Il rinvio di Tenet fa slittare la data di uscita di The Conjuring 3

Warner Bros. Un'immagine di Vera Farmiga in The Conjuring

Il ritorno dei coniugi Ed e Lorraine Warren si farà attendere: Warner Bros. ha deciso di cambiare data di uscita anche per quanto riguarda il terzo capitolo della saga horror di The Conjuring.

Era nell'aria, ma purtroppo è arrivata la conferma ufficiale: l'uscita di Tenet, il nuovo e atteso film di Christopher Nolan, è slittata ancora una volta.

Dal 31 luglio 2020, il film è stato rinviato a "data da destinarsi", nonostante Warner Bros. abbia assicurato che presto comunicherà la nuova data di uscita (con la speranza che non sfori l'anno in corso, finendo inevitabilmente al 2021).

Purtroppo, però, l'emergenza legata al coronavirus sta mettendo in ginocchio gran parte dell'industria cinematografica americana, al punto che il rinvio del prossimo film di Nolan ha costretto al posticipo un altro film largamente atteso dagli spettatori. The Conjuring 3 – Per ordine del diavolo, il nuovo horror diretto da Michael Chaves, slitta infatti al 4 giugno 2021. 

Il riassetto delle uscite dovuto al rinvio di Tenet ha portato Warner Bros. a un cambio drastico del proprio calendario per quanto riguarda l'uscita nelle sale dei suoi film di punta. Toby Emmerich, presidente del colosso cinematografico, ha infatti rilasciato una comunicazione ufficiale:

Il nostro obiettivo durante tutto questo processo è statp quelli di assicurare le più alte probabilità di successo per i nostri film e allo stesso tempo di essere pronti a sostenere i nostri partner cinematografici con nuovi contenuti non appena potranno riaprire in sicurezza. Siamo davvero grati per il sostegno che abbiamo ricevuto dagli esercenti, rimaniamo fermi nel nostro impegno per la distribuzione mondiale in contemporanea. Purtroppo, però, il virus continua ad avanzare facendoci riconsiderare inevitabilmente le nostre date di uscita.

Warner tiene particolarmente ai suoi franchise di punta, cosa questa che mette necessariamente la cautela davanti all'urgenza di fare uscire i film nelle sale. Tenet e The Conjuring 3, così come Wonder Woman 1984 (il secondo standalone dedicato all'eroina DC interpretata da Gal Gadot, atteso al momento per il 2 ottobre 2020), rischiano infatti di non rientrare delle spese sostenute dalla major, dato che i milioni di dollari persi a causa della chiusura delle sale cinematografiche potrebbero essere davvero insostenibili.

Una distribuzione frammentaria a seconda del paese potrebbe essere una soluzione, nonostante al momento non vi sia nulla di ufficiale al riguardo (così come i piani circa una distribuzione unificata delle pellicole Warner Bros. risulta al momento un'opzione alquanto improbabile per non dire impossibile, considerando la crisi sanitaria ancora piuttosto grave negli Stati Uniti).

The Conjuring 3 – Per ordine del diavolo avrebbe dovuto uscire originariamente l'11 settembre 2020. Il franchise horror, che include anche i tre film della serie Annabelle (ossia Annabelle del 2014, Annabelle 2: Creation del 2017 e Annabelle 3 del 2019) oltre a The Nun: La vocazione del male (2018), arriverà quindi a un totale di ben sette film.

La trama è incentrata su un uomo accusato di omicidio, il quale tenterà di difendersi ammettendo di essere stato posseduto da un demone. I coniugi Warren - investigatori del paranormale - prenderanno in mano le redini del caso, avvicinandosi nuovamente al mondo dell'occulto.

Nel cast Patrick Wilson e Vera Farmiga tornerano a vestire i panni di Ed e Lorraine Warren, a cui andranno ad affiancarsi Ruairi O’Connor, Sarah Catherine Hook e Julian Hilliard.

Fonte: Variety

Leggi anche

      Cerca