Il nuovo (mini) film di Matteo Garrone? La presentazione fiabesca della collezione Dior

Nei boschi incantati dell'alta moda si aggira il regista di Dogman Matteo Garrone: il cineasta ha firmato un cortometraggio fatato per presentare la nuova collezione di Dior.

Matteo Garrone ha realizzato un cortometraggio della durata di 14 minuti per presentare la nuova collezione d'alta moda della griffe francese Dior. Il cineasta, noto a livello internazionale anche per film "fatati" come Il racconto dei racconti e Pinocchio, riprende in questo progetto quell'estetica fiabesca che spesso fa capolino nelle atmosfere e nei costumi dei suoi film. 

Ad essere presentata in questa confezione cinematografica d'eccezione è la collezione autunno/inverno 2020-2021 della griffe, disegnata dalla stilista italiana Maria Grazia Chiuri per Dior. ll cortometraggio s'intitola Le Mythe Dior ed è stato caricato dalla griffe sul proprio canale ufficiale YouTube. Questa produzione d'eccezione permette di presentare la nuova collezione in un periodo difficile per sfilate, viaggi ed eventi come quello che stiamo vivendo in questi mesi. 

La fiaba della moda raccontata da Matteo Garrone

Difficile non pensare a Il racconto dei racconti e a Pinocchio vedendo le bellissime immagini di questo progetto, in cui ritroviamo sinuose creature che si aggirano per boschetti di bambù e corsi d'acqua che paiono incantanti. Le modelle protagoniste appaiono e scompaiono tra la vegetazione; il loro corpo, fasciato negli abiti d'alta sartoria, è per metà donna e per metà chiocciola, corteccia d'albero o sirena. 

La direttrice artistica Maria Grazia Chiuri, che ha collaborato con il regista nell'ideazione della campagna e che ha condiviso alcuni dietro le quinte sul suo account Instagram, ha così commentato il lavoro di Garrone

Le immagini surrealiste riescono a rendere visibile quello che di per sé è invisibile. Sono incuriosita dal mistero e dal magico, che offrono anche un modo per esorcizzare la morte e l’incertezza del futuro.

Dove è stato girato il mini film Dior diretto da Garrone

Se siete rimasti ammaliati dalle immagini del mini film sappiate che anche voi potete passeggiare nelle stesse atmosfere da sogno. La location scelta dal regista infatti è una meta turistica davvero gettonatissima nell'ultimo periodo, sui social e nella realtà. Si tratta del Giardino di Ninfa, un incantevole parco situato in provincia di Latina, che proprio quest'anno compie un secolo dall'apertura. 

Considerato uno dei luoghi verdi più incantevoli e romantici al mondo, è un giardino all'inglese la cui ideazione si deve a Gelasio Caetani, che ne realizzò il progetto preliminare nel 1921. Il parco si chiama così perché al suo interno sono situate alcune rovine dell'antico abitato di Ninfa, che rendono ancora più suggestivo il luogo (e che appaiono in alcuni passaggi del cortometraggio. Nell'ultimo periodo il giardino, già molto visitato, è balzato agli onori dell cronache per essere diventato una meta turistica della coppia Chiara Ferragni e Fedez.

Garrone non è l'unico regista italiano ad aver ceduto al richiamo dell'alta moda nell'ultimo periodo: lo scorso anno al Festival di Cannes Luca Guadagnino presentò il mediometraggio The Staggering Girl, progetto con protagonista Julianne Moore e ispirato da una collezione di Valentino. Il cineasta sta lavorando anche a un documentario dedicato al maestro delle calzature Salvatore Ferragamo. 

      Cerca