The Umbrella Academy: la guida ai fumetti da cui è tratta la serie Netflix

Dark Horse I protagonisti di The Umbrella Academy sulla cover dei fumetti

Prima di diventare uno dei fiori all'occhiello di Netflix, The Umbrella Academy è nata come una graphic novel, pensata e scritta dal frontman dei My Chemical Romance.

The Umbrella Academy con una sola stagione è diventata una delle serie fenomeno di Netflix, ma la storia in realtà è tratta dai fumetti di Gerard Way, un nome piuttosto conosciuto in ambito musicale poiché è il frontman della band My Chemical Romance. I fumetti sono stati realizzati in collaborazione con Gabriel Bà (che si è occupato della parte illustrativa) e sono stati prodotti dalla Dark Horse Comics a partire dal 2007. 

Su Netflix, la serie televisiva è arrivata nel 2019 con un cast da urlo che ha immediatamente conquistato la platea. Con Ellen Page, Tom Hopper, Robert Sheehan, Aidan Gallagher e David Castaneda, Netflix ha raccontato la storia di una famiglia di supereroi, nati lo stesso giorno (seppur in contesti diversi) e poi adottati da un bizzarro miliardario (quale Reginald Hargreeves). L'uomo cresce i bambini chiamandoli come numeri e li addestra perché vuole che diventino supereroi. Ha adottato sette bambini, ma la strada dei supereroi non sarà per tutti. Vanya è priva di poteri e viene tenuta in disparte e questa differenza a lungo andare diventerà motivo di frattura in famiglia. 

La storia, come già detto, è tratta dai fumetti di Gerard Way: vediamo in che ordine leggerli. 

Tutti i fumetti e l'ordine in cui leggerli

Il primo fumetto è stato pubblicato nel 2007 dalla Dark Horse Comics. Il primo capitolo è composto da sei numeri, raccolti in un unico volume intitolato The Umbrella Academy: Apocalypse Suite. 

Umbrella Academy: 1 Bao Publishing Umbrella Academy: 1
Umbrella Academy: 1
Bao Publishing

Umbrella Academy: 1

19,00 €

Al primo volume ne è seguito un secondo nel 2008, sempre composto da sei numeri e intitolato The Umbrella Academy: Dallas. Entrambi i volumi sono stati tradotti anche in italiano da Magic Press (il primo nel 2009, intitolato La suite dell'Apocalisse, e il secondo nel 2012, intitolato semplicemente Dallas). In seguito, anche Bao Publishing ha deciso di pubblicare una sua edizione cartonata dei fumetti di Umbrella Academy, il primo volume nel 2017 e il secondo nel 2018. 

Umbrella Academy: 2 Bao Publishing Umbrella Academy: 2
Umbrella Academy: 2
Bao Publishing

Umbrella Academy: 2

19,00 €

Nel 2009, l'autore dei fumetti aveva annunciato di star lavorando anche a un terzo capitolo della storia, arrivato però con grande ritardo, soltanto nove anni dopo: nel 2017, la casa editrice aveva annunciato l'uscita del fumetto nel 2018, intitolato Hotel Oblivion. Un ritardo dovuto principalmente agli impegni dell'autore, il quale ha provato a dare una spiegazione proprio su Instagram:

Annunciato nel 2009, sono accadute tante cose tra l'annuncio e poi l'effettiva pubblicazione, sia per Gabriel che per me. Molte tappe di vita, altri progetti, crescita emotiva e tanta esperienza acquisita. Nel corso degli anni, ci sono stante molte false partenze e ogni volta che tornavo su questo progetto dovevo renderlo nuovo per me stesso, perfezionando temi e personaggi. 

Umbrella Academy: 3 Bao Publishing Umbrella Academy: 3
Umbrella Academy: 3
Bao Publishing

Umbrella Academy: 3

19,00 €

Nonostante il ritardo, Gerald Way ha assicurato di star già lavorando a un quarto volume. 

Sono contento dei risultati e spero che piaccia anche a voi. In più, ho appena iniziato il volume 4, spero che non passerà troppo tempo prima che questo numero arrivi tra gli scaffali, siccome il terzo capitolo finisce con un grande cliffhanger...

The Umbrella Academy: lo spin-off

Oltre ai fumetti della serie principale, The Umbrella Academy è composta anche da storie brevi e spin-off. Partiamo da quest'ultimo, intitolato "Tales from the Umbrella Academy", annunciato nel 2019 e composto da una prima storia stand-alone, "Hazel e Cha-Cha Save Christmas". Anche lo spin-off è stato scritto da Gerard Way, in collaborazione con Scott Allie e il supporto artistico di Tommy Lee Edwards.

La casa editrice Dark Horse ha poi annunciato di recente che arriverà una nuova miniserie, composta da sei volumi, intitolata "You look like Death", scritto da Gerard Way con Shaun Simon. Si tratta di una serie prequel, poiché racconta eventi che anticipano la serie principale e si concentrerà interamente sul personaggio di Klaus, che a 18 anni è stato espulso dall'Accademia. 

