Stranger Things 4: 10 teorie eccellenti sugli episodi in arrivo

Netflix Il cast di Stranger Things

Le riprese della stagione 4 di Stranger Things potrebbero riprendere a breve, ma la fantasia dei fan non si è mai fermata. Da Hopper a Undici, passando per il Sottosopra, il Web pullula di teorie interessanti che riguardano gli episodi in arrivo.

L’attesa per la quarta stagione di Stranger Things cresce di giorno in giorno. Sfortunatamente, a causa della pandemia da Coronavirus (SARS-CoV2), le riprese sono state al momento sospese, ma ciò non impedisce ai fan della serie creata dai fratelli Matt e Ross Duffer di dar vita ogni giorno alle teorie più disparate.

Il teaser trailer, uscito il 14 febbraio 2020, ha aggiunto nuovi indizi e i fan hanno iniziato a formulare teorie su ciò che potrebbe accadere nella stagione 4 di Stranger Things. Le teorie - alcune più fantasiose, altre certamente più papabili – sono diverse, molto interessanti e più di qualcuna riguarda Hopper, il cui destino non sappiamo ancora con certezza quale sia.

E, allora, allacciate le cinture e preparatevi a tornare, ancora una volta, nei magici e indimenticabili anni Ottanta con alcune delle teorie migliori sugli episodi in arrivo di Stranger Things 4.

NetflixIl cast di Stranger Things nella locandina
Il poster di Stranger Things
  1. Hopper è vivo, si trova in Unione Sovietica e si è salvato grazie al Sottosopra
  2. Il legame con il disastro di Chernobyl
  3. Joyce e Bauman in cerca di Hopper
  4. Hopper il nuovo villain?
  5. La ferrovia ha un ruolo chiave
  6. Hopper potrebbe essere un clone
  7. Una nuova Undici
  8. Undici diventa cattiva
  9. Undici e Kali si riuniscono
  10. Un salto al 1987 o oltre

1 - Hopper è vivo, si trova in Unione Sovietica e si è salvato grazie al Sottosopra

La terza stagione di Stranger Things si è conclusa con un incredibile cliffhanger: la presunta morte di Jim Hopper (David Harbour), che ha sacrificato se stesso per chiudere la porta verso il Sottosopra e la conseguente decisione di Joyce Byers (Winona Ryder) di lasciare Hawkins e trasferirsi in un’altra città con i figli, Will (Noah Schnapp) e Jonathan (Charlie Heaton) e Undici/Jane (Millie Bobby Brown), la figlia adottiva di Hopper.

Il teaser trailer, rilasciato a febbraio, ci ha però mostrato Hopper vivo in quello che sembra un campo di lavoro sovietico. Questa, più che una teoria, sembra ormai essere una certezza, soprattutto per via della scena post-credit del finale in cui è stata mostrata una base militare russa, nominato un americano e liberato un Demogorgone per divorare un altro prigioniero. Sin da subito, i fan hanno pensato che l’americano menzionato potesse essere Hopper e sembra essere proprio così.

Ma come si sarebbe salvato l’amatissimo sceriffo dall’esplosione dell’ultimo episodio della stagione 3? A questo punto, è plausibile pensare che sia entrato nel Sottosopra, poco prima dell’esplosione – non è stato trovato alcun cadavere - e che sia riuscito a uscire dal portale aperto dai russi, presumibilmente dopo qualche tempo, in quella che oggi è la Russia. In realtà, c’è chi pensa che tutta la quarta stagione potrebbe svolgersi nel Sottosopra…

2 - Il legame con il disastro di Chernobyl

Il primo teaser trailer ci ha fatto sapere che, nella quarta stagione di Stranger Things, non ci troveremo più ad Hawkins.

We're not in Hawkins, anymore.

