Hamilton: boom per Disney+ negli USA (ma tornano le critiche)

Disney Lin Manuel Miranda nel film di Hamilton

Era quasi inevitabile che un film come Hamilton suscitasse grande numeri e anche diverse critiche.

Che Hamilton potesse riscuotere un enorme successo lo si era dato quasi per scontato.

Non a caso, infatti, è stato uno dei film più visti su Disney+ sin dal suo debutto sulla piattaforma streaming, avvenuto lo scorso 3 luglio 2020. Come riportato da Deadline, secondo una ricerca firmata Apptopia, sembra che dal 3 al 5 luglio, il musical di Lin-Manuel Miranda sia stato scaricato per 513.323 volte in tutto il mondo, di cui 266.084 solo in America.

Numeri da far girare la testa, specie se si considera il fatto che questi riguardano solo i download avvenuti tramite app di Apple e Android: ciò significa che non sono stati conteggiati gli altri device o le smart-tv.

Tuttavia, tra l’enorme pubblico che ha assistito alla performance teatrale registrate al The Richard Rodgers Theatre di Broadway a giugno 2016, ci sono stati spettatori che hanno mosso critiche non indifferenti.

La maggior parte delle critiche rivolte a Miranda riguarda il fatto che Alexander Hamilton e gli altri Padri Fondatori degli Stati Uniti vengano rappresentati in quanto figure mitiche a tutto tondo. Tuttavia, molti di loro che hanno firmato la Costituzione hanno anche contribuito allo sviluppo della schiavitù negli Usa.

Come riportato da eonline, tra gli utenti che hanno criticato Hamilton vi è anche la studiosa Roxane Gay che ha così espresso:

Ho molti pensieri riguardo Hamilton e sul modo in cui idealizza i fondatori e su come un musical così brillante ometta pericolosamente la realtà della schiavitù, ma Leslie Odom Jr. [interprete di Aaron Burr, ndr.] si è fatto valere nella sua performance. Molto talentuoso.

Chiaramente, Roxane Gay non è stata l’unica a muovere critiche al film sui social media, tanto che (sempre su Twitter) è arrivata ben presto anche la critica di Tracy Clayton, ospite del podcast Another Round:

Hamilton è una rappresentazione imperfetta di persone imperfette scritta da una persona imperfetta che ha dato alla mia piccola vita imperfetta un grande impulso quando ne avevo bisogno, quindi so di essere di parte… però apprezzo il modo in cui tutto sia stato rappresentato e vedremo l’evoluzione delle conversazioni a riguardo.

In ogni caso, a fronte delle critiche, Miranda ha voluto rispondere soprattutto quest’ultimo, dichiarando:

Ti apprezzo molto @brokeymcpoverty. Tutte le critiche sono ben accolte. Le complessità e i gli sbagli di queste persone erano molte e non riuscivo ad inserirle o a tagliarle. Ci ho messo sei anni [per realizzare Hamilton, ndr.] e ho adattato quello che ho potuto in un musical di due ore e cinquanta. Ho fatto del mio meglio.

Ricordiamo che Hamilton, con libretto, testi e musiche di Lin-Manuel Miranda, è tuttora disponibile su Disney+ solo in lingua inglese e con sottotitoli in inglese poiché distribuito sulla piattaforma streaming ben 15 mesi prima del debutto previsto al cinema.

      Cerca