Elisabeth Moss sarà l'assassina Candy Montgomery: cosa sappiamo sulla serie TV

Universal Pictures Elisabeth Moss ne L'uomo invisibile

Il genere crime si conferma un caposaldo della TV (a maggior ragione quando racconta storie vere). Elisabeth Moss sarà l'assassina Candy Montgomery in una nuova serie che vede riuniti i creatori di The Act, Nick Antosca e Robin Veith.

Un'altra torbida storia crime sta per arrivare sul piccolo schermo. Come scrivono Deadline e The Hollywood Reporter, Elisabeth Moss sarà l'assassina Candance Montgomery in una serie TV targata UCP, una divisione di Universal Studio Group. Il nuovo progetto, che ha come titolo provvisorio Candy, porta la firma di due nomi noti al pubblico televisvo, Nick Antosca (Antlers, The Act) e Robin Veith (Mad Men, The Act), e racconta un omicidio dai contorni sconvolgenti.

La serie è ambientata in Texas nel 1980 e narra la sconcertante storia vera di Candance "Candy" Montgomery, una donna di chiesa, con un marito devoto, due figli, una bella casa in un quartiere moderno e una vita agiata, che a un certo punto uccide l'amica Betty Gore con un'ascia. 

Il brutale omicidio scuote la comunità e la vicenda assume contorni ancora più sconvolgenti quando Candy diventa la principale sospettata del delitto. Ma qual è la ragione di tanta violenza? Un lungo e approfondito articolo di Texas Montly ricostruisce i fatti e rivela che Candy aveva una relazione con il marito della vittima. Quando Betty lo scopre, affronta la (ex) amica, ma il confronto finisce nel peggiore dei modi. 

Elisabeth Moss non ha nascosto l'entusiasmo per il progetto e lo ha dichiarato con parole che non lasciano spazio a dubbi in merito al suo interesse e coinvolgimento: 

Era da tempo che volevo interpretare un antieroe e da ancora più a lungo che volevo tornare a lavorare con Robin. Così, quando mi ha chiesto se volevo essere una casalinga del Texas che, come direbbero alcuni, ha commesso un omicidio e l'ha fatta franca, ho solo detto: 'Dove devo firmare?'. In più, l'opportunità di collaborare con Nick, dopo l'incredibile lavoro che ha fatto con The Act, è stato come mettere 100 ciliegine sulla torta.

Il presidente di UCP, Dawn Olmstead, ha fatto eco all'attrice, aggiungendo che il suo è "il casting dei sogni". E poi ha dato qualche indizio su come sarà la serie:

Era da molto tempo che Nick voleva raccontare l'incredibile storia di Candy Montgomery. Dopo avere collaborato con Robin in The Act, i due hanno realizzato una sceneggiatura tesa, piena di colpi di scena e affascinante.

Candy vede Elisabeth Moss, Robin Veith e Nick Antosca coinvolti anche come produttori esecutivi (quest'ultimo con la sua società, Eat the Cat), insieme a Alex Hedlund e Lindsey McManus. Invece, Jim Atkinson e John Bloom risultano come consulenti di produzione.

Per il momento, non è stata comunicata una data di uscita per la serie. E neppure è noto chi affiancherà Elisabeth Moss, che senza dubbio rappresenta una garanzia di qualità, dopo le sue performance in Mad Men. Top of the Lake - Il mistero del lago (per la quale ha vinto il Golden Globe), The Handmaid's Tale (che le è valsa il secondo Golden Globe e un Emmy Award) e il recente L'uomo invisibile. Tuttavia, è probabile che le informazioni non tarderanno ad arrivare.

GabboT/CC BY-SA 2.0Elisabeth Moss a un evento
Elisabeth Moss si è dichiarata entusiasta di cimentarsi con il ruolo di un antieroe

La storia di Candy Montgomery e Betty Gore è già stata portata sul piccolo schermo nel 1990, nel film per la TV A Killing in a Small Town, diretto da Stephen Gyllenhaal (il padre degli attori Jake e Maggie) e basato sul libro Evidence of Love: A True Story of Passion and Death in the Suburbs. E conferma il grande appeal del filone crime sul pubblico televisivo (a maggior ragione, quando prende spunto da fatti realmente accaduti).

Non a caso, dopo The Act, UCP ha attualmente in lavorazione altri quattro progetti di genere, ovvero Dirty John (ispirato alla vicenda di Joe Exotic, aka Tiger King), Dr. Death (diretto da Patrick Macmanus, con Jamie Dornan, Alec Baldwin e Christian Slater), The Girl From Plainville (basato su un caso di suicidio) e un adattamento della drammatica storia del rapimento di Jan Broberg (di nuovo a opera di Antosca).

Photo text credits: "The Bleeder 02" by GabboT is licensed under CC BY-SA 2.0

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.

      Cerca