venne inaugurato da Superman, film del 1978. Al progetto partecipò come sceneggiatore Mario Puzo, all’epoca già noto per il suo romanzo The Godfather, da cui Francis Ford Coppola prese spunto per la trilogia de Il Padrino.

La pellicola segnò l’ingresso in scena di Christopher Reeve nei panni di Superman, accompagnato da star del calibro di Marlon Brando (Jor-El) e Gene Hackman (Lex Luthor).

La trama porta lo spettatore su Krypton, pianeta sull’orlo dell’estinzione. Jor-El sceglie di far scappare suo figlio Kal-El all’interno di una navicella spaziale che atterra sulla Terra, nella città di Smallville. Qui, il piccolo crescerà, e grazie ai suoi poteri sventerà il piano diabolico del suo acerrimo nemico, Lex Luthor.

Superman II (1980)

Titolo originale: Superman II
Sceneggiatura:  Mario Puzo, David Newman, Leslie Newman
Regia: Richard Lester
Durata: 127 minuti

Due anni dopo l’esordio, la saga di Superman tornò sulle scene con alcuni cambiamenti. A cominciare dalla regia, dove Richard Lester sostituì Richard Donner.

Christopher Reeve, invece, tornava a impersonare un Superman intenzionato a mettere da parte i suoi poteri per costruire una famiglia con Lois Lane (Margot Kidder). L’unione di Lex Luthor con i criminali kryptoniani Zod, Ursa e Non costringerà l’uomo d’acciaio a tornare sui suoi passi.

Alla fine, il supereroe sarà in grado di sconfiggere i suoi nemici e far trionfare così le forze del bene.

Superman III (1983)

Titolo originale: Superman III
Sceneggiatura:  David Newman, Leslie Newman
Regia: Richard Lester
Durata: 125 minuti

Christopher Reeve tornò per la terza volta a vestire i panni di Clark Kent nel 1983, in un film diretto ancora una volta da Richard Lester.

Il cattivo di turno, questa volta, è Gus Norman (Richard Pryor), genio del computer che ha ideato una sorta di kryptonite sintetica, capace di corrompere lo stesso Uomo d’acciaio e renderlo egoista, perfido, addirittura dedito all’alcol. Dopo essere tornato in sé, il supereroe saprà sconfiggere i suoi nemici e si riconcilierà con Lana Lang (Annette O’Toole), amica di infanzia che alla fine della pellicola troverà lavoro presso il Daily Planet, lo stesso giornale per il quale lavora Clark.

Superman IV (1987)

Titolo originale: Superman IV: The Quest for Peace
Sceneggiatura: Lawrence Konner, Mark Rosenthal
Regia: Sidney J. Furie
Durata: 90 minuti

Superman IV è l’ultimo film a vedere protagonista Christopher Reeve. La serie di film venne fermata da Warner Bros. a causa dello scarso successo ottenuto, e delle critiche tutt’altro che lusinghiere.

La trama vede l’Uomo d’acciaio intenzionato a distruggere tutti i missili nucleari della Terra, nel tentativo di sventare eventuali guerre catastrofiche. All’orizzonte, però, si profila una minaccia ancora più grave. Lex Luthor (Gene Hackman) evade di prigione e riesce a creare un clone malvagio di Superman, ovvero l’Uomo Nucleare.

Dopo uno scontro sulla Luna, Kal-El sarà in grado di far fronte all’ennesima minaccia, distruggendo l’Uomo Nucleare e catturando nuovamente Lex.

Superman Returns (2006)

Titolo originale: Superman Returns
Sceneggiatura: Michael Dougherty, Dan Harris
Regia: Bryan Singer
Durata: 154 minuti

A quasi 20 anni di distanza dall’ultima apparizione al cinema di Clark Kent, ecco arrivare Superman Returns. Per l’occasione fu scelto il regista Bryan Singer, con Brandon Routh nei panni dell’Uomo d’acciaio e Kevin Spacey come Lex Luthor.

Dopo essere stato assente per cinque anni, in cerca di risposte sul pianeta Krypton, Superman torna sulla terra. Ma l’accoglienza non è delle migliori. A cominciare dalla sua amata, Lois Lane (Kate Bosworth), ormai sposata con un altro uomo e madre di un bambino.

Come se non bastasse, Lex Luthor ha in mente uno dei suoi crudeli piani di dominio del mondo, che anche questa volta verrà sventato dal supereroe. Dopo essere finito in coma per una esposizione prolungata alla kryptonite, Superman saprà tornare più forte che mai. Alla fine del film, si scopre che Kal-El è il vero padre del figlio di Lois. Il supereroe giura che non se ne andrà mai più dalla Terra.

I film del DC Extended Universe

L’uomo d’acciaio (2013)

Titolo originale: Man of Steel
Sceneggiatura: David S. Goyer
Regia: Zack Snyder
Durata: 143 minuti

Superman Returns non riuscì a convincere Warner Bros. a puntare su un possibile sequel. Dopo il film del 2006, allora, i fan dovettero attendere il 2013 per poter tornare a vedere su schermo il loro kryptoniano preferito.

Il reboot in grande stile della saga DC fu firmato da Zack Snyder, e vedeva come protagonista Henry Cavill, impegnato a recitare la parte di Clark Kent. Il resto del cast vedeva nomi molto noti al grande pubblico, come Amy Adams (Lois Lane), Kevin Costner (Jonathan Kent), Diane Lane (Martha Kent), Lawrence Fishburne (Perry White) e Russel Crowe (Jor-El).