Dark HorseKlaus fluttua su una valigia
Lo spin-off dedicato a Klaus

In una nota, Gerard Way aveva espresso il suo entusiasmo all'idea di dedicare un'intera storia a Klaus.

Per molto tempo, avevo voluto raccontare la storia della vita di Klaus Hargreeves dopo che la Umbrella Academy si sciolse e prima degli eventi di Apocalypse Suite. Ho immaginato un decennio piuttosto selvaggio per Klaus".

Negli Stati Uniti, il volume è stato pubblicato il 17 giugno 2020. 

The Umbrella Academy, storie extra

Non solo spin-off, ma anche storie extra, o meglio brevi. La prima, intitolata "Mon Dieu!", è stata pubblicata nel 2006 sul sito web della casa editrice, scritta da Jason Hvam e disegnata da Dan Jackson. La storia fa riferimento al primo volume di Umbrella Academy (Apocalypse Suite) e i protagonisti sono soltanto due: Klaus e Numero Cinque.

Il primo racconto breve ad essere stato invece stampato s'intitola "But the Past Ain't Through With You", incluso nella collezione di Apocalypse Suite. La trama segue Spaceboy e Klaus che trovano il corpo di Allison (detta The Rumor) abbandonato in un vicolo; i fratelli supereroi sospettano che l'assassino sia Murder Magician e il suo assistente.

Nel 2007, invece, si torna alla formula digitale: la seconda storia extra è stata pubblicata su MySpace e s'intitola "Safe & Sound", il cui titolo deriva da una canzone su cui Gerard Way ha lavorato con il cantante rock giapponese Kyosuke Himuro.

Un'altra storia pubblicata su MySpace e poi inserita nel secondo volume di Umbrella Academy: Dallas è "Anywhere But Here", uscita nel 2009, che racconta l'adolescenza dei supereroi, quando Vanya e Diego suonavano in una band punk rock chiamata Prime 8's. 

I personaggi protagoniti dei fumetti

I supereroi di Umbrella Academy sono sette, ma partiamo dal personaggio che li ha adottati, riunendoli sotto lo stesso tetto. Sir Reginald Hargreeves, il Monocolo, è il padre adottivo dei sette fratelli, si tratta di un alieno (che si cela dietro sembianze umane), un imprenditore miliardario nonché scienziato famoso in tutto il mondo per aver creato tantissimi oggetti tecnologici. Fondare una scuola per supereroi è il traguardo della sua carriera. 

I ragazzi che ha adottato, a suo dire, non hanno dei nomi, bensì dei numeri. Luther, detto anche Spaceboy, è il numero uno. Luther, considerato come il leader del gruppo, ha come potere una super forza ed è stato spedito nello spazio dal padre. Quello che Luther non sa è che suo padre gli ha salvato la vita dopo che è stato coinvolto in un gravissimo incidente, che ha costretto Hargreeves a trapiantare la sua testa sul corpo di un gorilla alieno. 

Il numero due della Umbrella Academy è Diego, il Kraken, il cui unico potere è quello di poter trattenere il respiro per un arco di tempo indefinito, ha una forza notevole ed è preparato psicologicamente ad essere un supereroe. Diego è il ribelle della famiglia e ha una particolare abilità con i coltelli. Ha perso l'occhio sinistro e ha un bel rapporto con Vanya, la sorella priva di poteri. Il numero tre invece è Allison, il cui superpotere è la voce. Allison può riscrivere la realtà semplicemente parlando, esprimere un desiderio pronunciando la frase: "Ho sentito una voce dire...". Un dono che però le si è ritorto contro. 

Il quarto supereroe è Klaus, detto il Medium perché può vedere i morti: personaggio depresso e apatico, può usare la telecinesi e può persino possedere le menti, ma solo quando non indossa le scarpe. Il numero cinque invece è l'unico a non avere effettivamente un nome, tutti lo chiamano così. Il suo potere è spostarsi nel tempo ma, dopo essersi spinto troppo in là, è rimasto bloccato per anni nel futuro. Quando poi ha colto l'occasione per tornare nel presente, Cinque torna sotto sembianze di un bambino di 10 anni che non invecchia. 

Dark Horsecopertina di  The Umbrella Academy
La copertina inglese del fumetto di The Umbrella Academy

Il numero sei invece è Ben, di questo personaggio si conosce molto poco perché è morto in una vecchia missione del gruppo: la sua abilità, quand'era in vita, era di poter assorbire sottopelle i mostri che provenivano dalle altre dimensioni. Infine, il numero sette è Vanya, detta Il violino bianco, all'apparenza priva di poteri e per questo sempre esclusa dal resto della famiglia. Il suo superpotere si limiterà ad essere (inizialmente) saper suonare il violino. 

Personaggi secondari sono Abhijat, l'assistente di Sir Reginald Hargreeves, e il dottor Pogo, la scimmia aliena che aiuta i sette fratelli a destreggiarsi tra la vita quotidiana e quella con i superpoteri. Infine l'ispettore Lupo è un poliziotto che aiuta spesso l'Umbrella Academy. 

Avete letto le graphic novel di The Umbrella Academy? Le leggerete o guarderete soltanto la serie tv?

      Cerca