Mulan salta i cinema americani e arriva su Disney+ (a pagamento)

Disney Un'immagine di Mulan

La decisione è presa: Mulan non uscirà nelle sale americane, optando per un atipico rilascio a pagamento sul catalogo Disney+. E in Italia?

La pandemia da coronavirus ha creato un gran numero di problemi per quanto riguarda le uscite cinematografiche del 2020, tanto che molti film attesi nei primi mesi dell'anno sono stati inevitabilmente rinviati a data da destinarsi.

Tra questi figura anche Mulan, l'atteso live action diretto da Niki Caro liberamente ispirato al celebre film d'animazione del 1998 diretto da Tony Bancroft e Barry Cook, basato a sua volta sulla leggenda cinese di Hua Mulan.

Ora, Bob Chapek - amministratore delegato di Disney - durante la riunione quadrimestrale con gli azionisti ha annunciato a sorpresa che Mulan arriverà sulla piattaforma streaming Disney+ a un costo già fissato dalla compagnia:

La mossa decisa per Mulan non rappresenta un nuovo modello di business per la compagnia. Si tratta di un evento una tantum, non di una nuova politica aziendale.

Chapek ha inoltre specificato che la decisione non interessa indistintamente tutti i mercati mondiali, bensì quelli ancora afflitti dall'emergenza sanitaria.

Negli Stati Uniti, in Canada, Nuova Zelanda e un numero concordato di nazioni, Mulan arriverà con un premiere access su Disney+ il 4 settembre al prezzo di 29.99 dollari.

Ciò vale a dire che il film dovrebbe uscire regolarmente in tutte quelle nazioni che hanno permesso la riapertura dei cinema dopo l'emergenza, tra cui la Cina.

L'amministratore delegato ha poi chiarito la questione circa il prezzo e la scelta di rendere un film del genere a pagamento e on demand:

Come sapete, è abbastanza costoso produrre la qualità per cui siamo conosciuti. Invece di limitarci a trasformare il film in un'offerta gratuita, abbiamo pensato di testare questa uscita sulla nostra piattaforma. Stiamo cercando di creare una nuova offerta che ripaghi dell'investimento speso per il film. Avremo sicuramente molto da imparare da tutto questo. La nostra ricerca nell'ambito di un accesso speciale alla premiere non solo ci consentirà di ottenere entrate dalla nostra transazione originale di PVOD, ma sarà anche uno stimolo piuttosto grande per iscriversi a Disney+.

Il punto della questione è abbastanza chiaro: Disney, vista l’assenza dei ricavi provenienti dai cinema americani, ha pensato di recuperare parte dei proventi attraverso un esclusivo acquisto del film disponibile sul catalogo streaming della compagnia, evitando così ulteriori rinvii (la pellicola sarebbe inizialmente dovuta essere distribuita nei cinema statunitensi il 2 novembre 2018).

Al momento in cui scriviamo, non è chiaro come e quando il film verrà rilasciato anche in Italia, se al cinema o direttamente su Disney+. 

Va detto in ogni caso che Mulan non è il primo film della Casa di Topolino destinato al grande schermo e poi rilasciato sulla piattaforma streaming, bensì sarà il primo ad essere distribuito a pagamento. Prima di lui, solo Artemis Fowl e The One and Only Ivan (quest'ultimo previsto solo il 21 agosto prossimo) hanno saltato l'uscita nelle sale preferendo il catalogo Disney+, sebbene entrambi in forma assolutamente gratuita, ad eccezione del costo dell'abbonamento al servizio.

Universal Pictures è stata la prima a testare in questi mesi di crisi sanitaria la "trasformazione" di varie uscite cinematografiche in film on demand, tra cui Bloodshot, Emma, L’uomo invisibile e Trolls World Tour, disponibili in Premium VOD. Staremo a vedere se questo approccio ripagherà sulla lunga distanza.

La storia del nuovo film segue le avventure di Mulan, una coraggiosa eroina che decide di camuffare la propria identità per difendere la Cina dall’attacco degli invasori provenienti dal Nord. 

Nel cast troviamo Yifei Liu (Il Regno Proibito) nel ruolo di Mulan, Donnie Yen (Rogue One: A Star Wars Story) nei panni del Comandante Tung, Jason Scott Lee (La tigre e il dragone 2) nel ruolo di Böri Khan e Yoson An (Shark – Il Primo Squalo) nei panni di Cheng Honghui.

Mulan vede anche la partecipazione di Gong Li e Jet Li, su una sceneggiatura scritta da Rick Jaffa, Amanda Silver, Elizabeth Martin e Lauren Hynek.

Via: Deadline

      Cerca