Avengers: Endgame e il (possibile) collegamento a Tempesta degli X-Men

Marvel/20th Century Studios Un'immagine di Halle Berry come Tempesta

Un utente Reddit avrebbe svelato un possibile collegamento tra una sequenza specifica di Avengers: Endgame e il personaggio di Tempesta: gli X-Men sono già nel MCU?

L'ingresso degli X-Men nel Marvel Cinematic Universe è ancora piuttosto lontano, visto che al momento non è ancora chiaro quando e in che modo i mutanti faranno il loro debutto ufficiale nel MCU (con molta probabilità ciò avverrà solo in occasione della Fase 5).

Nonostante il tempo che ci separa dal ritorno di Wolverine e compagni sul grande schermo sia ancora abbastanza lungo, i fan continuano a scandagliare le attuali pellicole appartenenti all'Universo Marvel in cerca di indizi o riferimenti - anche minimi - che rimandino in qualche modo ai "nuovi" mutanti.

Una piccola sequenza di Avengers: Endgame potrebbe contenere un indizio circa un personaggio degli X-Men "nascosto" nell'universo cinematografico Marvel.

La scena in questione è quella in cui Captain America (Chris Evans) e Iron Man (Robert Downey Jr.) tornano indietro nel tempo, catapultati nella base dell'organizzazione S.H.I.E.L.D. del 1970. All'interno della struttura, Steve Rogers non resiste alla tentazione di rivedere Peggy Carter (Hayley Atwell) e, quando la trova, la donna sta avendo una conversazione segreta con un agente senza nome.

Nella sequenza vista al cinema, nessuno ha avuto modo di capire cosa si stessero dicendo Peggy e l'uomo misterioso, sebbene un utente su Reddit - dopo aver visto il film in Home Video con tanto di sottotitoli - è riuscito a capire le linee di dialogo tra i due personaggi.

Agente: Ci stanno provando, signora, ma l'unità di Braddock è stata fermata da una scarica di fulmini.

Peggy: Guarderò le previsioni meteorologiche, allora.

Agente: Non stiamo parlando di fulmini normali.

Considerando che i sottotitoli sono da ritenersi ufficiali, sono in molti a pensare che il breve dialogo tra i due sia in qualche modo un riferimento al personaggio degli X-Men Tempesta.

Nota anche come Ororo Munroe, la mutante è stata creata da Len Wein e Dave Cockrum ed è apparsa per la prima volta su Giant-Size X-Men numero 1, del 1975. Nota come uno dei membri storici degli X-Men - e dotata del potere di controllare il clima e gli elementi atmosferici - l'abbiamo vista spesso tra le fila dei Vendicatori durante la sua lunga carriera editoriale.

È apparsa sul grande schermo con il volto di Halle Berry, per poi essere interpretata (nella sua versione più giovane) da April Elleston Enahoro e Alexandra Shipp.

Curioso anche come Inverse riporti la notizia che in origine la sequenza di Endgame ambientata negli anni '70 fosse decisamente più lunga rispetto a quanto visto al cinema, sebbene con molta probabilità fosse incentrata su un personaggio chiamato Braddock (ossia il vero nome di Captain Britain nei fumetti Marvel Comics).

Senza contare che il cognome Braddock potrebbe rimandare anche a Elizabeth "Betsy" Glorianna Braddock, ossia Psylocke, altra mutante creata da Chris Claremont, Herb Trimpe e Fred Kida, dotata di poteri come la telepatia e la telecinesi.

Il dialogo tra Peggy e l'agente misterioso è quindi la prova dell'esistenza degli X-Men nella timeline regolare del MCU? Non esattamente: innanzitutto, essendo ambientata nel 1970, la presenza di una Tempesta in quella linea temporale creerebbe varie difficoltà con l'ingresso in scena degli altri mutanti (anche Logan e soci dovrebbero necessariamente far parte di quell'epoca storica).

Seconda cosa, non si tratta di una prova schiacciante dell'esistenza della mutante bensì solo del riferimento a dei "fulmini" non meglio identificati, un dettaglio che può facilmente far volare con la fantasia.

Insomma, al netto della curiosità della sequenza, è ancora presto per affermare con certezza che gli X-Men sono già presenti nel Marvel Cinematic Universe. Staremo a vedere se in futuro non verrà alla luce qualche altro indizio a riguardo.

Ricordiamo che l'ultimo film dedicato ai mutanti Marvel è stato X-Men: Dark Phoenix diretto da Simon Kinberg (uscito nel 2019). The New Mutants, atteso nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 28 agosto 2020, sarà il "vero" canto del cigno dei mutanti di 20th Century Studios.

Via: Independent

      Cerca