Ma, se non ad Hawkins, dove saremo? Dobbiamo aspettarci un’ambientazione sicuramente diversa o, quantomeno, non concentrata esclusivamente ad Hawkins; del resto, l’ultimo episodio termina con il trasferimento di Joyce e figli e abbiamo avuto un assaggio di ciò che potrebbe essere l’Unione Sovietica. La quarta stagione dovrebbe essere ambientata nel 1986. 1986 e URSS? Il passo per pensare che possa esserci una qualche connessione o accenno al disastro di Chernobyl è davvero breve.

La prima stagione di Stranger Things è stata ambientata nell’inverno del 1983, la seconda nell’autunno del 1984 e la terza nell’estate del 1985: l’unica stagione a non essere ancora stata mostrata è stata la primavera e cosa accadde nella primavera del 1986? Naturalmente, il peggior disastro nucleare della storia potrebbe essere sfruttato per la trama: potrebbe, ad esempio, essere una copertura per un incidente legato all’Upside Down, magari a uno scontro tra Undici – che potrebbe, nel frattempo, aver ritrovato i suoi poteri – e le spie o il Mind Flayer.

Non dimentichiamo, inoltre, che le riprese – poi, sospese per via del COVID-19 – sono in parte ambientate in Lituania, già set della serie Chernobyl.

3 - Joyce e Bauman in cerca di Hopper

Nella terza stagione di Stranger Things, sarebbe nascosto uno straordinario easter egg che riguarda Murray Bauman (Brett Gelman), che pare avrà un ruolo di maggior rilievo nella stagione 4. Personaggio ricorrente nella seconda e nella terza stagione, è un investigatore privato che conosciamo perché assunto dagli Holland per scoprire cosa accadde alla figlia Barbara (Shannon Purser), uccisa da un Demogorgone.

Un anno più tardi, l’uomo viene contattato da Hopper e Joyce in cerca di aiuto, dopo aver rapito uno scienziato russo di nome Alexei (Alec Utgoff) e aver scoperto la presenza dei russi a Hawkins: Murray sa, infatti, parlare russo e ha, poi, aiutato Hopper, Joyce e gli altri a chiudere il portale verso il Sottosopra.

NetflixPrimo piano di David Harbour e Winona Ryder in Stranger Things
Hopper e Joyce nella terza stagione di Stranger Things

In un episodio della terza stagione, i fan hanno scovato il numero di telefono di Murray - 618-625-8313 - e hanno provato a chiamarlo, scoprendo un messaggio di quest’ultimo per Joyce. Come riportato da Games Radar, il messaggio recita:

Ciao, hai raggiunto la residenza di Murray Bauman. Mamma, se sei tu, per favore riattacca e chiamami tra le 17:00 e le 18:00 come precedentemente discusso, okay? Se sei Joyce: Joyce, grazie per aver chiamato, ho cercato di contattarti. Ho un aggiornamento. Si tratta di… beh, probabilmente è meglio se parliamo di persona. Non è una buona o cattiva notizia, ma è qualcosa.

Joyce e Bauman potrebbero, dunque, essere alla ricerca di Hopper, oltre che gli unici a poterlo salvare da quello che sembra, a tutti gli effetti, essere un campo di prigionia a Kamchatka, in Russia.

4 - Hopper il nuovo villain?

E se Hopper fosse il nuovo villain? Strano, ma possibile secondo una teoria. Come riportato da Reddit, vivo e vegeto in Russia, alcuni fan pensano che il nostro amato sceriffo possa essere stato sottoposto a un lavaggio di cervello da parte dei russi, durante il periodo passato in prigione, che lo metterebbe contro Undici (Millie Bobby Brown) e il resto della gang di Hawkins. Una storia del genere, ovviamente, potrebbe portare a un finale di stagione che vedrebbe Undici costretta a scegliere tra la vita dei suoi amici e quella del suo papà adottivo.

NetflixPrimo piano di David Harbour
Hopper vittima dei russi, nella stagione 4 di Stranger Things?

