Black is King: il visual album di Beyoncé arriva il 31 luglio su Disney+

Beyoncé.com Beyoncé regge un bimbo in braccio

Dopo Lemonade, Beyoncé regalerà ai suoi fan un nuovo visual album ispirato dalla storia de il re leone: Black is King arriverà su Disney+ il 31 luglio 2020.

Beyoncé entra nella scuderia Disney+ con il suo nuovo album Black is King. Come per il precedente Lemonade, la pop star ha deciso di realizzare un visual album, ovvero un progetto che abbina musica e immagini in un tutt'uno quasi cinematografico. Dopo la prova generale (di enorme successo) di Lemonade, stavolta il risultato sarà pubblicato su una piattaforma di streaming. Black is King sarà disponibile a partire dal 31 luglio 2020

Una breve anteprima è stata già pubblicata ed è visibile in apertura del sito ufficiale dell'ex Destiny's Child. Non sono immagini sorprendenti per chi ha seguito la cantante negli ultimi anni. Beyoncé infatti si è distinta negli ultimi anni per un allontanamento dalla scena musicale più commerciale e mainstream, avvicinandosi al mondo della videoarte e della sperimentazione.

View this post on Instagram

I typically keep comments short and sweet, but I just watched the trailer with my family and I’m excited. 🎶please don’t get me hype🎶🤪 “Black Is King” is a labor of love. It is my passion project that I have been filming, researching and editing day and night for the past year. I’ve given it my all and now it’s yours. It was originally filmed as a companion piece to “The Lion King: The Gift” soundtrack and meant to celebrate the breadth and beauty of Black ancestry. I could never have imagined that a year later, all the hard work that went into this production would serve a greater purpose. The events of 2020 have made the film’s vision and message even more relevant, as people across the world embark on a historic journey. We are all in search of safety and light. Many of us want change. I believe that when Black people tell our own stories, we can shift the axis of the world and tell our REAL history of generational wealth and richness of soul that are not told in our history books. With this visual album, I wanted to present elements of Black history and African tradition, with a modern twist and a universal message, and what it truly means to find your self-identity and build a legacy. I spent a lot of time exploring and absorbing the lessons of past generations and the rich history of different African customs. While working on this film, there were moments where I’ve felt overwhelmed, like many others on my creative team, but it was important to create a film that instills pride and knowledge. I only hope that from watching, you leave feeling inspired to continue building a legacy that impacts the world in an immeasurable way. I pray that everyone sees the beauty and resilience of our people. This is a story of how the people left MOST BROKEN have EXTRAORDINARY gifts.❤️✊🏾 Thank you to Blitz, Emmanuel, Ibra, Jenn, Pierre, Dikayl, Kwasi and all the brilliant creatives. Thank you to all at Disney for giving this Black woman the opportunity to tell this story. This experience has been an affirmation of a grander purpose. My only goal is that you watch it with your family and that it gives you pride. Love y’all, B

A post shared by Beyoncé (@beyonce) on

Inoltre ormai da anni la cantante è diventata un punto di riferimento per la comunità afroamericana statunitense, con uno spiccato impegno politico sul fronte dei diritti per le minoranze e contro il razzismo della società americana. 

Black is King: Beyoncé riscrive Il re leone in musica

Una delle scelte stilistiche di Beyoncé che hanno reso la sua produzione iconica è stata quella di integrare la cultura, le tradizioni, il folklore e anche gli stereotipi razziali relativi alla comunità afroamericana nei suoi progetti, sia dal punto di vista musicale sia dal punto di vista filmico. Back is King non sembra fare eccezione in questo senso. Nelle prime immagini vediamo Beyoncé in una serie di interni e di outfit di particolare ispirazione africana

La produzione del visual album è stata lunga e curatissima: un vasto cast largamente rappresentativo delle varie minoranze del popolo statunitense ha lavorato per oltre un anno su vari set per la realizzazione delle riprese. Lo scopo di musica e immagini sarà quello di raccontare la resilienza dei giovani re e delle giovani regine della comunità nera statunitense. La scrittura, la regia e la produzione del progetto sono state interamente curate da Beyoncé.

Disney+La locandina di Black is King
La locandina di Black is King

 Attraverso le immagini e i testi di canzoni come My Power, Mood 4 Eva e Brown Skin Girl, Black is King racconterà il viaggio di una serie di famiglie nere attraverso lo spazio e il tempo. In questo senso, Il re leone è stato una fonte d'ispirazione sia musicale sia tematico. Le tracce musicali sono ispirate da The Lion King: The Gift, progetto legato all'ingresso di Beyoncé nel cast di voci del fortunato live action Disney nel 2019. Black is King storia racconta di un giovane ragazzo nero messo di fronte a difficoltà e tradimenti, guidato e consigliato dai propri antenati nella ricerca del proprio futuro e della sua libertà personale. 

Regina dell'attualità 

Nonostante centellini le sue apparizioni dal vivo e sui social con grande parsimonia, Beyoncé dimostra ancora una volta di avere il polso della situazione e di saper anticipare i tempi e le tematiche. Il progetto - nato dalla sua collaborazione con Disney per la versione live action di Il re leone - non potrebbe essere più attuale di così. Essendo una celebrazione della cultura e dell'orgoglio della comunità africana e afroamericana, Black is King si candida ad essere la colonna sonora del movimento Black Lives Matter, così come Spike Lee che pochi giorni fa è arrivato su Netflix con un film sugli stessi temi

La cantante ha spiegato il messaggio e lo scopo del suo ultimo progetto (che arriva quattro anni dopo Lemonade) in un lungo post di presentazione su Instagram:

Ho voluto raccontare frammenti della storia nera e della tradizione africana con un piglio moderno e un messaggio universale. Ho voluto mostrare in che modo si cerchi la propria identità personale e si costruisca il proprio retaggio culturale. 

      Cerca