Sex Education 3 e il problema di mantenere le distanze: Asa Butterfield racconta le riprese

Netflix Asa Butterfield ed Emma Mackey in Sex Education

Asa Butterfield racconta la sua quarantena e le imminenti riprese di Sex Education 3.

Asa Butterfield avrebbe dovuto già essere sul set di Sex Education, ma la pandemia causata dal Coronavirus ha scombussolato tutti i ritmi di lavoro di film e serie di successo.

Netflix ha rimandato le riprese di Sex Education così come quelle di altri show, ma ha promesso che le cose si rimetteranno in moto molto presto. Cast e crew sperano di tornare sul set ad agosto, e nel frattempo gli attori si tengono occupati tra la lettura dei copioni e altri progetti.

È quello che sta facendo Asa Butterfield, il quale, intervistato da Deadline, ha raccontato delle difficoltà che il mondo della TV e del cinema ha riscontrato durante il lockdown e molto altro.

Impegnato nell'industria cinematografica da circa quindici anni, l'attore britannico è specialmente noto per il ruolo di Otis Milburn in Sex Education, così la prima domanda dell'intervista non poteva non riguardare la terza stagione dello show di Laurie Nunn.

Butterfield ha spiegato che se non fosse esplosa l'epidemia mondiale, a quest'ora sarebbe in Galles per girare i nuovi episodi della serie.

È un peccato, ma è l'intera situazione a essere piuttosto folle. Abbiamo dovuto tutti trattenere il respiro e vedere cosa sarebbe successo. Io ho la sensazione che questa situazione continuerà ancora per un po', non so quando torneremo sul set e inizieremo a girare. È difficile da dire. Sono a casa in questo momento e cerco di tenermi occupato, giocando ai videogames o facendo della musica.

L'attore si tiene però in contatto coi cuoi colleghi, in modo da poter condividere la frustrazione di non poter essere sul set con qualcuno. I piani che tutti avevano per l'estate sono saltati, ma Asa ha confidato che cerca di mantenere uno spirito positivo e produttivo, come il resto dei suoi compagni d'altro canto.

Se le riprese ricominceranno veramente entro agosto, bisognerà fare molta attenzione sul set, mantenendo le distanze di sicurezza e attenendosi alle norme anti-contagio. Una situazione quasi impossibile su qualsiasi set, ma maggiormente su quello di una serie che fa dell'intimità e dei rapporti sessuali temi-cardine della narrazione.

È abbastanza difficile mantenere la distanza di due metri quando baci qualcuno o fai altro. Sono sicuro che gli autori ne siano consapevoli. Inoltre, ci sono tantissime persone che lavorano sui set di film o serie televisive. Sarebbe incredibilmente difficile stare alle regole durante la quarantena, ma è necessario perché questo virus continuerà a circolare. Fortunatamente non sta a me venire a capo di queste cose.

Sex Education è, a detta di Butterfield, un progetto completamente diverso rispetto al resto dei suoi lavori, sia in termini di popolarità sia per quanto riguarda il concept in sé.

Ho imparato molto sul set. Molti dei ruoli che avevo ottenuto da bambino erano in storie drammatiche o d'avventura. Non credo che la gente si aspettasse di vedermi in una commedia piccante. E questa è una delle ragioni per cui ho accettato la parte. Otis è un personaggio molto divertente.

Asa si è detto dunque fiero di poter far parte di una serie che è riuscita, anche grazie alla distribuzione mondiale di Netflix, ad avere una tale risonanza. Pur essendo abituato a stare sotto i riflettori, non immaginava che Sex Education avrebbe portato al successo così tanti giovani attori, Butterfield incluso.

Lavoro da circa quindici anni ormai, ma tutti mi conoscono per qualcosa che ho fatto solo di recente, il che è fantastico ma spesso penso: 'Guardate i miei vecchi film!' Ma è questo il potere di Netflix.

Nonostante le differenze tra Sex Education e gli altri progetti cui Butterfield ha preso parte, come per esempio la serie televisiva Merlin, l'attore ha detto di non essersi preparato differentemente per un ruolo così diverso da quelli che aveva in precedenza interpretato. La vera sfida per lui è stata quella di indossare per la prima volta i panni del protagonista di uno show e di farlo per due anni consecutivi.

Quando ho iniziato le riprese per la seconda stagione, ho lavorato sentendomi totalmente preparato, sapevo cosa aspettarmi, non mi era mai accaduto prima.

Così non ci sono state grosse difficoltà quando Asa è tornato a interpretare Otis per la seconda stagione di Sex Education e possiamo aspettarci che l'attore sia ancora più sicuro di sé quando cominceranno le riprese per la terza.

Intanto, Asa Butterfield si sta cimentando nella scrittura: “Sto imparando come si realizza uno show televisivo. È la prima volta che faccio una cosa simile.” Inoltre, con la complicità di un amico, sta cercando di creare un videogioco, sua grande passione da sempre.

Possiamo aspettarci di vederlo trasformarsi in uno sviluppatore o uno sceneggiatore? Mai dire mai!

      Cerca