Il film ripercorre le tappe classiche della genesi del supereroe DC. Sul pianeta Krypton, ormai destinato alla distruzione, lo scienziato Jor-El fa in tempo a spedire suo figlio Kal-El sulla Terra. Arrivato sul nostro pianeta, il piccolo – chiamato Clark dai genitori adottivi – cresce con la consapevolezza di avere una missione da portare a termine. L’arrivo sulla terra del generale Zod, kryptoniano con mire da conquistatore, spingerà il personaggio a compiere il suo destino. Dopo aver sventato l’attacco del nemico, Superman informa il governo statunitense di essere disponibile a fornire tutto l’aiuto necessario. Per essere sicuro di poter agire nell’ombra, Clark si trasferisce a Metropolis, e inizia a lavorare come giornalista per il Daily Planet.

Batman v Superman: Dawn of Justice (2016)

Titolo originale: Batman v Superman: Dawn of Justice
Sceneggiatura: Chris Terrio, David S. Goyer
Regia: Zack Snyder
Durata: 151 minuti

La storia di Superman continuò nel 2016 con Batman v Superman: Dawn of Justice, film che così come L’uomo d’acciaio si colloca all’interno dell’Universo Esteso DC.

La premessa è singolare, e va a intrecciarsi con la sorte del Batman di Ben Affleck. Il Cavaliere oscuro, infatti, è preoccupato dalla troppa libertà concessa a Kal-El, un superuomo che non sembra avere punti deboli.

Mentre i due supereroi sono in lotta tra di loro, una minaccia molto più pericolosa avanza. Lex Luthor (Jesse Eisenberg) ha creato un mostro terribile e fuori controllo, chiamato Doomsday. Occorrerà il sacrificio dell’Uomo d’acciaio per sventare l'ennesimo pericolo, in un assalto finale a base di kryptonite che lo ferirà a morte.

Justice League (2017)

Titolo originale: Justice League
Sceneggiatura: Chris Terrio, Joss Whedon
Regia: Zack Snyder
Durata: 120 minuti

L’altruismo di Superman ha avuto i suoi effetti su Batman, che in Justice League decide di unirsi ad altri eroi dell’universo DC, come Wonder Woman (Gal Gadot) e Aquaman (Jason Momoa).

La minaccia da sventare, questa volta, ha il nome di Steppenwolf (Ciarán Hinds), che pianifica di attaccare la Terra con il suo esercito di parademoni. La tremenda minaccia mette a dura prova i supereroi, che per riuscire a sconfiggere il loro nuovo nemico si rivolgono ancora una volta a Superman, che viene riportato in vita.

L’inizio, però, non è dei migliori. L’Uomo d’acciaio non ricorda chi sia, e per difendersi inizia ad attaccare i suoi alleati. Sarà l’intervento di Lois Lane a far tornare la situazione alla normalità. Insieme, le forze del bene riusciranno a sconfiggere Steppenwolf.

L’ordine in cui guardare i film di Superman

Escludendo le opere animate dei primi anni ’40 del XX secolo, è possibile identificare nel serial cinematografico Superman del 1948 l’esordio dell’Uomo d’acciaio sul grande schermo. Stabilire un ordine cronologico con cui guardare i film di Kal-El però, è una questione decisamente più complessa. Questo perché le opere coprono un arco di tempo piuttosto ampio, con conseguenti cambiamenti nelle tecnologie utilizzate, nelle tematiche e nei personaggi stessi.

A complicare ancora di più le cose, intervengono le versioni multiple di alcuni film della serie originale. Superman II, in particolare, è presente in due edizioni diverse, che differiscono non solo per la quantità di scene, ma anche per il finale. La faccenda diventa ancora più intricata se si considera che Superman Returns, del 2006, sembra continuare sulla falsariga di Superman II del 1980, ignorando completamente gli avvenimenti di Superman III, Superman IV e Supergirl, progetto del 1984 dedicato a Kara Zor-El (Helen Slater), cugina di Superman. Senza contare che i film dell'Universo Esteso DC, quelli con Henry Cavill nei panni di Clark Kent, non considerano minimamente la timeline delle pellicole precedenti.

Considerati tutti questi paletti, allora, l’opzione migliore sembrerebbe quella di guardare i film secondo l’ordine di uscita al cinema:

  • Superman (1948)
  • Atom Man vs Superman (1950)
  • Superman and the Mole Men (1951)
  • Superman (1978)
  • Superman II (1980)
  • Superman III (1983)
  • Superman IV (1987)
  • Superman Returns (2006)
  • L’uomo d’acciaio (2013)
  • Batman v Superman: Dawn of Justice (2016)
  • Justice League (2017)

In alternativa, come suggerito da Itsastampade, è possibile dividere la saga in piccoli ordini di visione. Il primo prevede la presenza dei film con Christopher Reeve:

  • Superman (1978)
  • Superman II (1980)
  • Superman III (1983)
  • Superman IV (1987)

Se si vuole considerare anche Superman Returns, però, è necessario eliminare Superman III e Superman IV, per un ordine di visione corrispondente a:

  • Superman (1978)
  • Superman II (1980)
  • Superman Returns (2006)

Per ultimo, i tre capitoli con protagonista Henry Cavill, da guardare secondo l’ordine di uscita:

  • Man of Steel (2013)
  • Batman v Superman: Dawn of Justice (2016)
  • Justice League (2017)
Warner Bros.Una scena tratta da Superman III

Qual è il vostro film di Superman preferito?

Leggi anche

      Cerca