Sicuramente, per i russi potrebbe essere vantaggioso avere Hopper dalla propria parte date le sue conoscenze sul Sottosopra, mostri, il laboratorio di Hawkins e Undici, soprattutto perché è chiaro che stiano ancora facendo esperimenti sull’altra dimensione e sulle creature che la abitano.

5 – La ferrovia ha un ruolo chiave

Il teaser trailer della stagione 4 di Stranger Things ci ha mostrato Hopper alle prese con la costruzione dei binari di una ferrovia a Kamchatka, insieme ad altri prigionieri e circondato da ufficiali russi.

Sembra proprio che Hopper, dunque, sia prigioniero dei russi, ma perché costruire una ferrovia? Forse, un passaggio verso il Sottosopra? Ovviamente, si tratta solo di supposizioni, ma la ferrovia in questione - dato il livello di sorveglianza - potrebbe celare qualcosa di molto importante e strettamente correlato agli esperimenti russi.

Durante la quarta stagione, sapremo un po’ di più sul passato di Hopper e chissà che tutto non si ricolleghi a ciò che lo sceriffo sta vivendo. Sembra che i dettagli saranno legati al quarto episodio della seconda stagione, Will il saggio (Will the Wise), in cui Undici scopriva cinque scatole: una diceva ‘Papà’, una ‘Vietnam’ e una ‘New York’. Come confermato dallo stesso David Harbour, si tratterà di una enorme rivelazione su Hopper.

6 - Hopper potrebbe essere un clone

Nel teaser trailer di Stranger Things, rilasciato lo scorso febbraio, abbiamo rivisto Hopper. Alcuni fan, però, hanno pensato che possa trattarsi di un clone e che, effettivamente, il nostro Hopper sia morto come pensavamo, ancora intrappolato nel Sottosopra o nascosto dai russi. Ma come sarebbe possibile tutto ciò?

Come riportato da Screen Rant, nella terza stagione, abbiamo avuto modo di assistere alla trasformazione di Billy Hargrove (Dacre Montgomery), dopo il suo incontro con il Mind Flayer: nel Sottosopra, Billy si era imbattuto in un clone di se stesso, dopo che l'essere si era insidiato in lui – un po’ come accaduto a Will, nella seconda stagione – e aveva preso il suo controllo. Prendendo questo caso come esempio e dando quasi per scontato che Hopper possa essersi salvato gettandosi nel Sottosopra poco prima dell’esplosione, potrebbe essere lecito pensare che possa trattarsi di un clone creato dal Mind Flayer o, comunque, di Hopper tenuto in scacco dall’essere.

NetflixUna scena di Stranger Things
Il Mind Flayer in Stranger Things

Lo scopo? Ovviamente, quello di proseguire i propri piani di conquista della nostra dimensione dopo i fallimenti precedenti.

7 – Una nuova Undici

Alcuni indizi sulla stagione 4 di Stranger Things potrebbero giungere anche dal fumetto Stranger Things: Six, prequel della serie. Edito da Dark Horse Comics, il fumetto ci fa conoscere un’altra bambina seguita dal dottor Brenner (Matthew Modine) e cresciuta nel laboratorio di Hawkins: Six, ovvero Sei e il cui vero nome è Francine.

Ed è tra le pagine del fumetto che potremmo trovare indizi interessanti per la quarta stagione, come una dichiarazione di Brenner:

Non siamo l’unico programma al mondo, Six.

Netflix, Dark Horse ComicsAlcune scene di Stranger Things: Six
Stranger Things: Six, il fumetto della serie

Hopper potrebbe, quindi, trovare in Russia altri bambini come la sua Undici?

Hawkins: Six Dark Horse Comics Hawkins: Six
Hawkins: Six
Dark Horse Comics

Hawkins: Six

17,34 €

Del resto, è già accaduto che il libro Stranger Things: World Turned Upside Down: The Official Behind-The-Scenes Companion contenesse indizi sulla stagione in uscita: i fan avevano, infatti, trovato alcuni indizi sulla terza stagione, come il codice morse tradotto da Robin Buckley (Maya Hawke) in “gatto d’argento”.

