Into the Dark: cosa devi sapere sulla serie horror antologica

Hulu Due personaggi della serie antologica Into the Dark

Disponibile su RaiPlay, Into the Dark è una serie antologica targata Hulu che promette di spaventare dal primo all'ultimo episodio.

Il giro delle festività mondiali in dodici episodi: arriva Into the Dark sulla piattaforma RaiPlay, l'originale serie antologica disponibile dal 20 luglio 2020 con i primi tre appuntamenti. 

Prodotto dalla Blumhouse Productions (la compagnia fondata da Jason Blum) per Hulu, ogni episodio è lungo quanto un film ed è un racconto a sé stante, ciascuno girato in un Paese diverso, e ispirato a una festività del mese in cui è stato pubblicato. Come avrete capito, Into the Dark racchiude un modo tutto unico di mettere in scena il genere horror.

Sono molti i nomi di registi e attori ancorati al progetto. Dietro la macchina da presa troviamo, tra i tanti, Patrick Lussier, Nacho Vigalondo, Sophia Takal, e Gigi Saul Guerrero. In ciascun episodio possiamo vedere diversi attori: da Tom Bateman a Dermot Mulroney, Suki Waterhouse, Jimmi Simpson, Jahkara Smith, Adalaide Kane, Felicia Day, Tina Majorino, Judy Greer, e Barry Watson.

Scopriamo le curiosità più interessanti su Into the Dark.

Ogni episodio, una festività

Serie antologica composta da dodici episodi quanti sono i mesi dell'anno, ogni appuntamento di Into the Dark coincide con una festività. Il primo, dal titolo Il corpo, inizia nel mese di ottobre con un racconto ambientato durante la spaventosa notte di Halloween. L'episodio In carne e ossa ci addentra nell'atmosfera del giorno del Ringraziamento; il terzo episodio racconta invece una storia inquietante sul giocattolo Pooka in un'ambientazione natalizia da brividi.

I successivi appuntamenti partono da Capodanno e percorrono feste come San Valentino, pesce d'aprile e la festa dell'indipendenza. La prima stagione si conclude con la ricorrenza americana della giornata Padre-Figlia.

Dopo il rilascio dei primi tre episodi il 20 luglio, RaiPlay renderà disponibili i restanti sempre a gruppi da tre, distribuiti in altrettanti date (30 luglio, 20 agosto e 3 settembre). 

Il particolare episodio Pooka!

L'episodio Pooka! suscita un particolare interesse. La trama ruota intorno a Wilson, attore disoccupato che accetta di sponsorizzare un nuovo giocattolo di peluche (Pooka, per l'appunto) vestendosi come lui. Ben presto, il costume inizia a prendere il sopravvento, facendo sì che Wilson abbia due personalità: quando diventa Pooka assume atteggiamenti violenti ed è preda di allucinazioni, mentre quando è se stesso, la sua parte buona prevale.

Apprezzato dalla critica, che lo dipinge come una storia natalizia a tinte horror, l'episodio ha avuto anche una sorta di sequel, il che lo rende unico nella serie Into the Dark. Nella seconda stagione è stato realizzato un seguito dal titolo Pooka Lives!, in cui un gruppo di amici si riunisce per dar vita a una sfida rivale che consiste nel raccontare storie da brivido e leggende urbane sulla creazione del giocattolo. Le cose peggiorano quando le storie su Pooka diventano reali.

Il peluche di pezza è inoltre visibile in un altro episodio della seconda stagione ambientato durante il Ringraziamento. Questo sorprendente easter egg potrebbe significare che gli episodi di Into the Dark, seppur a se stanti, fanno comunque parte di un universo condiviso.

Le donne registe della prima stagione

La produzione Blumhouse ha spalancato le porte alla diversità di genere, dando l'opportunità anche alle donne di girare i loro film.

Tre episodi della prima stagione di Into the Dark portano infatti la firma di Sophia Takal, Chelsea Stardust e Hannah Macpherson, che dirigono rispettivamente L'ultimo capodanno (New York, New You), Tutto distrutto (All That We Destroy) e Il ballo della purezza (Pure).

In particolare, L'ultimo Capodanno è composto da un cast tutto al femminile. La trama segue un gruppo di ex compagne di scuola che si riuniscono nella notte di San Silvestro con l'intento di passare una serata tranquilla, non sapendo che una di loro sta progettando di vendicarsi. Come riporta IndieWire, il contributo di Takal è stato molto apprezzato poiché il suo cinema è sempre rivolto alle donne. Attraverso il thriller psicologico, la regista riesce a far emergere forti emozioni come invidia e risentimento, che diventano il leitmotiv della narrazione.

Ci sarà una seconda stagione di Into the Dark?

Se avete già divorato i dodici maxi episodi e volete guardarne altri, c'è una buona notizia: Into the Dark è stato rinnovato da Hulu per una seconda stagione. Andato in onda tra il 2019 e il 2020, il nuovo ciclo di episodi segue la stessa modalità di pubblicazione della prima stagione, ovvero con un appuntamento mensile, per dodici mesi all'insegna dell'horror. Il primo episodio è stato pubblicato a ottobre con un episodio ispirato a Halloween.

Queste curiosità vi hanno convinto a dare un'opportunità a Into the Dark?

      Cerca