The Old Guard: film e fumetto a confronto, tra richiami e differenze

Netflix ha intervistato Greg Rucka, ideatore del fumetto di The Old Guard e sceneggiatore del film: l'autore assicura ai fan un adattamento molto fedele della sua opera da parte della regista Gina Prince-Bythewood.

Il film di The Old Guard mantiene lo spirito del fumetto da cui è tratto: ad assicurarlo è Greg Rucka, il creatore della graphic novel insieme al disegnatore Leandro Fernandez. Correva l'anno 2017 quando Rucka pubblicò la prima run di The Old Guard, un fumetto incentrato su un gruppo di guerrieri immortali alle prese con la propria condizione, il suo significato e le sue conseguenze.

La riflessione alla base della loro esistenza "quasi pienamente immortale" e le sue drammatiche ricadute (la perdita ciclica di tutti gli affetti, il risentimento dei mortali che conoscono il loro segreto, la necessità di vivere in incognito per non diventare cavie da laboratorio) sono al centro dell'opera, insieme alla battaglia che il gruppo che la Vecchia Guardia conduce da dietro le quinte, per cause che ritiene giuste. 

Per illustrare le differenze tra i due media e la visione creativa dietro il film, Netflix ha realizzato uno speciale con interviste ai due creatori del fumetto, alla regista Gina Prince-Bythewood e alla produttrice ed attrice protagonista del lungometraggio Charlize Theron, vera anima del progetto. Ecco come The Old Guard è passato dalle pagine di carta alla pellicola. 

Andy è sempre al centro

Un aspetto su cui sia la regista che lo sceneggiatore sono concordi è la centralità del personaggio di Andy nell'intera vicenda. È la millenaria guerriera interpretata da Charlize Theron a costituire un perno narrativo e morale attorno a cui ruota l'intera storia. Secondo Rourka alla base di The Old Guard c'è una sorta di crisi spirituale della protagonista che, dopo aver vissuto per millenni infinite vite, fatica a trovare un progetto, uno scopo o un obiettivo per cui valga la pena vivere. 

Nel mondo a fumetti Andy è l'assoluta protagonista, mentre nel film le storie degli altri immortali hanno molto più spazio, come sottolineato nella recensione del film. Quando si è occupato dell'adattamento cinematografico, scrivendo la sceneggiatura, Rucka ha dovuto trovare il modo per dare il giusto spazio anche agli altri immortali che compongono la Vecchia Guardia. Per funzionare come action, il film aveva bisogno che anche le vite di Nile, Nicky, Joe e Booker avessero il giusto grado di approfondimento e spessore. 

NetflixNile e Andy
Nile e Andy fungono da stimolo reciproco: la giovane immortale aiuta la leader millenaria a ritrovare uno scopo

Secondo Charlize Theron il passaggio cruciale era mantenere l'essenza di Andy, una donna millenaria ormai stanca di vivere, esaurita emotivamente dall'aver vissuto così tante esistenze e perso così tante persone care. L'idea quindi è stata quella di rendere il personaggio di Nile più centrale e attivo, in modo che fungesse da stimolo per Andy, risvegliandola dal suo torpore e aiutandola a trovare un nuovo scopo per continuare la sua battaglia. 

Una fan di Greg Rucka

L'essenza dei personaggi e il messaggio del fumetto sono rimasti inalterati: parola di Charlize Theron, che si considera una grande fan di quest'opera e del suo autore, già vincitore del prestigioso Eisner Award per Half a Life. La presenza dell'autore del fumetto come sceneggiatore del film è un'ulteriore garanzia di fedeltà.

NetflixI protagonisti immortali di The Old Guard
Nel film anche gli altri immortali guadagnano il proprio spazio di approfondimento

Rucka stesso ha sottolineato che alcuni cambiamenti si sono resi necessari tra fumetto e film, ma il cuore pulsante della storia rimane inalterato. È dello stesso parere Leandro Fernandez, che si dice curioso di vedere come reagirà il pubblico dei lettori e di quanti non conoscono le origini di The Old Guard alla storia. 

The Old Guard è ora disponibile su Netflix.

      Cerca