8 - Undici diventa cattiva

C’è chi, poi, crede che Undici possa diventare cattiva, trasformarsi nel Mind Flayer – come accaduto a Bill – e lottare contro i suoi amici di sempre. Il motivo?

NetflixIl cast nella terza stagione di Stranger Things
Una scena della terza stagione di Stranger Things

Nella terza stagione, Undici è venuta a contatto con la creatura che, sappiamo, si impossessa delle persone che tocca, per cui non sembra così difficile che possa essere la prossima vittima...

9 - Undici e Kali si riuniscono

Abbiamo lasciato Undici senza i suoi poteri, alla fine della terza stagione, ma davvero pensiamo che non riuscirà a tornarne in possesso? La quarta stagione potrebbe essere più lunga del solito, ovvero composta da nove episodi e non otto come al solito; in realtà, però, questa cosa era già successa con la seconda stagione.

Ed è nella seconda stagione che troviamo un episodio particolare, il settimo per l’esattezza, Capitolo sette: La sorella perduta (Chapter Seven: The Lost Sister), in cui Undici si recava a Chicago in cerca di una ragazzina con poteri psichici simili ai suoi, Kali (Linnea Berthelsen), che le insegnava come riuscire a controllarli.

NetflixPrimo piano di Millie Bobby Brown in Stranger Things
Undici nella prima stagione di Stranger Things

Apparentemente, l’episodio era a se stante e raccontava più approfonditamente le origini di Undici e dei suoi poteri, ma se ritrovassimo Kali proprio adesso che Undici ha perso i suoi poteri? La terza stagione si è conclusa con il trasferimento di Joyce, Will, Jonathan e Undici in un’altra città… che possa trattarsi di Chicago, la città di Kali? La ragazzina potrebbe, ancora una volta, aiutare Undici.

10 - Un salto al 1987 o oltre

Stranger Things ci fa rivivere e respirare l’atmosfera dei magnifici anni Ottanta: la prima stagione è stata ambientata nell’inverno del 1983, la seconda stagione nell’autunno del 1984 e la terza stagione nell’estate del 1985. Facile, dunque, immaginare – come detto prima - che il prossimo passo possa essere quello della primavera del 1986.

Se, però, gli autori decidessero di fare un salto al 1987 o, persino, oltre? Come riportato da Games Radar, la pausa forzata delle riprese e la crescita dei nostri amati ragazzini potrebbero rappresentare un problema: il cast di teenager sta, infatti, crescendo a vista d’occhio, molto più velocemente nella vita reale che nella serie e la pausa potrebbe peggiorare ulteriormente le cose. Un salto in avanti nel tempo potrebbe essere la soluzione a questo divario e giustificherebbe la crescita degli attori.

Nella quarta stagione di Stranger Things, ritroveremo David Harbour (Jim Hopper), Winona Ryder (Joyce Byers), Millie Bobby Brown (Undici), Finn Wolfhard (Mike Wheeler), Gaten Matarazzo (Dustin Henderson), Caleb McLaughlin (Lucas Sinclair), Noah Schnapp (Will Byers), Sadie Sink (Max Mayfield), Natalia Dyer (Nancy Wheeler), Charlie Heaton (Jonathan Byers) e Joe Keery (Steve Harrington), oltre a Priah Ferguson (Erica Sinclair) e Maya Hawke (Robin Buckley).

NetflixIl cast di Stranger Things
Il cast di Stranger Things nella terza stagione

Secondo quanto riportato da The Hollywood Reporter, le riprese della quarta stagione potrebbero riprendere il 17 settembre 2020: ciò ci lascia immaginare che la nuova stagione potrebbe arrivare per la fine del 2021 o per la prima parte del 2022.

Per scoprire se qualcuna di queste teorie diverranno realtà, insomma, non ci resta che attendere!

      Cerca