Gli utenti di Netflix stanno aiutando a chiudere veri casi irrisolti

Unsolved Mysteries ha trasformato gli utenti di Netflix in detective. Gli spettatori del reboot della serie su casi paranormali e crimini senza risposta stanno aiutando a risolvere alcuni veri misteri irrisolti.

La televisione e i servizi di streaming possono rendere un (reale) servizio di pubblica utilità? A quanto pare, sì. L'esempio arriva da Unsolved Mysteries di Netflix, reboot del celebre programma USA andato in onda dal 1987 al 2002 e dal 2008 al 2010 su NBC e CBS e poi su Lifetime e Spike.

La nuova stagione della serie, che si occupa di eventi paranormali e crimini irrisolti, ha debuttato l'1 luglio 2020 e in pochi giorni ha raccolto numerose informazioni relative ai misteri presentati nei 6 episodi attualmente disponibili sulla piattaforma. Come scrivono USA Today e Nerdist, gli spettatori hanno inviato tramite l'apposito form sul sito Unsolved.com qualcosa come 20 segnalazioni giudicate "attendibili" per risolvere i casi mostrati.

Il giorno dopo il debutto di Unsolved Mysteries su Netflix, il produttore esecutivo e co-creatore della serie, Terry Dunn Meurer, ha ricordato che il programma ha aiutato ad arrivare alla verità in più di 260 indagini nel corso delle precedenti 14 stagioni e che la nuova sembra avviata nella stessa direzione:

Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni. [Quando sembrano attendibili] le passiamo alle autorità competenti. Sono trascorse solo 24 ore. La nostra speranza è che molte persone non abbiano ancora guardato i nuovi episodi e che nel fine settimana facciano binge watching e ci arrivino altre informazioni.

Il reboot presenta alcune differenze con l'originale, ma la sostanza non è cambiata. La colonna sonora è la stessa (spaventosa) che accompagna il programma da sempre, ma non c'è più una voce narrante (perché si è pensato che sarebbe stato impossibile sostituire il leggendario conduttore, Robert Stack, morto nel 2003). Inoltre, ogni episodio dura da 38 a 51 minuti, anziché un'ora, e presenta un singolo caso, invece di 3 o 4 come in passato.

La nuova stagione di Unsolved Mysteries ha anche abbandonato le ricostruzioni con gli attori e utilizza principalmente interviste a familiari e ad altri soggetti coinvolti a vario titolo nei misteri. E ha dovuto "adattarsi" al progresso della tecnologia e delle modalità di indagine, presentando meno casi di persone scomparse e di avvistamenti di UFO.

Il caso di Rey Rivera

Il reboot ha aggiornato la celebre serie crime, ma non ha modificato il grande coinvolgimento degli spettatori e la loro partecipazione. Terry Dunn Meurer ha dichiarato che dopo il debutto dei nuovi episodi ha ricevuto tre segnalazioni sulla morte di Alonzo Brooks che ha trasmesso all'FBI e alcune informazioni interessanti sulla scomparsa di Lena Chapin e il suicidio (apparente) di Rey Rivera. E in particolare su quest'ultimo caso è nato un acceso dibattito in rete.

La morte dell'aspirante sceneggiatore Rey Rivera è al centro dell'episodio 1x01, Morte sul tetto. Secondo una ricostruzione che continua a lasciare molti dubbi, l'uomo si sarebbe ucciso gettandosi nel vuoto e finendo in una sala conferenze del Belvedere Hotel di Baltimora attraverso una spaccatura sul soffitto. Ad avvalorare la tesi del suicidio ci sarebbe un messaggio trovato dalla moglie nel computer di Rey, in cui il marito fa diversi riferimenti alla massoneria, a Stanley Kubrick e una serie di film che lo avevano particolarmente toccato.

Ma come riportano Decider e Newsweek, un utente di Reddit, tale zumalightblue, ha tirato fuori una teoria che allunga ombre (ancora) più scure sullo svolgimento dei fatti. Secondo il redditor, l'uomo non si sarebbe suicidato, ma sarebbe rimasto coinvolto in qualcosa che lo ha condotto alla morte. 

NetflixUnsolved Mysteries: poster
Il poster della serie crime Unsolved Mysteries

L'ipotesi dell'utente di Reddit prende le mosse dall'apparente messaggio d'addio lasciato dall'aspirante sceneggiatore:

Nella nota ci sono nomi di attori, dei suoi familiari e amici, citazioni massoniche e una lista di film. E uno di questi è The Game - Nessuna regola. Ho subito pensato: ma certo! C'è una scena madre alla fine della pellicola in cui il protagonista si lancia dal tetto (!) di un hotel di lusso e sfonda una vetrata. Le somiglianze con Rey sono davvero sorprendenti.

Ma la cosa realmente impressionante non è tanto la similitudine tra il film e la realtà, quanto le implicazioni che comporta. The Game - Nessuna regola è un film del 1997 con Michael Douglas e Sean Penn in cui un uomo riceve in regalo dal fratello l'iscrizione a un esclusivo gioco di ruolo. All'apparenza, la sua domanda viene respinta. Ma in realtà fa tutto parte di un piano progettato nei minimi dettagli, che porta l'uomo a vivere una serie di esperienze drammatiche e terrificanti:

Il film parla di questo folle gioco organizzato da un'azienda per fare credere ai partecipanti che hanno perso tutto, così da portarli ad apprezzare di nuovo la vita.

NetflixUnsolved Mysteries: Belvedere Hotel di Baltimora
Il Belvedere Hotel di Baltimora dove ha trovato la morte Rey Rivera

Secondo il redditor, dietro la morte di Rey Rivera ci sarebbe qualcosa di simile:

Rey è stato lo sceneggiatore di film che non hanno avuto successo e forse è rimasto coinvolto in qualcosa che in qualche modo cercava di imitare The Game - Nessuna regola.

La presenza di due abbaini vicini al buco sul tetto nel quale è caduto l'uomo è stata indicata da alcuni commentatori come una ulteriore possibile conferma dell'ipotesi di zumalightblue. Ma naturalmente, è solo una teoria. Tuttavia, le inquietanti somiglianze con il film diretto da David Fincher vanno ad aggiungersi a una serie di incongruenze e aspetti pochi chiari che minano la ricostruzione della morte di Rey Rivera da quando è avvenuta nel 2006.

Unsolved Mysteries smentirà il proprio nome (ma non la propria fama) e porterà alla soluzione del caso? Come da tradizione, il programma invita gli spettatori a partecipare condividendo ogni informazione che ritengono possa essere utile. E la sensazione è che la verità prima o poi troverà la strada della celebre serie crime...

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.

      Cerca