Il finale di Cursed: chi vive, chi muore e tutti i colpi di scena della chiusura della prima stagione

Netflix Nimue annega

Cursed ha tenuto in serbo alcuni colpi di scena per il gran finale della prima stagione: ecco chi vive, chi muore e chi rivela il proprio nome "arturiano" nell'epico episodio conclusivo.

Netflix non ha certo risparmiato colpi di scena ed effetti speciali per il finale della prima stagione di Cursed, la serie fantastica che rilegge il ciclo arturiano in chiave teen, moderna e femminista. Dopo una partenza ricolma di cliché e qualche passaggio a vuoto, la serie trova un suo ritmo nella seconda parte della prima stagione, grazie soprattutto ai personaggi comprimari e dalle storie più adulte. È nel decimo episodio che però Cursed alza l'asticella della propria ambizione, facendo in modo che tutti gli schieramenti in campo si fronteggino in un'epica battaglia. 

Il punto di arrivo è però già noto: la prima puntata si apre infatti con Nimue che annega in uno specchio d'acqua, colpita da più frecce, con il sangue che si sparge intorno a lei. La serie si chiude su quella che era un'anticipazione iniziale: ora però sappiamo come Nimue sia arrivata ad annegare e chi l'abbia colpita con una freccia. La ragazza è destinata a diventare la Dama del Lago, un personaggio magico centrale dell'epica arturiana. Nella suo finale più che aperto Cursed si premura di mettere parecchia carne al fuoco, lasciandoci intuire quale sarà il futuro di alcuni protagonisti, che rivelano connessioni al ciclo arturiano legate al loro nome e alla loro storia. 

La lettura del resto dell'articolo è ricca di anticipazioni per chi non ha visto l'intera serie, quindi fate attenzione agli spoiler. Se non volete rovinarvi la sorpresa, potete leggere la recensione dedicata alla prima stagione e scoprire se Cursed fa per voi. 

Chi vive, chi muore e chi rivela il proprio nome

Un gran numero di personaggi importanti della serie si ritrova per la prima volta nello stesso luogo: l'accampamento di re Uther Pendragon, popolato anche dalle truppe di Padre Carden. Nimue si è presentata di sua spontanea volontà, dopo che il re ha garantito un passaggio sicuro al popolo dei Fae verso le terre del Nord. Uther però è indispettito dal fatto che la ragazza non abbia portato con sé la Spada del Potere e la fa scortare nella tenda dei prigionieri, in attesa di decidere se consegnarla o no alla Chiesa. Nimue infatti ha affidato la preziosa arma a Morgana, chiedendole di tenerla al sicuro. 

La ragazza però è assediata dalle lusinghe di Cailleach, che vuole fare di lei il suo tramite. L'oscura entità le ha donato la facoltà di vedere i morti e la Vedova, colei che reclama a sé chi sta per spirare. Morgana è consapevole che Nimue verrà presto uccisa e, nonostante le promesse di Cailleach e gli avvertimenti della Vedova, torna sui suoi passi, desiderando cambiare il destino dell'amica. 

NetflixIl cavaliere verde viene circondato dalla flora
Nimue sarà riuscita a salvare la vita del Cavaliere Verde?

Nel frattempo Nimue è stata portata nella tenda dove giace esangue il Cavaliere Verde, torturato crudelmente fino all'ultimo respiro. Sembra ormai una causa persa ma Nimue evoca il potere degli Occulti (pur non avendo con sé la Spada) e crea scompiglio nell'accampamento, investendo l'amico della sua energia guaritrice. Il suo intervento magico attira l'attenzione dell'intero accampamento, innescando la catena d'eventi che porterà al gran finale.

Morgana sta sopraggiungendo in aiuto dell'amica, quando s'imbatte nella Vedova, giunta per reclamare la vita di Nimue. La ragazza agisce d'istinto uccidendo la Vedova, la cui funzione magica "reclama a sé" la ragazza, che si ritrova vestita dei suoi abiti e investita della sua capacità di percepire l'imminente morte di qualcuno. Quando Padre Carden è pronto a giustiziare Nimue, è Morgana nelle vesti della Vedova a intervenire, consegnando la Spada all'amica. Ricorrendo ai suoi poteri, Nimue si sbarazza facilmente del nemico, uccidendolo e dando il via alla lotta tra Monaci e cavalieri del Re. 

