Anche Pierfrancesco Favino voterà agli Oscar: ecco gli italiani tra i 819 nuovi membri invitati dall'Academy

Rai cinema Favino in una scena di A casa tutti bene

Pierfrancesco Favino, Francesca Archibugi e gli altri: ecco chi sono i nuovi membri italiani invitati a far parte dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences.

Pierfrancesco Favino, Francesca Archibugi e Cristina Comencini voteranno agli Oscar, se accetteranno l'invito appena giunto dall'Academy of Motion Picture Arts and Sciences. Sono questi i tre nomi italiani più noti dal lungo elenco di nominativi appena diramato dall'autorità del cinema statunitense, nota per organizzare ogni anno le votazioni e la consegna degli Oscar (già posticipata per l'edizione 2021).

I nuovi membri sono stati ufficialmente invitati dall'Academy a entrare nelle sue fila, in un progetto che anno dopo anno sta tentando di diversificare la rappresentanza tra i professionisti del cinema votanti dell'istituzione. Se tutti i nuovi membri accetteranno l'invito appena arrivato, il numero di partecipanti alle votazioni nelle categorie principali salirà a 9412, con una rappresentanza femminile del 45% e proveniente da etnie precedentemente sottorappresentate del 36%. Inoltre con l'aggiunta dei neo membri dell'Academy la componente di nazionalità non statunitense salirà al 49%.

Queste statistiche sono in linea con gli obiettivi che l'Academy si era posta qualche tempo fa, dopo i tanti scandali legati alla scarsa rappresentazione del cinema non caucasico e non di lingua inglese. 

Chi sono i nuovi membri italiano dell'Academy

Sono numerosi i nomi italiani nel lungo elenco dei nuovi membri dell'Academy: attori, registe, montatori, esperti di effetti speciali e animazione, produttrici. Sono tante le diverse maestranze italiche a venire nominate, molte delle quali legate alla lavorazione di Il traditore di Marco Bellocchio, il film italiano che ha rappresentato la nostra nazione nella scorsa annata, pur non centrando la nomination come miglior film internazionale. Notabile anche la tripletta tutta al femminile di registe e sceneggiatrici. 

01 DistributionUna scena di Vivere
Franceca Archibugi è tra le registe invitate a entrare nell'Academy

Scopriamo chi sono, tra nomi molto noti e professionisti che si muovono dietro le quinte, dunque poco conosciuti al pubblico:

  • Pierfrancesco Favino: forse il nome più noto della lista. Attore e presentatore di talento, nel giro di due anni ha infilato due performance considerate eccezionali per il loro livello di mimesi: il pentito Buscetta ne Il traditore (per cui ha vinto un David di Donatello) e Craxi in esilio in Hammamet
  • Massimo Cantini Parrini: Il costumista di fiducia di registi come Matteo Garrone e i fratelli D'Innocenzo. È noto per la sua abilità nel scovare o creare abiti d'epoca per sontuose produzioni in costume, come ad esempio Il racconto dei racconti - Tale of Tales e Pinocchio.
  • Nicoletta Ercole: storica costumista italiana il cui primo accredito risale a 1978, ha collaborato con una lunga serie di registi italiani e in film stranieri come Letters to Juliet e Sotto il sole della Toscana
  • Francesca Archibugi: sceneggiatrice e regista italiana di lungo corso. Tra i suoi lavori più noti la collaborazione alla sceneggiatura di La pazza gioia e la regia di Vivere
  • Cristina Comencini: regista e sceneggiatrice ma anche scrittrice e drammaturga. Tra le sue regie più popolari La bestia nel cuore, Tornare e Va' dove ti porta il cuore
  • Maria Sole Tognazzi: sceneggiatrice e regista italiana. Tra i suoi film Viaggio da sola e Io e lei 
  • Francesca Calvelli: montatrice italiana di riferimento per registi come Marco Bellocchio, Saverio Costanzo e Cristina Comencini. Si è occupata del montaggio di ben 8 episodi di L'amica geniale
  • Roberto Perpignani: monta film sin dal 1962, quando ha collaborato al montaggio di Il processo di Orson Wells. È il montatore di fiducia dei fratelli Taviani
  • Elda Ferri: produttrice cinematografica italiana che ha sostenuto i progetti cinematografici di Roberto Faenza e Roberto Benigni, tra cui il vincitore dell'Oscar La vita è bella
  • Emanuela Cozzi: animatrice italiana. Ha collaborato alla realizzazione di ParaNorman della LAIKA
  • Giovanna Ferrari: animatrice italiana. Ha collaborato alla realizzazione di Sotto il burqa e La canzone del mare 
  • Adriano Di Lorenzo: tecnico del suono vincitore di David per Nico, 1988, nominato per Il Traditore, ha un lunga carriera cinematografica e televisiva
  • Luca Fascione: realizzatore di effetti speciali, lavora presso la celebre azienda neozelandese Weta Digital
  • Leandro Visconti: realizzatore di effetti speciali, ha un prolifica carriera tra Hollywood e cinema sudamericano
  • Carlo Chatrian: giornalista e scrittore italiano, è stato direttore del Festival di Locarno. Nel 2020 ha diretto la sua prima edizione della Berlinale. 
      Cerca