A chi fa bene il wellness?, la docuserie di Netflix sul lato nascosto dell'industria del benessere

In originale si intitola (Un)Well, è composta da sei episodi (ognuno dedicato ad un trattamento curativo) e arriva sulla piattaforma streaming dal 12 agosto 2020: ecco tutto quello che c'è da sapere.

Il wellness è diventato un movimento salutista e un'industria globale da miliardi di dollari.

Secondo un recente studio del Global Wellness Institute, nel 2023 il business dell'attività fisica e del benessere mentale varrà oltre mille miliardi.

Gore Verbinski ha già raccontato l'ossessione per una salute perfetta e una cura rapida nel sottovalutato thriller La cura dal benessere e ora Netflix si tuffa sull'argomento con la docu-serie A chi fa bene il wellness?, in originale (Un)Well.

NetflixIl poster della docu-serie di Netflix A chi fa bene il wellness?
Il poster della docu-serie di Netflix A chi fa bene il wellness?

I sei episodi della serie, in uscita sulla piattaforma streaming il 12 agosto 2020, indagano da diversi punti di vista il cosiddetto "wellness lifestyle", un settore sempre più competitivo e che spesso comporta rischi per la salute.

Ogni episodio esplora nei dettagli i trattamenti naturali più affidabili o stravaganti, i vari aspetti controversi – dal dolore provocato ai benefici che ne derivano – e alcune novità che si diffondono a macchia d'olio.

"Le api sono i miei dottori perché mi procurano la medicina", rivela uno degli intervistati sull'argomento apiterapia, la medicina che usa i derivati delle api come polline, pappa reale, propoli, pane, larve, cera e anche il loro veleno per curare diverse malattie.

Sul sito dell'Associazione Italiana Apiterapia, si legge che questa pratica curativa "si basa su una tradizione molto antica, con evidenze terapeutiche plurisecolari e testimonianze che risalgono ad almeno due millenni". Il veleno è usato nel trattamento di reumatismi e forme infiammatorie, artrite ed eczema, fibromialgia, lombaggine, nevralgie, crampi mestruali, sclerosi multipla, disturbi vascolari periferici e nevralgia post-erpetica, sciatica ed epicondilite.

Un altro argomento trattato da A chi fa bene il wellness? è la cura con gli oli essenziali. I benefici dell'aromaterapia sono ormai noti: le varie essenze di lavanda, pino, eucalipto e agrumi hanno efficacia sugli stati emotivi e aiutano chi ne fa uso a ritrovare la serenità.

Il terzo episodio della serie è dedicato alle capacità curative e antibiotiche del latte materno, che ha molti benefici sulla salute degli adulti: il wellness lo utilizza per le congiuntiviti e le otiti, come rimedio contro l'acne e per le proprietà lenitive su ustioni e bruciature.

Un episodio destinato a far discutere è quello dedicato al digiuno estremo. "Credo che il digiuno sia efficace quante molte medicine", afferma uno degli intervistati. Il cosiddetto "digiuno terapeutico" non è praticato soltanto per perdere peso, ma anche per prevenire il morbo di Alzheimer e la resistenza all'insulina, nei trattamenti anti-aging e per migliorare la concentrazione.

View this post on Instagram

Siddharta si recò dal mercante Kamaswami in cerca di lavoro. Fra preziosi tappeti, i servi lo condussero in una camera, dove rimase in attesa. Entrò Kamaswami, un uomo dai capelli grigi, occhi accorti e guardinghi. L’ospite e il padron di casa si salutarono cortesemente. “Mi è stato detto che sei un Brahmino molto istruito, ma che cerchi un impiego presso un mercante. Sei caduto in miseria, Brahmino, per cercare impiego?” “No”, disse Siddharta “non sono caduto in miseria e non sono mai stato in miseria. Sappi che vengo dai Samana, presso i quali sono vissuto per molto tempo.” “Se vieni dai Samana come fai a non essere in miseria? Non vivono i Samana in assoluta povertà?” “Povero lo sono,” disse Siddharta “non possiedo niente, se è questo che intendi. Ma lo sono volontariamente, quindi non sono in miseria.” “E di che vuoi vivere se non possiedi nulla?” “Non ci ho mai pensato, signore. Per più di tre anni sono vissuto nella più assoluta povertà, e non ho mai pensato di che potessi vivere.” “Allora sei vissuto dei beni di altri.” “Probabilmente è così. Anche il mercante vive dei beni di altri.” “Ben detto, ma egli non prende le cose agli altri per nulla: egli dà in cambio la propria merce.” “Così pare che stiano le cose. Ognuno prende, ognuno dà. Così è la vita.” “E tu, se non possiedi nulla, cosa vuoi dare?” “Ognuno dà di quello che ha. Il guerriero la forza, il mercante la merce, il saggio la saggezza, il contadino il riso, il pescatore i pesci.” “Benissimo. E che cos’è che tu hai da dare? Che cosa hai appreso, che sai fare?” “Io so pensare. So aspettare. So digiunare.” “E questo è tutto?” “Credo sia tutto.” “E a che serve? Per esempio il digiunare, a che serve?” 🧘🏻‍♂️ ...continua nel sito della bio (sezione Blog). . . #siddharta #digiuno #sodigiunare #soaspettare #digiunoterapeutico #spiritualità #hermannhesse #citazioni #frasedelgiorno📖 #frasedelgiorno✔️ #pensierodelgiorno💬 #pensierodelgiorno☀️ #frasidailibri #frasidilibri #citazionidailibri

A post shared by Marilù Mengoni (@marilumengoni) on

Il quinto episodio si concentra sull'ayahuasca, la medicina sacra (e psichedelica) degli indios dell'Amazzonia. "L'ayahuasca è qui per salvare l'umanità", dice nel trailer della serie un sostenitore del movimento che promuove cerimonie e rituali con la "Liana dello Spirito".

L'ayahuasca, assunta da molti come droga allucinogena semplicemente per sballarsi, ha in realtà una funzione terapeutica: secondo diversi studi clinici, la bevanda può essere un valido supporto al trattamento dei disturbi psichiatrici e alimentari e può alleviare i sintomi del morbo di Parkinson.

Il dibattito è divisivo: chi la somministra in Occidente, come José Alberto Varela di Ayahuasca International, la considera una medicina, mentre le varie legislazioni la trattano come una droga classica e quindi vietata. Senza dimenticare le proteste delle popolazioni native: Moises Pianko della tribù brasiliana Ashaninka ha dichiarato a Vice che "l'arte sacra degli indiani è stata trasformata in intrattenimento".

L'ultimo episodio affronta il sesso tantrico: non solo una tecnica antica per godere a letto con posizioni e massaggi, ma soprattutto una medicina che "espande" la consapevolezza e sconfigge la "mentalità repressiva" della nostra società.

Siamo al cospetto di vere cure o di false promesse? Chi sono i pazienti che ne fanno utilizzo, persone preparate e informate o gente disperata in cerca di risposte? Quel che è certo è che A chi fa bene il wellness? è destinata ad aprire un acceso confronto tra sostenitori della scienza a tutti i costi e praticanti delle medicine alternative.

La produzione esecutiva della serie, affidata a Ken Druckerman, Banks Tarver, Anneka Jones ed Erica Sashin, è di Left/Right TV, la società di Red Arrow Studios che ha prodotto – tra le altre – This American Life e The Circus per Showtime, The Weekly per FX e Hulu e Ride with Norman Reedus per AMC.

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.

      Cerca