NetflixIl ponte di pietra che sovrasta la cascata
Merlino tenta di salvare Nimue dalla caduta ma è troppo debole e non riesce a salvarla

Morgana raggiunge Nimue e suo padre Merlino, alloggiato nell'accampamento. La ragazza ora non è in pericolo di vita, ma Morgana percepisce che è il grande mago ad essere vicino alla morte. I tre decidono quindi di fuggire e trovare un luogo più tranquillo in cui tentare di salvargli la vita, nonostante lo stregone desideri l'oblio. Il terzetto comincia dunque la sua faticosa fuga, ma viene intercettato da Iris su un ponte che attraversa un'altissima cascata. Qui la suora centra con due frecce il petto di una stupita Nimue. Merlino tenta di trattenerla, ma la ragazza precipita nelle acque del fiume. 

Sconvolto dal dolore, Merlino afferra la Spada e si ricongiunge ai suoi terribili poteri, che aveva perduto quando aveva rinunciato all'arma. Con una violenta tempesta di fulmini uccide i suoi inseguitori, sfigura il lato sinistro del volto di Iris e scompare insieme a Morgana, fuggendo in un luogo sicuro. Nimue affonda lentamente nelle acque che anticamente erano la casa del suo popolo, perdendo sangue, apparentemente priva di coscienza e sull'orlo della morte. 

Due nuovi cavalieri

Nell'accampamento però si consumato nel frattempo i destini di altri personaggi importanti. Gawain viene circondato da una flora lussureggiante, investito dai poteri degli Occulti richiamati da Nimue. Non sappiamo però quale sia il suo destino. Vediamo invece l'epilogo della crisi d'identità del Monaco piangente. Sappiamo che il formidabile guerriero in realtà è un Fae, plagiato da Carden sin dalla più tenera età per diventare un cacciatore dei suoi stessi simili. L'incontro con Gawain - che ne intuisce la natura ma ne mantiene il segreto di fronte alle autorità ecclesiali - apre gli occhi al giovane. Il Monaco piangente si è sempre rifiutato di uccidere donne e bambini, lasciando che se ne occupassero gli altri Monaci; Gawain però gli ha spiegato che questa scelta non lo rende meno complice e colpevole. 

NetflixParcifal e Lancillotto
I due sopravvissuti si rivelano essere due personaggi chiave della Tavola Rotonda: Parsifal e Lancilotto

Posto di fronte alla scelta se salvare o condannare a terribili torture il piccolo Scoiattolo, il Monaco piangente interviene in suo favore. Viene quindi intercettato dalle guardie dalle maschere dorate, diretta emanazione dell'autorità papale. Nonostante sia solo contro un gran numero delle stesse, il Monaco ha la meglio, aiutato dallo stesso ragazzino. I due fuggono a cavallo, feriti ma vivi. Il due si rivelano a vicenda i loro nomi e scopriamo che sono entrambi figure chiave dei cavalieri della Tavola Rotonda. Scoiattolo è il coraggioso Parsifal, mentre il Monaco è in realtà Lancilotto. 

Il destino di Artù e di Iris

Lontano dall'accampamento di Uther si consumano i destini di due personaggi altrettanto importanti. Artù è partito con i sopravvissuti Fae per volere di Nimue, a cui ha promesso di condurli in salvo. Il giovane mercenario però si ritrova a dover combattere fianco a fianco con i guerrieri del popolo fatato perché il Re del Ghiaccio ha inviato le sue truppe a massacrare gli esuli, in accordo con Carden. I fuggitivi sembrano avere la peggio, almeno fino a quando fa la sua comparsa la Lancia Rossa, esiliata dalla corte di Cumber e decisa a uccidere i traditori che hanno tramato alle sue spalle. Tra lei e Artù scatta il reciproco rispetto, dopo essersi salvati vicendevolmente la vita.

NetflixIl Papa investe Suor Iris del suo nuovo titolo
Ferendo Nimue Iris ha ottenuto ciò che desiderava: entrare nei ranghi dei combattenti della Chiesa

Sorella Iris finisce invece al cospetto del Papa. Per aver ucciso Nimue le viene consentito l'ingresso nelle guardie dalla maschera dorata del Papato: l'anziano Pontefice le assicura di avere grandi progetti in serbo per lei, mentre la ragazza soddisfatta cala sul volto sfigurato la maschera dorata.  

  • Il personaggio di Cursed è una rielaborazione del celebre cavaliere Lancillotto. In questa versione è un Fae allevato dalla Chiesa affinché diventi un formidabile cacciatore del suoi stessi simili. 

    L'incontro con il Cavaliere Verde Gawain gli aprirà gli occhi, portandolo a salvare la vita al giovanissimo Parsifal. 

      Cerca